ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:56 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 APRILE 2015

TRASPORTO MARITTIMO

LA BASSA UTILIZZAZIONE COMPORTA IL RINVIO DEGLI INCREMENTI TARIFFARI GENERALI DI APRILE NEI TRAFFICI CONTAINERIZZATI ASIA-EUROPA

Secondo Alphaliner, ci si aspetta che la capacità settimanale fra Asia e Nord Europa si incrementi del 9% quest'anno dal momento che i vettori continuano ad impiegare le proprie navi più grandi in questi traffici.

Si tratta di una strategia - avvisano i suoi esperti - che metterebbe le tariffe di nolo "sotto una notevole pressione".

Quest'anno ci si appresta ad assistere all'impiego in questi traffici entro la fine dell'anno di altre 50 ULCVs (grandissime navi portacontainer) di nuova costruzione, con 18 dei 21 circuiti Asia-Nord Europa caratterizzati da navi da 12.000 TEU ed oltre, rispetto ai soli 14 dell'inizio dello scorso anno.

Alphaliner ha sostenuto che i vettori hanno continuato la ricerca di costi unitari più bassi e che il livello di utilizzazione in diminuzione significherebbe che le prospettive immediate di rispristino delle tariffe di nolo sono esigue; suggerisce poi che l'incremento tariffario generale del 1° aprile sarebbe stato rinviato di una settimana.

"L'utilizzazione delle navi sulla rotta Estremo Oriente-Nord Europa è rimasto debole a marzo, con fattori di carico riportati fra il 70 e l'80%.

La bassa utilizzazione ha indotto i vettori a posporre di almeno una settimana i loro incrementi tariffari di 800-1.000 dollari/TEU programmati per il 1° aprile" afferma Alphaliner.

Ed ancora altra capacità è in arrivo: alcune fonti oggi riferiscono che la Cosco è in trattative con cantieri navali cinesi circa un'ordinazione relativa a 11 navi da 19.000 TEU, dopo la conferma arrivata il 30 marzo da parte della CMA CGM di essere pronta a siglare un'ordinazione per tre ULCVs da 20.600 TEU che sarebbero le più grandi portacontainer mai costruite.

È interessante notare come Alphaliner abbia calcolato che la corsa a costruire celle sia guidata dall'alleanza Ocean Three di nuova costituzione e dall'alleanza allargata CKYHE, che aggiungeranno entrambe poco più del 15% alla propria capacità quest'anno.

In confronto, l'associazione 2M, formata da Maersk e MSC, aggiungerà il 7%, mentre la G6 solo l'1%.

Inoltre, Alphaliner afferma che i propri calcoli sull'incremento di capacità siano stati corretti al fine di consentire la presa in considerazione della reale capacità di carico delle navi da 18.000-19.000 TEU nei loro viaggi nella direzione principale al posto della loro capacità nominale; altrimenti, a suo dire, l'escursione di capacità sarebbe stata ancora maggiore.

Ciononostante, il divario fra domanda ed offerta nei traffici dall'Asia al Nord Europa è in crescita: la Drewry stima che i volumi di carico si incrementeranno del 4% circa quest'anno.

Questo indebolirà ulteriormente le prospettive dei vettori di sostenere incrementi tariffari generali nell'ambito di quella rotta.

Sebbene la Drewry abbia riportato che i vettori si sono dati da fare per ricavare quest'anno solo modesti incrementi tariffari relativi ai contratti con i caricatori, il mercato sembra essere sempre più guidato dal mercato a pronti e dagli indici tariffari associati che ne traccia il percorso.

La tratta Shanghai-Nord Europa dello SCFI (Shanghai Containerized Freight Index) il 31 marzo era attestata a 586 dollari per TEU, essendo diminuita del 53% da gennaio.
(da: theloadstar.co.uk, 31 Marzo 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail