ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 02:03 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 GENNAIO 2016

LEASING

LA COLPA DEL CROLLO DEL MERCATO DELLE NAVI CONTAINERIZZATE È DA ATTRIBUIRE ALLE "SPERICOLATE" ORDINAZIONI DA PARTE DEI VETTORI DI NAVI PORTCONTAINER DI GRANDISSIME DIMENSIONI

Secondo una rispettata ditta di consulenze in materia di trasporto marittimo, l'atteggiamento disinvolto dei vettori marittimi nei confronti delle ordinazioni di nuovo tonnellaggio di grandissime dimensioni è quasi del tutto responsabile delle attuali catastrofiche condizioni del mercato nell'ambito del settore containerizzato e del crollo del mercato del noleggio.

La Alphaliner afferma che la serietà della situazione cui si trovano di fronte gli armatori di navi portacontainer può essere paragonata a quella verificatasi nel corso della crisi finanziaria del 2009, ma suggerisce che il contesto è ora "piuttosto diverso".

"Questa volta, la spericolata ondata di ordinazioni dei vettori negli ultimi anni è da incolpare per l'eccesso di capacità che provoca lo scompiglio nel mercato" afferma Alphaliner, "mentre la cattiva salute dell'economia mondiale ha solo reso peggiori le cose".

La piena estensione della strage verificatasi nel mercato del noleggio di navi portacontainer nel 2015 è stata raccontata da Alphaliner nel suo ultimo aggiornamento.

È stato detto che, dopo "la ventata di ottimismo" che era prevalsa fra gli armatori di portacontainer nella prima metà dell'anno, a partire da agosto il mercato ha cambiato direzione, cosa che alla fine potrebbe comportare il crollo delle tariffe.

Infatti, nelle ultime settimane del 2015 le tariffe di noleggio giornaliere per le portacontainer di oltre 4.000 TEU sono piombate giù al loro livello più basso di sempre.

Ad esempio: secondo i dati di Alphaliner, le tariffe di noleggio per una nave da 8.800 TEU sono crollate da 31.000 dollari USA al giorno nella prima metà dell'anno a 8.000 dollari USA nella seconda metà, essendosi quasi totalmente prosciugata la domanda.

L'influenza delle "tre grandi" linee di navigazione containerizzate - Maersk, MSC e CMA CGM - sul mercato del noleggio è notevole: secondo i dati elaborati da Alphaliner, messe assieme, esse hanno rappresentato il 36% dell'attività di noleggio nel 2015.

Pertanto, poiché le loro nuove mega-portacontainer sono state consegnate per l'impiego nell'Asia-Europa, il trio ha riversato nei traffici minori le navi fino ad allora ivi utilizzate e hanno ritirato dal noleggio, oppure non l'hanno allungato, le portacontainer più piccole, esacerbando così le difficoltà dell'indebolimento del mercato del noleggio.

Guardando avanti, Alphaliner sostiene che le prospettive per le navi da 7.500 a 9.000 TEU potrebbero migliorare più avanti nell'anno con l'apertura delle nuove chiuse di Panama dal momento che i vettori si preparano a "riorganizzare i modelli di servizio" al fine di ridurre i costi unitari.

Tuttavia, tali notizie potenzialmente buone per gli armatori delle navi più grandi potrebbero risultare notizie molto cattive per l'attuale flotta di portacontainer panamax.

"La situazione potrà solo peggiorare nel 2016 per le panamax convenzionali, già in gran parte afflitte da un eccesso di offerta cronico" afferma la ditta di consulenze.

"Ci si aspetta che le nuove chiuse di Panama siano inaugurate all'inizio dell'alta stagione, proprio quando l'attività di noleggio delle panamax si riprende in concomitanza del varo dei circuiti stagionali Asia-Costa Orientale degli Stati Uniti.

Stavolta, saranno le navi molto più grandi a trarne vantaggio, mandando ad incagliarsi molte panamax tradizionali" dichiara Alphaliner.

Per quanto attiene altri settori minori, l'opinione di Alphaliner è anche qui per lo più negativa in relazione all'annata, dato l'impatto a cascata da parte di navi panamax in cerca di una qualche forma d'impiego.

Infatti, essa suggerisce che la sola dimensione di portacontainer che probabilmente potrà fruire di prospettive favorevoli quest'anno è quella dei 1.000-1.800 TEU.

Queste navi, nota Alphaliner, potrebbero trarre vantaggio dalla penuria di navi di nuova costruzione di queste dimensioni che entrano in servizio e dalle loro caratteristiche di impiego di nicchia per i traffici che presentano limitazioni fisiche quali quelle relative al pescaggio o alla lunghezza.
(da: theloadstar.co.uk, 11 gennaio 2016)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail