ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 18:18 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 MARZO 2015

TRASPORTO INTERMODALE

IL TRASPORTO MERCI DALL'ASIA ALL'UNIONE EUROPEA: QUALE RUOLO PER L'INTERMODALITÀ?

Il 24 febbraio la CER (Community of European Railway and Infrastructure Companies) e la presidenza lettone dell'Unione Europea hanno organizzato congiuntamente un dibattito politico sul ruolo dell'intermodalità nel trasporto delle merci dall'Asia all'Unione Europea.

L'evento è stato una buona occasione per riflettere sugli attuali ostacoli che impediscono al trasporto combinato ferro-stradale di realizzare il proprio pieno potenziale e sui possibili provvedimenti politici finalizzati a rafforzare la competitività dei collegamenti terrestri euro-asiatici nei confronti dell'attualmente dominante rotta marittima.

Il dibattito è stato incentrato su come la tratta terrestre dall'Asia all'Europa possa costituire un'alternativa fattibile alle rotte marittime (via Canale di Suez o Capo di Buona Speranza).

La tratta terrestre è in grado potenzialmente di ridurre i tempi di viaggio sino a due terzi rispetto alle alternative marittime.

Inoltre, l'uso del trasporto combinato ferro-stradale può far diminuire il consumo di energia della medesima suddetta percentuale rispetto al trasporto marittimo ed in misura notevolmente maggiore rispetto al trasporto merci per via aerea e ciò contribuisce agli obiettivi ambientali dell'Unione Europea ed alle ambizioni del Libro Bianco del Trasporto.

Il vice segretario di stato del Ministero dei Trasporti lettone Dins Merirands afferma: "Anche se la maggior parte dei traffici fra Asia ed Europa si serve di rotte marittime, ritengo che l'ulteriore sviluppo di tratte di trasporto terrestri possa assicurare altre opzioni di trasporto credibili e competitive.

Ritengo inoltre fermamente che il trasporto ferroviario possa essere più competitivo in termini sia tempi che di costi quando le zone di produzione sono situate relativamente lontano dai porti, come in Cina ed India, ed i carichi sono destinati ai paesi dell'Europa meridionale ed orientale.

Pertanto, è importante sostenere che il trasporto ferroviario euro-asiatico, e la sua combinazione intermodale con il trasporto marittimo e stradale, ha già dimostrato di essere un'opzione di trasporto fattibile e competitiva".

Il direttore esecutivo della CER Libor Lochman aggiunge: "Il previsto incremento dei traffici fra Asia ed Europa e la prospettiva di carenza energetica a medio termine ed i prezzi in aumento dell'energia rendono necessario lo sviluppo di un'alternativa terrestre al trasporto marittimo ed aereo sull'asse euro-asiatico.

Il trasporto combinato ferro-stradale ed il trasporto ferroviario dispongono di aspetti importanti, quali la velocità, la sicurezza, la sostenibilità e l'efficienza energetica.

Essi sono particolarmente adatti ai traffici euro-asiatici.

Tuttavia, lo sviluppo delle tratte terrestri richiede l'impegno a livello politico da parte dei paesi coinvolti lungo il loro intero percorso.

Nell'ambito della stessa Unione Europea, la CER ha richiesto alla Commissione Europea di rafforzare i collegamenti est-ovest incoraggiando i paesi dell'Europa centro-orientale ad investire nelle infrastrutture necessarie".
(da: europeanrailwayreview.com, 25 Febbraio 2015)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail