ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

29 de noviembre de 2020 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 00:16 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 FEBBRAIO 2016

TRASPORTO MARITTIMO

LA HAPAG-LLOYG SI APPRESTA AD IMPORRE IL RIALZO DELLE TARIFFE DOPO IL NUOVO ANNO CINESE DAL MOMENTO CHE LA CANCELLAZIONE DELLE PARTENZE RALLENTA IL RITMO DEL DECLINO DEI PREZZI

La Hapag-Lloyd ha annunciato il 5 febbraio un nuovo incremento tariffario generale di 900 dollari USA per TEU in ordine alle spedizioni sulla tratta primaria in direzione ovest Asia-Nord Europa ed Asia-Mediterraneo a partire dal 1° marzo.

La linea di navigazione ha inoltre in programma un incremento generale tariffario relativo al transpacifico per il 1° marzo di 540 dollari USA per TEU e di 600 dollari USA per FEU.

L'annuncio è coinciso con un'altra settimana di diminuzione delle tariffe di nolo nei principali traffici est-ovest a lungo raggio.

Lo SCFI (Shanghai Containerised Freight Index) si è nuovamente diretto a sud nella prima settimana di febbraio dal momento che il settore si sta preparando alle vacanze bisettimanali del Nuovo Anno Cinese.

Quest'ultimo ufficialmente inizia l'8 febbraio, ma, a giudicare dalle scene viste la settimana precedente alla stazione ferroviaria di Guangzhou, centinaia di migliaia di operai delle fabbriche hanno già iniziato a tornare a casa.

Data una serie di annullamenti delle partenze da parte delle quattro principali alleanze fra compagnie di navigazione containerizzate, il ritmo del declino delle tariffe è rallentato.

La componente Shanghai-Nord Europa dello SCFI è scivolata in basso di 38 dollari USA per TEU sino a 431 dollari USA per TEU, con un calo dell'8%: la diminuzione più piccola da ottobre, sebbene l'odierno livello tariffario sia ancora del 59% al di sotto rispetto a questo periodo dell'anno scorso.

Per quanto riguarda gli altri traffici, la tratta Shanghai-Mediterraneo è calata di 34 dollari USA sino a 454 dollari USA per TEU, con un calo del 7%, quella transpacifica Shanghai-costa occidentale USA è diminuita di 67 dollari USA per FEU sino a 1.321 dollari USA, in ribasso di poco meno del 5%, mentre la tratta Shanghai-costa orientale USA è diminuita di 125 dollari USA per FEU sino a 2.341 dollari USA, con un calo del 5%.

Nel contempo, Alphaliner ha riportato che l'alleanza O3 si accinge ad incrementare la capacità nei propri servizi Asia-Mediterraneo, avendo portato a termine la transizione del proprio servizio AMC-1 (commercializzato come MEX2 dalla CMA CGM ed AMX1 dalla China Shipping) ad una operazione effettuata con grandissime portacontainer.

"La UASC dovrebbe completare l'aumento delle dimensioni della flotta del proprio servizio AMC-1 mediante la sostituzione delle ultime quattro navi da 9.580, noleggiate dalla CSCL, che è partner della UASC nell'alleanza, con tonnellaggio proprio da 13.000-15.000 TEU" si legge nel rapporto.

Alla fine della prima settimana di febbraio la UASC impiegherà la Linha da 14.993 TEU nell'AMC1 dopo che la nave avrà ultimato il suo viaggio finale nel servizio FAL8 Asia-Nord Europa della O3 e sarà seguita dalla Al Murabba a marzo e dalla Al Mashrab, di dimensioni simili, più tardi.

Nel contesto di una chiara dimostrazione di riposizionamento a cascata, tutte e tre le unità, a loro volta, saranno sostituite dalla nuova serie di nuove costruzioni della UASC da 19.870 TEU.
(da: theloadstar.co.uk, 5 febbraio 2016)



PSA Genova Pra'


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it