ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 agosto 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08.50 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 29 GIUGNO 2012

Logistica

La concezione logistica della M&S

Jason Keegan, capo della logistica del dettagliante M&S (Marks and Spencer), con sede nel Regno Unito, vorrebbe qualcosa di più dalle sue linee di navigazione.

Parlando in occasione dell'evento “TOC Container Supply Chain” svoltosi ad Anversa, Keegan ha chiesto ai vettori marittimi di essere “davvero innovativi” e di offrire soluzioni per le problematiche dei caricatori.

Anche se i vettori marittimi hanno costituito un elemento decisivo nella filiera della distribuzione della M&S, Keegan si è chiesto se il cliente fosse davvero al centro di ciò che essi stavano facendo e perché lo stessero facendo.

“Per conto mio, la navigazione lenta non è un'innovazione, dal momento che essa costa alla M&S un sacco di soldi in capitale di lavoro” ha dichiarato.

“E quanto all'affidabilità, perché essa è così scarsa? Nel Regno Unito, noi facciamo viaggiare 1.600 camion per la nostra attività di distribuzione secondaria ed il 98% di loro arriva in orario”.

Continua Keegan: “Quello che davvero mi innervosisce è quando leggo sulla stampa di un cambio e/o una chiusura di un servizio di cui il mio vettore non mi aveva avvertito.

Per favore, provate a pensare come i vostri clienti e, inoltre, mettiamo fine a tutti questi repentini su e giù delle tariffe di nolo”.

Parlando francamente delle attività della M&S, Keegan ha detto che gli piacerebbe anche sedersi attorno ad un tavolo con i terminal e/o le autorità portuali per comprendere meglio come sono stati calcolati gli oneri di movimentazione terminalistica.

“Avrei proprio bisogno di arrivare ad una migliore comprensione degli elementi di costo nella mia filiera della distribuzione” ha affermato Keegan alla conferenza.

Quanto alle soluzioni innovative, Keegan ha dichiarato che gli piacerebbe essere in grado di utilizzare i contenitori che movimentano i carichi della M&S dall'Estremo Oriente all'Europa in un modo maggiormente orientato alla filiera della distribuzione.

Precisa poi Keegan: “Mi piacerebbe di essere in grado di scaricare qualche carico a Colombo, nello Sri Lanka, per i nostri negozi in Asia meridionale, e poi avviare i contenuti alla volta dei nostri centri di distribuzione nell'Inghilterra meridionale prima di inoltrare il container in Scozia per i nostri negozi in loco.

Il container potrebbe poi essere utilizzato per portare il whisky in Asia.

Anche se la M&S non è il maggior utente di contenitori del mondo, i suoi traffici annuali stanno crescendo, dal momento che la sua iniziativa nei mercati esteri sta prendendo velocità.

Attualmente, i volumi del dettagliante del Regno Unito ammontano a circa 37.000 TEU all'anno.
(da: lloydsloadinglist.com, 15.06.2012)



ABB Marine Solutions


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail