ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 04:23 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 31 MARZO 2015

CONFERENZE E CONVEGNI

TPM: SECONDO LA KUEHNE + NAGEL I CARICATORI PAGHEREBBERO PER AVERE SERVIZI PIÙ AFFIDABILI

Il presidente della società con sede in Svizzera Kuehne + Nagel, Karl Gernandt, afferma che esiste una domanda di servizi containerizzati speciali e che i caricatori pagherebbero per tempi di viaggio più affidabili.

Oggi, l'affidabilità degli orari dei vettori spazia dal 65 all'85 per cento e "questo avviene solo nelle annate buone" ha detto Gernandt nel discorso di apertura in occasione della TPM, la conferenza marittima del transpacifico svoltasi a Long Beach in California.

"Riuscire ad ottenere un'affidabilità pari almeno al 90%, o almeno offerte di prodotti multipli al livello assicurato del 90% o ancora meglio, ad un prezzo appropriato, sarebbe vantaggioso per tutti, sia caricatori che vettori".

Ciò, peraltro, è stato contraddetto dall'amministratore delegato della Maersk Line Søren Skou in occasione della medesima conferenza, il quale ha affermato come la recente scomparsa dall'assai strombazzato Daily Maersk abbia mostrato che i clienti non voglioni pagare un prezzo più alto per il 95% della precisione sull'orario assicurata dal Daily Maersk.

Peraltro Gernandt ha insistito: "I caricatori otterrebbero un'affidabilità più elevata che abbatterebbe i costi della filiera distributiva ed i vettori otterrebbero una tariffa finanziariamente appropriata dato il servizio fornito.

Queste tariffe più alte sarebbero necessarie per supportare gli investimenti ed i costi aggiuntivi richiesti al fine di raggiungere il livello di affidabilità più elevato".

Gernandt afferma che in parte la ragione per cui i servizi containerizzati presentano un'affidabilità più elevata risiede nel livello di servizio che i vettori sono in grado di giustificare data la propria capacità di guadagnare una remunerazione sulle attività impiegate, come riporta American Shipper.

Gernandt ha dichiarato che vari studi hanno stimato che i vettori hanno un costo del capitale non sovvenzionato del 10-12% mentre le remunerazioni del settore dei vettori sono minori del 5% rispetto al ciclo imprenditoriale.

Il risultato di questa disparità, a suo dire, è un flusso di 10 miliardi di dollari all'anno dai vettori e dai fornitori di capitale agli utenti dei servizi di trasporto marittimo.

"Questo sistema non durerà a lungo.

Essenzialmente, gli utenti stanno pagando un prezzo scontato per servizi scontati" ha detto Gernandt.

Anche se ciò potrebbe avere senso per alcuni caricatori, "le moderne filiere distributive richiedono un'affidabilità più elevata ed i clienti la stanno chiedendo" afferma.

"È giunto il momento di offrire una nuova soluzione, quella di essere più flessibili, per offrire prodotti scontati e migliorati.

Non sto dicendo che l'attuale livello di servizio deve finire, ma quello che sto dicendo è che le attuali modalità di affidabilità sembrano funzionare per molti clienti e per molti dei carichi che movimentano, ma non per tutti loro.

Dev'esserci una scelta di servizio più ampia.

La gente che alla fine paga il conto, cioè i proprietari del carico, potrebbe essere disposta a pagare una scelta di servizi affidabili più ampia.

Ed io penso che lo vorrebbero".
(da: chineseshipping.com.cn/shippingazette, 9 Marzo 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail