ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

16. September 2019 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 12:19 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 9/2011 - SETTEMBRE 2011

Porti

I programmi di Anversa per una ulteriore espansione

Il porto di Anversa si aspetta dare il via alla costruzione del proprio ampiamente annunciato canale dalla banchina Deurganck alle banchine di ormeggio Doel, Verrebroek, Vrasene, Nord e Sud, situate al di là di essa, nel giro di poche settimane.

Il canale, che contiene le più grandi chiuse del mondo, è necessario perché l'attuale accesso alle banchine vicine è troppo stretto per le navi grandi.

La nuova chiusa, da scavare attraverso la parte terminale della banchina Deurganck, rappresenta un investimento stimato di 340 milioni di euro e dovrebbe diventare operativa nel 2016.

Eddy Bruyninckx, c.e.o. dell'Autorità Portuale di Anversa, fa notare: "L'importanza della nuova chiusa non può essere troppo enfatizzata.

Il nostro canale d'accesso al mare è già stato notevolmente migliorato grazie al dragaggio della Schelda, e ora con la seconda chiusa saremo in grado di sviluppare ulteriormente il nostro porto sulla riva sinistra".

Al momento attuale l'accesso alle banchine è di poco interesse per i fornitori di servizi containerizzati, dal momento che la banchina Deurganck può ancora disporre di un sacco di capacità terminalistica per contenitori inutilizzata.

Tuttavia, essa potrebbe essere interessante per coloro che desiderino costruire i propri terminal contenitori in futuro, compresa la MSC, il cui terminal di proprietà sulla riva destra, dietro al più grande varco di accesso artificiale del mondo, la chiusa Berendrecht, è al completo.

La MSC resta leggermente in dubbio su come risolverà tale situazione, sebbene essa stia utilizzando sempre più il terminal DDT della ECT a Rotterdam, apparentemente in procinto di straripare.

Chiaramente non potrà attendere sino al 2016 per una soluzione a lungo termine.

La BEI (Banca Europea d'Investimento) si è assunta il compito di finanziare il 50% della realizzazione della nuova chiusa, sino ad un massimo di 160,5 milioni di euro.

Il residuo ammontare è stato messo assieme dalla Regione delle Fiandre e dall'Autorità Portuale.

Il ministro dei trasporti e dei lavori pubblici fiammingo Hilde Crevits ha dichiarato: "Al momento attuale l'unico accesso dal mare al complesso delle banchine dietro alla banchina Deurganck è quello attraverso la chiusa Kallo.

Il nuovo investimento offre una risposta non solo ai crescenti volumi di traffico marittimo sulla riva sinistra ma anche a dimensioni di navi maggiori.

Inoltre, una seconda chiusa ci permetterà una maggiore sicurezza nelle operazioni di quello che è il secondo porto d'Europa, contribuendo a conservare la sua posizione competitiva".

La chiusa Deurganckdock, con la sua profondità di 17,8 metri, sarà più profonda della chiusa Berendrecht, al di sotto del livello locale.
(da: ci-online.co.uk, 16.09.2011)



PSA Genova Pra'


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Seite zurück

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it