ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:05 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 15 MAGGIO 2012

Trasporto marittimo

La Hapag-Lloyd incrementa i ricavi nel primo trimestre 2012

Malgrado le persistenti difficoltà nel settore, la Hapag-Lloyd ha ulteriormente incrementato i propri volumi di trasporto ed i ricavi nel primo trimestre del 2012.

La tariffa media di nolo è stata di 1.484 dollari USA/TEU nel primo trimestre, con un ribasso del 5% circa rispetto alla cifra dell'anno precedente pari a 1.563 dollari USA/TEU.

I ricavi sono stati complessivamente pari ad 1,6 miliardi di euro nei primi mesi di quest'anno, con una crescita dell'8% rispetto al primo trimestre del 2011.

Ciò è attribuibile ad un incremento dell'11% circa dei volumi di trasporto, che sono aumentati sino a 1,32 milioni di TEU.

Il prezzo del bunker è nuovamente schizzato in alto nel periodo da gennaio a marzo.

Esso è stato in media di 667 dollari USA/tonnellate e pertanto è stato più elevato del 31% rispetto all'anno scorso.

Ciò ha ingenerato costi aggiuntivi del bunker ed altri incrementi dei costi correlati alle fonti energetiche nel primo trimestre in esame – specialmente se considerati unitamente alle attività di raccordo e di trasporto interno – che hanno depresso i rendimenti di assai più di 150 milioni di dollari USA rispetto al primo trimestre del 2011.

Alla fine di gennaio, la Hapag-Lloyd ha deciso di incrementare considerevolmente le proprie tariffe a partire dal 1° marzo al fine di compensare la repentina crescita dei costi energetici.

Essa ha poi annunciato che ulteriori incrementi dei prezzi sarebbero entrati in vigore ad aprile, maggio e giugno.

Gli incrementi dei prezzi a venire comporteranno conseguenze solo sui guadagni a partire dal secondo trimestre e non sono sufficienti a bilanciare completamente le spese aggiuntive attualmente indotte dagli alti prezzi del bunker e da altri costi di trasporto correlati alle fonti energetiche.

Questo ha comportato un risultato poco soddisfacente nel primo trimestre, quando le attività vanno tradizionalmente al rilento.

A causa dei costi energetici più elevati, il margine operativo lordo è stato di -21,1 milioni di euro.

Il risultato ante oneri finanziari corretto è ammontato a -99,5 milioni di euro.

Dedotti imposte ed interessi, il gruppo ha fatto registrare un risultato di -132,4 milioni.

Il primo trimestre è sempre stato la stagione più a rilento per le linee di navigazione, dal momento che la domanda di servizi di trasporto è normalmente più bassa, in gran parte a causa delle festività del Nuovo Anno cinese, quando le fabbriche in Cina sono chiuse per diverse settimane.

Malgrado l'investimento di 350 milioni di euro in naviglio nel primo trimestre, la Hapag-Lloyd può ancora vantare una struttura finanziaria molto solida.

Le partecipazioni ammontavano a 3,1 miliardi di euro al 31 marzo, con un rapporto prossimo al 48%.

Al 31 marzo scorso, la Hapag-Lloyd impiegava 6.932 dipendenti in tutto il mondo e disponeva di una flotta di 143 moderne portacontainer con una capacità complessiva di 659.000 TEU.

Ciò fa attualmente della Hapag-Lloyd la quarta compagnia di navigazione di linea al mondo.
(da: worldmaritimenews.com, 10.05.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail