ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 de noviembre de 2014 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 17:07 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS AÑO XXIII - Número 5/2005 - MAYO 2005

Industria

Aumentano le ordinazioni di gru da piazzale

L’indagine annuale di Cargo Systems sulle gru da piazzale ordinate all’inizio del 2005 mostra un totale di 804 gru in consegna nel 2005 ed oltre, con un incremento di più del 70% rispetto al medesimo periodo dello stesso anno quando era stato riferito di 468 gru sotto ordinazione.

Tale incremento riflette l’enorme crescita che si sta verificando nel settore containerizzato e le sempre maggiori pressioni che vengono effettuate sui terminal al fine di movimentare più contenitori. Negli ultimi anni - e molti prevedono lo stesso anche per gli anni a venire - i terminal sono stati chiamati a movimentare una crescita a due cifre su base annua e, spesso, a farlo senza essere in grado di ampliare le dimensioni fisiche delle proprie infrastrutture. Il passaggio ad operazioni con gru a cavaliere da piazzale è comunemente visto come un passo logico al fine di conseguire maggiori risultati partendo dalla configurazione terminalistica esistente.

GRU RTG/RMG ORDINATE

Quota di ordinazioni dei produttori

   

ZPMC

341

Gruppo Fantuzzi

101

Doosan

96

Ordinazioni suddivise
per zona geografica

Kalmar

77

Cina

243

Konecranes

56

Altri paesi asiatici

220

Mitsui

29

Golfo Persico/Medio Oriente/ Africa

104

Impsa

24

Europa

80

Mitsubishi

22

Nord America

79

FELS

21

Centro-Sud America/Caraibi

42

TCM

14

Paesi non specificati

36

Hyundai

9

 

Liebherr

9

Kuenz

2

Sumitomo

2

Paceco España

1

Non sorprende che la localizzazione di destinazione del maggior numero di gru da piazzale sia la Cina con 243 unità e non sorprende nemmeno che la ZPMC abbia il maggior numero di contratti relativi alla fornitura di tali unità (172). Tuttavia, la Noell Crane Systems (China) ha comportato un notevole impatto nel mercato cinese, assicurandosi ordinazioni per 66 RTGs e la Kalmar è penetrata nel mercato terminalistico cinese assicurandosi ordinazioni per cinque RTGs.

I nuovi sviluppi portuali in Corea hanno ingenerato ordinazioni per 63 nuove gru a cavaliere da piazzale, 54 delle quali sono RMGs, di cui 49 saranno prodotte dalla Doosan. Il numero complessivo delle RMGs da consegnare in tutto il mondo nel 2005 è di 99, con un incremento del 180% rispetto alle cifre del 2004. Lo ECT di Rotterdam ha ordinazioni per 40 RMGs (o gru impilatrici automatiche nella variante Kalmar) che andranno ad aggiungersi a quella che già costituisce la maggiore flotta mondiale di questo tipo di equipaggiamento.

L’incremento nelle consegne di RMG potrebbe senz’altro riflettere la tendenza verso una maggiore automazione, subito o tra qualche tempo in futuro. Malgrado la sempre maggiore raffinatezza dei congegni di deviazione a disposizione delle RTGs, si ritiene ancora diffusamente che le RMGs siano la scelta prediletta quando viene programmata una automazione.

La zona del Golfo Persico/Medio Oriente/Africa adesso totalizza 104 ordinazioni di nuove gru da piazzale. La Konecranes dispone di contratti per la fornitura di 24 gru ad Israele, mentre Dubai ha ben 74 RTGs sotto ordinazione presso la ZPMC.

Gli affermati porti europei e statunitensi, con ordinazioni per 80 e 79 gru rispettivamente, 27 delle quali sono destinate in Canada, presentano un incremento del 100% rispetto allo scorso anno, il che, senza dubbio, riflette gli incrementi produttivi e costituisce una risposta ai timori di una crescente congestione.

Le ordinazioni per la zona Centro-Sud America/Caraibi, attestate a 42, sono un piccolo aumento rispetto allo scorso anno; i porti brasiliani hanno ordinato 23 gru, mentre 12 sono quelle destinate a Panama.
(da: CargoSystems, aprile 2005, pag. 23)




ABB Marine Solutions


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Año XXIII
Número 5/2005

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail