ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 May 2017 The on-line newspaper devoted to the world of transports 03:55 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 FEBBRAIO 2015

TRASPORTO MARITTIMO

LA MAERSK MANTIENE LA CORONA DI LINEA DI NAVIGAZIONE CONTAINERIZZATA PIÙ AFFIDABILE MENTRE SI PARLA DI ORDINAZIONI DI UNITÀ DA 20.000 TEU

Secondo la nuova ricerca pubblicata il 2 febbraio dalla società di analisi del settore SeaIntel, l'anno scorso la Maersk è stata nuovamente in cima alla classifica dell'affidabilità nel trasporto marittimo di linea.

I due primi posti sono stati conservati dalla Maersk e dalla Hamburg Süd nel corso di un'annata in cui 19 delle 20 maggiori linee di navigazione containerizzate hanno assistito al declino dell'affidabilità dei propri orari rispetto al 2013.

Il solo vettore ad invertire la tendenza è stata la CSAV, con il 77,8% delle sue navi in arrivo “in tempo” rispetto al 77% del 2013: risultato, questo, della sua limitata esposizione nei principali traffici est-ovest in cui gli operatori di linea hanno incontrato gran parte dei loro problemi relativi agli orari.

La Maersk e la Hamburg Süd hanno riportato un punteggio di affidabilità pari rispettivamente all'83,7% ed all'82,2%.

Secondo il Wall Street Journal, si dice inoltre che la Maersk Line sia in trattative con cantieri navali asiatici in relazione ad una ordinazione sino a 10 mega-portacontainer per un valore complessivo di circa 1,5 miliardi di dollari.

Le navi avranno una capacità di circa 20.000 TEU che, se i rapporti sono esatti, farebbe riguadagnare alla linea di navigazione il titolo di proprietaria delle navi portacontainer più grandi del mondo.

Nel contempo, l'affidabilità media nel 2014 relativa ai primi 20 vettori è diminuita di 7,6 punti percentuali sino al 72,2%, dal momento che i vettori hanno avuto difficoltà a mantenere l'integrità degli orari a fronte delle avverse condizioni meteorologiche invernali nel Nord Europa e sulla costa orientale degli Stati Uniti nella prima parte dell'anno, nonché a causa degli ingorghi portuali che hanno afflitto i porti hub europei in estate e che continua ad tormentare molti dei principali hub asiatici.

Tuttavia, non sorprende quale sia il fattore che SeaIntel abbia indicato come il più decisivo: “L'incidente singolo che ha avuto le maggiori conseguenze sui vettori ed i caricatori nel 2014 è stata la grave congestione a Los Angeles, Long Beach e nei principali porti della costa nord-occidentale, problema che è ancora attuale” afferma la SeaIntel.

L'affidabilità nei traffici Asia-Nord Europa, Asia-Mediterraneo e transpacifico ha subito notevoli colpi.

L'Asia-Nord Europa è calato vertiginosamente di 13,8 punti percentuali rispetto al 2013 per un dato del 67,2%, mentre i traffici Asia-Mediterraneo sono diminuiti di 4,1 punti percentuali sino al 69,8%.

Rispetto ai traffici transpacifici, l'affidabilità è diminuita di 17,5 punti percentuali sino al 62,3% dato che la congestione portuale ha colpito la costa occidentale ed in alcuni punti si è estesa alla costa orientale.

Afferma la SeaIntel: “Il problema è iniziato a giugno con una carenza di trazione camionistica che ha contribuito al verificarsi di ritardi; successivamente, i vettori hanno riferito di ingorghi a Los Angeles/Long Beach e Vancouver a luglio, mentre a settembre si sono aggiunti alla lista New York e Norfolk.

A ottobre, Norfolk e New York sono stati rimossi dalla lista delle aree problematiche ed i vettori hanno iniziato a sperimentare ingorghi a Seattle e Tacoma, mentre alcuni servizi che effettuano scalo a Los Angeles/Long Beach sono stati sospesi dato che la congestione continuava.

Alla fine dell'anno i vettori hanno potuto concludere che la situazione a Los Angeles/Long Beach era peggiorata, con molte navi all'ancora in attesa di una finestra d'ormeggio e con la conseguenza dell'incremento dei tempi di lavorazione in porto; né la situazione è migliorata a Vancouver, Tacoma o Seattle, mentre anche Oakland è andata ad aggiungersi alla lista dei porti che devono affrontare una grave congestione”.

I vettori con le migliori prestazioni in questo traffico sono stati gli operatori di nicchia Matson, Hamburg Süd e Westwood Shipping.

La Matson è riuscita a conseguire un livello di affidabilità del 96,2% con i propri servizi Jones Act alla volta delle Hawaii.
(da: theloadstar.co.uk, 2 Febbraio 2015)



Est Europea Servizi Terminalistici CONTRANS


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail