ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 dicembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08.15 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 10/2010 - OTTOBRE 2010

Trasporto stradale

Aumento del 20-30% in vista per le tariffe autostradali dei camion nell'Unione Europea

I ministri dell'Unione Europea hanno votato a favore di nuove regole comunitarie finalizzate a consentire agli Stati membri di far pagare ai veicoli pesanti non solo i costi dell'infrastruttura, come accade attualmente, ma anche un onere aggiuntivo per coprire i costi dell'inquinamento atmosferico ed acustico.

Si dice che la proposta di revisione dell'attuale "Direttiva sull'Eurovignetta" consentirà agli Stati membri di gestire meglio i problemi di congestionamento, con una nuova flessibilità per differenziare gli oneri applicati ai veicoli pesanti in diversi periodi del giorno.

Siim Kallas, vice presidente della Commissione Europea responsabile per i trasporti, fa notare: "Si tratta di un importante passo avanti nella direzione giusta.

Esso fa parte di un sistema molto più ampio finalizzato a creare un contesto finanziario "leale" per i trasporti, settore in cui i prezzi relativi alle diverse modalità di trasporto riflettono i costi reali per la società e per i contribuenti.

Queste nuove regole inviano segnali corretti agli operatori.

Lo scopo è quello di incentivare un cambiamento comportamentale, di modo che le imprese investano liberamente in logistica maggiormente efficiente, in veicoli meno inquinanti ed in trasporti più sostenibili".

Affinché tale normativa possa entrare in vigore, il testo concertato fra i ministri dei trasporti deve essere prima presentato al Parlamento Europeo e dev'essere votato dai suoi membri.

Successivamente, ciascuno Stato membro potrà decidere quale sarà l'importo dell'onere aggiuntivo da pagare.

Al momento attuale, circa 30.000 km delle autostrade dell'Unione Europea sono soggette a pedaggio, e solo la metà di loro sono presenti nella rete TEN-T, ricadendo così nel raggio d'azione dell'attuale "Direttiva sull'Eurovignetta".

Ai sensi della direttiva sottoposta a revisione, il provvedimento riguarderà tutte le autostrade.

Gli attuali pedaggi autostradali variano tipicamente da 15 a 25 centesimi a km a seconda del tipo di camion e di rete.

La nuova direttiva dovrebbe autorizzare gli Stati membri ad incrementare questi oneri dal 20% al 30%, nel caso lo approvassero.

Per le strade situate al di fuori del raggio d'azione della "Direttiva sull'Eurovignetta", si applica il principio di sussidiarietà.

Ciascun paese dovrà decidere se, ed a quale livello, gli oneri dovranno essere applicati.

In particolare, il pedaggio sul congestionamento urbano - come quelli esistenti a Londra ed a Stoccolma - non sono compresi nella direttiva.

Non sorprende il fatto che gli autotrasportatori ed i caricatori abbiano protestato aspramente contro la nuova proposta di legge; Nicolette van der Jagt, segretario generale dell'ESC, afferma al riguardo: "L'impatto di questa proposta, se verrà implementata, potrebbe essere notevole per l'economia europea, in particolare per quelle regioni in cui semplicemente non esiste alcuna alternativa praticabile o pratica al trasporto stradale".

Continua la van der Jagt: "Il settore non ritiene che affrontare i problemi del congestionamento, del rumore e degli incidenti stradali costituiscano obiettivi importanti.

Ciò, invece, si potrebbe conseguire in modo migliore affrontando le cause di ognuno di tali problemi, piuttosto che limitarsi a cercare una cura dei sintomi una volta che il danno è fatto".
(da: ci-online.co.uk, 19.10.2010)



ABB Marine Solutions


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail