ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 12:05 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXX - Numero 15 OTTOBRE 2012

Trasporto marittimo

I problemi del trasporto marittimo di contenitori sono “auto-inflitti”

Secondo un rapporto di recente pubblicazione, le scarse prestazioni del settore del trasporto marittimo di contenitori nel 2011 e le sue continue difficoltà nel 2012 sono in prima istanza il risultato di uno squilibrio fra offerta e domanda auto-inflitto, che innesca una dura concorrenza e guerre tariffarie.

Peraltro, secondo il rapporto “Tracciare un nuovo corso: ristabilire la redditività nel trasporto marittimo di contenitori”, pubblicato il 10 ottobre scorso dal BCG (Boston Consulting Group), i vettori possono riprendersi dalle perdite subite nel corso delle recenti guerre tariffarie mediante l'adozione di prassi imprenditoriali maggiormente disciplinate.

Il rapporto suggerisce che il settore sta danneggiando la propria economia per il fatto di “seguire prassi mal indirizzate, in special modo quelle che comportano effetti sulla capacità e sulle decisioni in ordine ai prezzi”.

Fortunatamente, affermano gli autori del rapporto, i vettori hanno l'opportunità di affrontare queste problematiche e di migliorare le proprie prestazioni.

Ulrik Sanders, partner anziano del BCG e coautore del rapporto, afferma: “I vettori non dovrebbero rassegnarsi ad accettare le volubili prestazioni finanziarie sperimentate negli ultimi anni.

Sebbene sia vero che i vettori sono esposti alle forze di mercato che rendono la redditività difficile da sostenere, essi possono superare queste difficoltà adottando il giusto assortimento di disciplina e diligenza per ciascun aspetto dell'attività”.

Il coautore Dinesh Khanna ha dichiarato: “I vettori non possono più fare affidamento su un approccio del tipo taglia unica.

Essi devono decidere come e quando fare concorrenza mediante l'analisi delle componenti del profitto e dei costi inerenti al servizio di specifici mercati e clienti.

In definitiva, i vettori devono smetterla di prendere decisioni in primo luogo sulla base dei livelli di capacità ed utilizzazione” aggiunge Lars Færste, un altro coautore del rapporto.

“Il settore deve trovare il modo di fare soldi in periodi di offerta eccessiva mediante l'adozione di tutte le opzioni atte a conseguire una disciplina inerente alla capacità.

Queste iniziative comprendono non solo la lenta navigazione, il fermo delle navi e la rottamazione del tonnellaggio, ma anche servizi di tariffazione intelligenti.

Inoltre, i vettori non devono esitare ad abbandonare un'attività che non fa conseguire risultati economici”.

Si può scaricare la copia del rapporto sul sito www.bcgperspectives.com.
(da: lloydsloadinglist.com, 11.10.2012)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail