ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 luglio 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01.05 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 30 MAGGIO 2012

Trasporto marittimo

Le linee di navigazione decise ad aumentare le tariffe

Secondo gli esperti, i vettori marittimi sono decisi a fare pressioni per ottenere maggiori incrementi tariffari allo scopo di estinguere qualsiasi percezione nel mercato che i prezzi stiano calando.

Lloyd's Loading List.com il 28 maggio scorso ha riportato che il calo della settimana precedente delle tariffe correnti per il trasporto merci containerizzato sulla direttrice di traffico Asia-Europa stava ad indicare che la solidarietà delle linee di navigazione in ordine ai GRIs (Incrementi tariffari generali) potrebbe logorarsi.

Peraltro Lars Jensen, c.e.o. e socio della SeaIntel Maritime Analysis, ha dichiarato al riguardo: “C'è un limite alla soglia di diminuzione che le tariffe potrebbero raggiungere ed io non penso che assisteremo allo spettacolare declino sino al livello che abbiamo registrato alla fine dell'anno scorso.

Nel 2011, per i vettori si trattava di conservare ed incrementare la quota di mercato.

Quest'anno, si tratta di conseguire profitti ed i vettori faranno tutto ciò che potranno per sopravvivere.

Se ci fossero segnali di una spirale verso il basso delle tariffe, i vettori assumerebbero delle iniziative, che potrebbero consistere in dismissioni di naviglio oppure in un maggior ricorso alla navigazione super-lenta.

Io penso che lo scenario peggiore per i vettori sarebbe quello in cui le tariffe diminuissero di poche centinaia di dollari per TEU rispetto a dove sono adesso: qualsiasi cosa in più e si troverebbero nuovamente in una situazione negativa”.

Jensen afferma che, nell'ambito del gioco delle trattative, le linee di navigazione dovrebbero continuare a spingere per un'impennata delle tariffe “al fine di creare un clima in cui ci sia un'anticipazione degli incrementi tariffari di prossima realizzazione, quando, in effetti, il vero scopo di questi annunci sarebbe quello di mantenere le tariffe ai livelli attuali e di evitare la loro diminuzione”.

Aggiunge poi: “Esse non possono permettere che prenda campo la percezione che le tariffe stiano scendendo”.

Martin Dixon, direttore ricerche e comparazione delle tariffe di nolo alla Drewry, afferma: “L'opinione della Drewry è che le tariffe occasionali di mercato abbiano raggiunto l'apice, dopo una crescita tumultuosa nel corso degli ultimi mesi: le tariffe Asia-Europa erano aumentate di quasi quattro volte tanto all'inizio di maggio dalla fine dell'anno scorso.

I vettori continueranno nei loro tentativi di guidare verso l'alto le tariffe ed è probabile che conseguano qualche successo.

Tuttavia, l'impennata dei prezzi sta perdendo slancio dal momento che si sta rimettendo in funzione più tonnellaggio in previsione dell'alta stagione, rispetto ad una precedente situazione di debole crescita della domanda.

Molto dipende da quanta capacità i vettori sceglieranno di dismettere, ma la Drewry si aspetta che le tariffe correnti si attenuino nel corso della seconda metà dell'anno, e questa opinione coincide con le curve sia dello SCFI che del World Container Index”.
(lloydsloadinglist.com, 29.05.2012)



FIORE ABB Marine Solutions Salerno Container Terminal


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail