ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 ottobre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07.21 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 10/2010 - OTTOBRE 2010

Trasporto ferroviario

Nuovo deposito dà impulso alle ferrovie cinesi

È stato inaugurato un altro dei 18 terminal container ferroviari interni della Cina.

Secondo la YBS (Yangtze Business Services), il Wuhan Rail Container Hub dalla capacità di 1,6 milioni di TEU ha movimentato il proprio primo treno containerizzato a settembre e collega Wuhan con la ferrovia Pechino-Guangzhou, così come con i terminal fluviali di Yangsi e Yangluo sul fiume Yangtze.

La YBS ha sottolineato che ciò consente "un transito scorrevole di contenitori dai treni alle chiatte".

I caricatori di Wuhan, inoltre, trarranno presto vantaggio dalla nuova linea ferroviaria ad alta velocità per passeggeri che collega la città a Chongqing e che dovrebbe essere inaugurata a novembre, dal momento che essa libererà capacità sull'attuale binario, che potrà quindi essere dedicato al trasporto di contenitori.

La Cina sta immettendo un enorme quantitativo di capitali nello sviluppo del trasporto ferroviario.

Tutti e 18 i suoi depositi terrestri in fase di sviluppo da parte della China United International Rail Container Company Ltd (che appartiene al Ministero delle Ferrovie cinese) dovrebbero essere completamente operativi entro il 2012.

I depositi di Kunming, Zhengzhou, Chongqing e Dalian sono già in funzione.

Secondo il Consiglio di Coordinamento dei Trasporti Transiberiani, il numero dei contenitori movimentati complessivamente per ferrovia dalla Cina alla Russia è balzato verso l'alto del 25% nella prima metà del 2010 sino a 96.500 TEU.
(da: Containerisation International, 01.10.2010)



ABB Marine Solutions


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail