ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 17:26 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 31 DECEMBRE 2015

INDUSTRIA

GLI ARMATORI CONCLUDONO GLI ULTIMI ACCORDI DELL'ANNO RELATIVI A NUOVE COSTRUZIONI

Mentre l'anno volge al termine, gli armatori che cercano di sfruttare al meglio i bassi prezzi delle nuove costruzioni stanno cominciando a mettere nero su bianco al fine di concludere le ultime ordinazioni del 2015.

Nel suo ultimo rapporto settimanale, la Allied Shipbroking nota come l'attività di nuove costruzioni sia ancora rimasta relativamente stabile, con ulteriori ordinazioni di petroliere che questa volta sono andate ad aggiungersi al registro delle ordinazioni sia per le unità a lungo raggio di tipo 2 che per quelle più piccole.

Secondo la Allied, “di conseguenza assisteremo ad una ordinazione per 3 unità kamsarmax confermate e 3 opzionali alla Jaingsu Yangzijiang in Cina da parte della norvegese Torvald Klaveness.

Nello stesso tempo è degno di nota sottolineare come i prezzi stiano ancora scendendo ulteriormente rispetto al loro livello dei primi di novembre, anche se la situazione potrebbe probabilmente peggiorare ancora nel corso del primo trimestre del 2016 di pari passo con l'aumento della pressione sui cantieri navali al fine di mantenere un livello futuro sicuro del registro delle ordinazioni.

La questione è che dal momento che molti cantieri navali notano come il proprio registro delle ordinazioni spazi in un ambito molto più ristretto rispetto a quello di due anni prima, un sacco di cantieri con problemi finanziari si ritroveranno ancora più all'angolo e saranno costretti a riadattare le proprie capacità operative o persino a prendere in maggiore considerazione la possibilità di un ulteriore consolidamento”.

In un altro rapporto settimanale sulle nuove costruzioni, la Clarkson Platou Hellas ha detto che “si prospetta una settimana relativamente tranquilla nel mercato delle nuove costruzioni dal momento che si avvicina la fine dell'anno.

Anche se si pensa che sia stato concluso il mese scorso, è stato ora rivelato che la Tsuneishi Zosen ha ricevuto un'ordinazione confermata per otto petroliere Aframax DWT da 115.000 tonnellate di portata lorda.

Si è saputo che quattro navi saranno consegnate alla Kambara Kisen K.K. mentre le altre quattro saranno consegnate alla Meiji Shipping, tutte quante nel 2017 e 2018.

Si dice che anche la Portamina abbia ordinato otto petroliere da 17.500 tonnellate di portata lorda in consegna nel 2017, per quanto il numero esatto di navi presso determinati cantieri navali debba ancora essere confermato.

La Klaveness ha annunciato un'ordinazione confermata di tre unità combinate da 83.500 tonnellate di portata lorda alla Jaingsu New Yangzijiang in consegna nella seconda metà del 2018.

Si sa che la Klaveness ha un certo numero di navi in opzione e questo comporterà la cancellazione della loro seconda Kamsarmax da 82.000 tonnellate di portata lorda in cantiere.

Negli altri settori, la Shandong Huanghai Shipbuilding ha annunciato un contratto con la Huajia International Shipping in Cina relativo ad una nave ro-ro merci/passeggeri da 20.000 tonnellate di stazza lorda.

Questa nave avrà una capacità sino a 1.200 passeggeri e la sua consegna è prevista entro il 2017” conclude la Clarkson Platou Hellas.

Nel contempo, la Allied afferma che nel mercato delle compravendite di questa settimana “dal lato delle rinfuse secche l'attività è stata lievemente minore anche se è stato riportato un buon numero di accordi conclusi, specialmente nel settore delle panamax.

I prezzi accertati sono ancora bassi e sono indirizzati ancora più giù rispetto al livello notato un mese addietro.

Questo è anche il principale fattore che spinge gli acquirenti che lo vogliono a prendere unità malgrado le scarse prestazioni delle tariffe di nolo.

Anche se adesso ci si aspettano ulteriori cali dei prezzi, è probabile che ci sia maggiore interesse nei confronti delle unità più moderne che assicurano migliori possibilità patrimoniali.

Dal lato delle petroliere, data l'imminenza delle festività natalizie, l'attività si è notevolmente ridotta tanto che questa settimana sono state riferite ordinazioni per sole due navi e per di più nelle categorie delle petroliere più piccole.

È probabile che non assisteremo a molta attività nei mesi a venire, dato che sia i venditori che gli acquirenti ci andranno più piano, dal momento che essi si dimostrano poco desiderosi di intraprendere qualsiasi iniziativa precipitosa” conclude il broker marittimo.

Infine, nel mercato delle demolizioni, il broker marittimo afferma che “data l'offerta di promozioni che si mantiene su un ritmo costante e poiché le capacità nel sub-continente indiano tendono a raggiungere provvisoriamente il limite massimo, sicuramente l'ulteriore pressione sui prezzi comporterà un ulteriore calo.

Nello stesso tempo, questa settimana si è verificato un notevole incremento nell'attività riportata, in cui le rinfusiere secche sono state le principali responsabili della rottamazione di unità al momento attuale, dato che il valore del naviglio di seconda mano ha toccato il fondo mentre molti armatori ritengono che sia meglio accontentarsi dei prezzi di rottamazione attualmente praticati piuttosto che aspettare gli ulteriori cali che secondo molti sono in procinto di verificarsi.

Tuttavia, potrebbe non essere proprio così drastico il calo dei prezzi cui assisteremo nei prossimi due mesi, perché gli sforzi finalizzati ad arrestare il dumping sull'acciaio cinese ha liberato il mercato dalla pressione aggiuntiva verso il basso per quanto provvisoriamente e solamente per un piccolo importo.

Ora sembra che la principale preoccupazione sia costituita dal gran numero di navi offerte sul mercato da parte dei loro rispettivi armatori, dando così agli acquirenti finali un vantaggio e la capacità di scegliere selettivamente unità speciali senza incrementare le proprie offerte di prezzo di un importo significativo” conclude la Allied.
(da: hellenicshippingnews.com, 23 dicembre 2015)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail