ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 March 2019 The on-line newspaper devoted to the world of transports 15:33 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 9/2011 - SETTEMBRE 2011

Leasing

I noleggiatori tengono il ritmo anche nel 2011

Tutte le principali società di leasing hanno riportato buoni risultati commerciali nella prima metà del 2011 alla luce dell'entrata in servizio di nuovo equipaggiamento e della continua stabilità delle tariffe giornaliere.

I livelli di utilizzazione hanno raggiunto posizioni da record in molti casi e la domanda da parte del mercato secondario è stata sostenuta.

Ciò ha comportato una forte crescita del fatturato e dei profitti, mentre gli investimenti in nuovo equipaggiamento, che hanno raggiunto percentuali da record nel 2010, sono rimasti cospicui nei mesi iniziali dell'anno.

Si era diffusa la sensazione che lo scenario commerciale stesse continuando a riprendersi dalla recessione del 2008/09 e che i vettori marittimi avessero ancora priorità altrove, vale a dire rimettere a posto i bilanci in sofferenza ed ordinare nuove navi, piuttosto che comprare nuovi contenitori.

Tuttavia, all'approssimarsi del secondo trimestre del 2011, le sensazioni avevano cominciato a mutare e John Maccarone, presidente e c.e.o. della Textainer - il maggior noleggiatore mondiale di container marittimi - era uno di quei dirigenti che avevano avvisato circa la possibilità di una flessione, in particolare nel settore dei contenitori per carichi secchi.

Aveva infatti dichiarato: "Anche se l'utilizzazione dei container presenti nella flotta continua a restare a livelli alti da record, la domanda di nostri nuovi container standard per carichi secchi ha iniziato a rallentare nel corso del secondo trimestre.

Noi non abbiamo ordinato nessun contenitore standard per carichi secchi per la produzione di luglio o agosto poiché avevamo a disposizione una grossa fornitura di nuova produzione a giugno".

Aggiunge Maccarone: "A meno che la tradizionale alta stagione non si verifichi ad agosto e settembre, è improbabile che ordineremo nuovi container standard per carichi secchi nei prossimi mesi.

Al contrario, la domanda di contenitori refrigerati resta sostenuta.

Abbiamo già ordinato più del doppio di container refrigerati in consegna a dicembre di quest'anno rispetto a quelli ordinati in ciascuno di tutti e tre gli interi anni precedenti".

Brian Sondey, presidente e c.e.o. della TAL che ha coordinato una crescita di oltre il 400% di profitti netti nella prima metà del 2011, riecheggia pensieri simili, notando come l'alta stagione marittima di quest'anno sia stata "di gran lunga più breve di quanto molti dei nostri clienti non avessero previsto e come il prelievo di nuovi contenitori per carichi secchi destinati al noleggio nel 2011 sia stato minore di quanto non ci si aspettasse".

Di conseguenza, la TAL ha altresì rallentato il ritmo delle proprie acquisizioni di container nuovi.

Malgrado l'apparente attenuazione dei volumi di traffico, il dirigente rimane relativamente ottimista circa le prospettive dell'intera annata della società.

"Il bilancio fra offerta e domanda per i container resta generalmente in equilibrio e dal momento che i prezzi dei contenitori vuoti restano alti rispetto al normale, ci aspettiamo che la maggior parte dei nostri clienti si mantenga prudente per quanto attiene l'effettuazione di ordini per nuovi contenitori" afferma Sondey.

"Ci si aspetta che la nostra metrica operativa chiave resti sostenuta nel corso del 2011".

Aggiunge poi Sondey: "Finanziariamente, la crescita delle nostre entrate da leasing dovrebbe accelerare nel terzo trimestre, dal momento che possiamo trarre vantaggio da un intero periodo di entrate da leasing sui container messi a noleggio nel secondo trimestre e dal momento che i container commissionati per il leasing continuano ad essere noleggiati".

Alla SeaCube, il c.e.o. Joseph Kwok ha affermato di continuare a confidare nel settore del noleggio di contenitori reefer in cui la società ha una presenza assai rilevante.

"Nel corso del 2011, fino ad oggi, abbiamo ordinato approssimativamente 400 milioni di dollari USA di nuovo equipaggiamento, oltrepassando l'ammontare che avevamo investito nel 2010 ed i nostri piani originali per il 2011" dichiara.


RISULTATI PROVVISORI (PRIMA METÀ 2011)
DI UNA SELEZIONE DI NOLEGGIATORI DI CONTENITORI

Società

Entrate

Camb. %
prima metà 2010

EBITDA

Camb. %
prima metà 2010

Profitti
netti

Camb. %
prima metà 2010

CAI International

56,5

73,60

35,9

20,90

23,7

171,40

SeaCube

77,7

16,20

113,6

8,10

18,4

26,90

TAL International

244,7

46,50

228,4

57,70

55,8

426,40

Textainer

196,9

36,50

156,4

60,70

88,9

80,30

Note: i dati sono espressi in milioni di dollari USA a meno che non sia altrimenti specificato.

Fonte: Società


Kwok indica che l'attuale programma inerente al capitale destinato a nuovo equipaggiamento potrebbe essere completato entro novembre e che le future acquisizioni potrebbero essere quindi concentrate sul settore dei reefer.

La SeaCube è una ditta affermata in questo settore del mercato del leasing; la società è stata costituita attraverso acquisizioni quali la Carlisle Leasing e la Magnum Lease con sede a Hong Kong.

Spiega Kwok: "Abbiamo intenzione di trarre vantaggio dai favorevoli fondamenti del settore e dalla posizione ulteriormente rafforzata della SeaCube quale maggior noleggiatore mondiale di contenitori refrigerati".
(da: Containerisation International, 01.09.2011)



ABB Marine Solutions Evergreen Line


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail