ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:48 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 5/2011 - MAGGIO 2011

Trasporto ferroviario

Incursione della Commissione Europea alla Deutsche Bahn

La Commissione Europea ha confermato che gli uffici della DB (Deutsche Bahn) sono stati assoggettati ad ispezione.

In un comunicato del suo ufficio stampa si legge: “Siamo in grado di confermare le notizie apparse sulla stampa tedesca secondo cui questa settimana, in data 29 marzo, funzionari della Commissione hanno condotto ispezioni senza preavviso preso i locali della Deutsche Bahn AG ed alcune delle sue consociate.

La Commissione ha ragione di ritenere che la Deutsche Bahn AG possa avere violato le regole anti-trust dell'Unione Europea che vietano l'abuso di posizioni di mercato dominanti, ai sensi dell'art. 102 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.

Le ispezioni senza preavviso costituiscono un provvedimento preliminare in caso di sospetto di pratiche anticoncorrenziali”.

Si è affermato al riguardo che il gruppo Deutsche Bahn, ed in particolare la Deutsche Bahn Energie, il solo fornitore de facto di elettricità per la trazione dei treni in Germania, starebbe concedendo un trattamento di favore alla branca di trasporto merci ferroviario del proprio gruppo.

I dirigenti della Commissione erano accompagnati dalle loro controparti dell'autorità tedesca per la concorrenza.

Prosegue il Comunicato: “Il fatto che la Commissione effettui tali ispezioni non significa che le società siano colpevoli di comportamenti anticoncorrenziali né pregiudica l'esito dell'indagine stessa.

La Commissione rispetta il diritto di difesa ed in particolare il diritto delle società di essere ascoltate nel corso dei procedimenti anti-trust.

Non vi è alcun termine giuridicamente vincolante per il completamento delle inchieste inerenti alle condotte anticoncorrenziali.

La loro durata infatti dipende da un certo numero di fattori, fra i quali la complessità di ciascun caso, la misura in cui l'impresa in questione collabora con la Commissione e l'esercizio del diritto di difesa”.

Monika Heiming, portavoce della ERFA (Associazione Europea Ferrovie Merci), gruppo lobbistico delle società ferroviarie private di trasporto merci, alcune delle quali fanno concorrenza alla DB Schenker in Germania, sottolinea: “Noi siamo del tutto a favore di questa indagine, dal momento che i nostri membri da lungo tempo chiedono una maggiore chiarezza in ordine alla struttura tariffaria della DB e nutrono sospetti sul funzionamento del suo sistema di sconti.

Sarebbe previsto che le infrastrutture ferroviarie tedesche ed i servizi correlati fossero assicurati su base neutrale a tutte le società ferroviarie, ma è difficile per organizzazioni come le nostre controllare con i nostri mezzi che ciò avvenga”.

Quando le infrastrutture ferroviarie dell'Unione Europea furono liberalizzate, l'attenzione principale della normativa in materia venne concentrata sulle procedure atte a consentirne l'agevole accesso alle infrastrutture ferroviarie di ciascun paese.

Non venne invece prestata abbastanza attenzione alla corretta fornitura dei servizi ausiliari, quali la fornitura del carburante e dell'energia.

Tale questione è stata ora affrontata dalla recente proposta di revisione della precedente normativa da parte della Commissione Europea.
(da: Containerisation International, 01.05.2011)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail