ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 14:20 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 MARZO 2016

PORTI

LE CIFRE MOSTRANO COME ROTTERDAM SIA "INTERESSANTE PER LE ATTIVITÀ"

Il responsabile finanziario del porto di Rotterdam afferma che lo scalo olandese è "interessante per le attività", alla luce dei dati annuali pubblicati dall'autorità portuale i quali mostrano che il fatturato è in aumento e che lo sviluppo dei profitti è buono.

L'anno scorso si è assistito ad un incremento del giro d'affari portuale del 2,6% per 676,9 milioni di euro grazie perlopiù all'aumento dei diritti portuali in seguito alla crescita del 4,9% dei risultati correlati alle merci.

Nondimeno, i profitti sono calati dell'1,7% per 211,6 milioni di euro a causa al pagamento forfettario di 19,2 milioni di euro a saldo di un mutuo a lungo termine utilizzato per la realizzazione del Maasvlakte 2.

Malgrado ciò, il direttore finanziario Paul Smits ritiene che i costi siano sotto controllo e che lo sviluppo dei profitti sia buono.

"La nostra situazione finanziaria mostra uno sviluppo positivo.

Per il secondo anno consecutivo successivamente alla costruzione del Maasvlakte 2 il flusso di cassa è positivo, cosa che ci consente di continuare ad investire nel porto ed allo stesso tempo di migliorare la nostra posizione debitoria" ha spiegato.

"Il fatto che i nostri ricavi non siano aumentati nella stessa misura dei volumi produttivi mostra che stiamo facendo uno sforzo per conservare l'interesse delle attività nei confronti di Rotterdam" aggiunge Smits.

Le due principali fonti di reddito per l'autorità portuale sono le locazioni dei siti e i diritti portuali che le navi pagano quando visitano il porto.

I ricavi derivanti dalle locazioni dei siti sono saliti dell'1% per 340,8 milioni di euro.

Si tratta delle conseguenze dell'assegnazione di un sito alla Sif-Verbrugge presso il Maasvlakte 2, della detassazione di contratti e del rinnovo di contratti secondo prezzi rivisti, nonché della conclusione del contratto con la Shtandart, cosa che ha permesso all'autorità portuale di recuperare un sito.

Sebbene i volumi produttivi siano aumentati del 4,9%, i diritti portuali si sono incrementati di un minore 3,4% per 316,5 milioni di euro, fenomeno dovuto al fatto che l'autorità portuale ha concesso sconti alle navi eco-compatibili per un totale di 3,8 milioni di euro.

Complessivamente, i ricavi operativi sono aumentati del 2,6% per 676,9 milioni di euro.

Le spese operative sono salite del 3,3% per 133,6 milioni di euro, perlopiù a causa dei costi più alti per la gestione e la manutenzione delle infrastrutture portuali e gli investimenti in innovazioni quali il PortXL e lo SmartPort.

I costi per le operazioni aziendali interne sono rimasti stabili.

I proventi da interessi per partecipazioni sono ammontati a 8,9 milioni di euro, oltre il 50% in più rispetto all'anno precedente.

Le dimensioni di questa voce sono state definite principalmente dalla riuscita partecipazione al porto di Sohar, nell'Oman.

In conformità agli accordi a lungo termine, l'autorità portuale proporrà ai suoi azionisti - il comune di Rotterdam (70,83%) e lo stato (29, 17%) - di pagare dividenti di 91 milioni di euro per il 2015: 64,5 milioni di euro al comune e 26,5 milioni di euro allo stato.

La missione dell'Autorità Portuale di Rotterdam è quella di realizzare valore economico e sociale mediante la generazione di una crescita sostenibile unitamente con i clienti e gli azionisti.

Gli investimenti nel 2015 hanno incluso nuove boe di vario tipo nei canali Caland e Hartel, la costruzione del terminal Rinfuse Gas Naturale Liquido, banchine per lo UWT ed il Sif-Verbrugge, un molo per lo LBC ed il nuovo sviluppo dello RDM Rotterdam.

L'autorità portuale sta attualmente valutando se presentare appello avverso la recente decisione della Commissione Europea di costringerla a pagare le imposte sulle società a partire dal 1° gennaio 2017.
(da: portstrategy.com, 2 marzo 2016)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail