ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:09 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 5/2011 - MAGGIO 2011

Porti

Gioia Tauro perde la Maersk

Il porto italiano di Gioia Tauro rischia di perdere qualcosa come il 25% delle proprie attività, pari a 2,85 milioni di TEU, quando la Maersk Line ritirerà essenzialmente i propri servizi residui Asia/Europa dal porto ed interromperà tutte le attività di collegamento con il porto medesimo.

Un portavoce della Maersk ha spiegato: “La decisione si fonda sui nostri continui sforzi finalizzati ad ottimizzare la nostra rete di servizi.

Ci preme assicurare che essa riflette le esigenze del mercato, così da procurarci le operazioni più razionali dal punto di vista dei costi e della concorrenza.

Abbiamo diminuito il nostro uso di Gioia Tauro nel corso degli ultimi due anni ed oggi non disponiamo del volume critico per poter designare Gioia Tauro quale hub di trasbordo nell'ambito della nostra rete.

Da luglio, i carichi dall'Asia ai mercati del Mediterraneo centrale saranno trasbordati a Malta, dove useremo a nostro vantaggio l'accordo di condivisione degli spazi con la CMA CGM (e ci serviremo di Marsaxlokk).

I carichi dall'Asia ai mercati in rapida crescita del Mediterraneo Orientale, specialmente Turchia e Mar Nero, nel corso degli anni sono stati sempre più trasbordati via Port Said, in Egitto, che per la Maersk rappresenta una localizzazione più conveniente”.

La Maersk per questa attività utilizza il Suez Canale Container Terminal, il cui controllo maggioritario appartiene alla sua società gemella, la APM T (APM Terminals).

Anche se questa infrastruttura potrebbe conseguire qualche traffico in più in seguito all'ultima iniziativa della Maersk, anche la APM T, peraltro, subirà qualche perdita, dato che detiene il 33% del complesso Medcenter di Gioia Tauro.

Gli altri due terzi sono controllati dalla Contship Italia, che fa parte del gruppo Eurogate.

Gioia Tauro negli ultimi anni ha dovuto affrontare diverse sfide negli ultimi anni, fra le quali hanno comportato problemi il ritardo dei lavori di dragaggio e le incerte relazioni sindacali.

Anche se i volumi di traffici sono rimasti stabili nel 2010 rispetto al 2009, per 2,85 milioni di TEU, essi sono stati ben al di sotto del record fatto registrare dal porto nel 2008, con 3,46 milioni di TEU movimentati.
(da: cargosystems.net, 31.05.2011)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail