ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 00:04 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 GENNAIO 2015

STUDI E RICERCHE

I MAGGIORI VETTORI MONDIALI SONO CRESCIUTI DI NUOVO L'ANNO SCORSO CON L'ARRIVO DI PORTACONTAINER SEMPRE PIÙ GRANDI

Secondo l'esame della flotta 2014-2015 relativo ai primi 20 vettori marittimi condotto da Alphaliner, la Maersk Line ha incrementato la propria capacità cellulare complessiva di 318.000 TEU nel 2014 per 2,89 milioni di TEU, equivalenti a 604 navi ed in espansione del 12% rispetto al 2013.

La MSC - seconda maggiore linea di navigazione containerizzata del mondo nonché socia della Maersk Line nell'alleanza est-ovest 2M che prestò sarà lanciata - ha accresciuto la propria capacità operativa della più modesta cifra di 168.000 TEU, ovvero il 7% in più nel 2014, sino a raggiungere 2,54 milioni di TEU per una flotta di 497 navi di proprietà e noleggiate.

Tuttavia, Alphaliner nota che la MSC si accinge a ricevere 30 nuove navi quest'anno con una capacità complessiva di 357.000 TEU - incluse sei unità da 19.200 TEU in noleggio a lungo termine - che potrebbero far sì che il vettore con sede a Ginevra sorpassi la Maersk nella classifica mondiale, quanto meno in termini di capacità.

Ciò detto, in seguito alla consegna definitiva delle sue 20 ammiraglie Triple-E da 18.300 TEU, è probabile che la Maersk annunci un nuovo programma di ristrutturazione della flotta che comprenderebbe una combinazione di navi di proprietà e navi noleggiate in entrata.

La domanda è: quanto è importante per la direzione della Maersk che la linea di navigazione conservi la propria posizione in cima alla classifica?

La terza classificata CMA CGM (escludendo l'ancora da completare acquisizione della OPDR) ha fatto compiere alla sua flotta un balzo del 9% nel 2014, avendo aggiunto 139.000 TEU fino a 1,6 milioni di TEU per 446 navi.

Il vettore francese quest'anno prenderà in consegna nuove navi: si tratta di 25 unità, equivalenti ad ulteriori 268.800 TEU.

La CMA CGM si aggregherà alla CSCL ed alla UASC per lanciare l'alleanza O3 (Ocean Three) a metà di gennaio ed anche i due partner sopra citati hanno visto aumentare le proprie flotte nel 2014, con la CSCL che ha incrementato la propria capacità cellulare del 14% sino a 674.000 TEU e la UASC del 25% per 350.000 TEU, mentre si sta preparando quest'anno ad una iniezione di steroidi di navi portacontainer ultra-grandi.

La “nuova” Hapag-Lloyd, che ha incorporato le attività containerizzate della CSAV alla fine dello scorso anno, adesso si attesta al quarto posto della classifica mondiale con una capacità di 980.000 TEU.

Tuttavia, la sua flotta combinata in realtà si è contratta del 2%, ovvero di 18.000 TEU, in conseguenza della razionalizzazione derivante dalla fusione.

La Evergreen, che è stata superata dalla Hapag-Lloyd attestandosi al quinto posto nella classifica mondiale, ha persistito nella propria “aggressiva espansione” nel 2014, aggiungendo 187.000 TEU di tonnellaggio di nuova costruzione sino a raggiungere 945.000 TEU di capacità.

In questa cifra sono comprese unità da 13.800 TEU in noleggio a lungo termine e ciò ha rappresentato un cambiamento di strategia per il vettore taiwanese che finora aveva evitato di entrare nel club delle navi portacontainer ultra-grandi.

Il più notevole calo di capacità fra i vettori di punta è stato quello della APL che ha ridotto la propria flotta operativa del 12% sino a 562.000 TEU e che ora si posiziona ad una modesta decima posizione nella classifica mondiale.

Alphaliner fa notare che la politica di riduzione della capacità della APL, che ha compreso la riconsegna dell'imponente quantitativo di 155.000 TEU di tonnellaggio noleggiato, non è riuscita a contenere le perdite in cui è incorsa la propria società-madre NOL, che si sono ampliate per 175 milioni di dollari nei primi nove mesi del 2014 rispetto ai 61 milioni di dollari del medesimo periodo dell'anno precedente, mettendo così il coperchio ad un'annata “deprimente” per il vettore con sede a Singapore.
(da: thloadstar.co.uk, 6 Gennaio 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail