ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05:20 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 MARZO 2016

TRASPORTO FERROVIARIO

DECISA CRESCITA PER LA BLS CARGO NONOSTANTE LA FORZA DEL FRANCO SVIZZERO

Nel 2015, la BLS Cargo ha incrementato i propri volumi di traffico dell'11% e ha effettuato quasi 2.000 treni in più rispetto all'anno precedente.

Malgrado la forza del franco svizzero, la società ha conseguito buoni profitti operativi.

Nel 2015 i volumi di traffico sono cresciuti dell'11% rispetto all'anno precedente per 18.225 treni (16.486 l'anno prima).

I volumi sono cresciuti in quasi tutti i settori di traffico, ma in particolare i traffici relativi agli oli minerali sono cresciuti ad un ritmo sproporzionato.

Questa straordinaria crescita testimonia la forte posizione nel mercato detenuta dalla BLS Cargo.

"Sentiamo che la BLS Cargo fruisce di un alto livello di consenso e credibilità" afferma Dirk Stahl, amministratore delegato della BLS Cargo.

"Assume valore per i nostri clienti il fatti che noi operiamo in modo autonomo, vale a dire indipendentemente da altre ferrovie, e che generiamo idee creative ed innovative per le nuovi concezioni di traffico".

Sono proprio queste concezioni della produzione che consentono di ottenere un rapporto prezzo-prestazioni competitivo.

Malgrado il franco svizzero forte e la grande pressione da parte dei concorrenti e dell'autotrasporto, esse attirano nuovi clienti internazionali che passano alla BLS Cargo.

Equilibrio finanziario

Nel 2015, con un fatturato di 170,4 milioni di franchi svizzeri (l'anno precedente 166,9 milioni) la BLS Cargo ha conseguito utili al lordo di interessi e tasse pari a 2,1 milioni di franchi svizzeri (3,9 milioni l'anno prima).

Malgrado le grandi difficoltà correlate alla valuta, è stato così possibile conseguire un risultato di equilibrio finanziario nel 2015.

La BLS Cargo è stata seriamente afflitta dalla interruzione del tasso di cambio minimo euro/franco svizzero da parte della Banca Nazionale Svizzera all'inizio del 2015.

Il coerente programma di gestione dei costi e l'espansione della creazione di valore dovuta alle concezioni delle operazioni di locomotive transfrontaliere ha in parte compensato questi oneri finanziari.

Un ambiente difficile per gli operatori di trasporto merci ferroviario

Con gli sviluppi avvenuti nel 2015, nella concorrenza con l'autotrasporto c'è la minaccia che la ferrovia perda terreno sempre di più.

Il prezzo del diesel, da sempre basso, riduce enormemente i costi del trasporto stradale, mentre ciò non corrisponde ad una regolamentazione dei costi energetici per la ferrovia.

Ciò incrementa la pressione sui prezzi nei confronti degli operatori di trasporto merci ferroviario.

Nello stesso tempo, il lavoro amministrativo richiesto per adempiere ai vari obblighi normativi aumenta continuamente (ad esempio, la certificazione per la sicurezza, l'accesso alla rete, la ECM) così come la complessità del sistema (ad esempio il sistema dei prezzi per la ricerca, il sistema per la sicurezza dei treni ETCS) per i vettori di trasporto merci ferroviario, e comporta costi aggiuntivi.

I legislatori e la pubblica amministrazione devono incrementare la propria consapevolezza delle conseguenze economiche delle loro decisioni.

Le attuali decisioni politiche stanno ora inducendo un notevole aumento dei costi per i traffici di trasporto merci ferroviario, mentre tali oneri vengono alleviati nel trasporto stradale.

Preparazione per il Tunnel di Base del Gottardo

Nel 2016, la BLS Cargo rappresenterà un esempio lampante per il futuro nello sviluppo della società: mai prima d'ora è stato così grande il numero dei clienti direttamente supportati ed anche dal punto di vista geografico il vettore di trasporto merci ferroviario si assumerà maggiori responsabilità nel 2016 di quanto non sia accaduto finora, diventando per molti clienti internazionali il punto di contatto diretto per l'intero viaggio.

La BLS Cargo si sta attivamente preparando per l'apertura del Tunnel di Base del Gottardo a giugno, che dal punto di vista della società promette anche di essere una pietra miliare della politica di trasporto.

A questo fine, le locomotive saranno modificate con l'aggiornato sistema di sicurezza dei treni, il personale sarà addestrato e la concezione delle operazioni sarà regolamentata.

La BLS Cargo si aspetta che il Tunnel di Base non comporti un effetto positivo già sin dal 2016, poiché dal 2016 al 2021 vari lavori di costruzione (compresi quelli del Corridoio 4 M) ne limiteranno la capacità.

Inoltre, occorre garantire che i binari destinati al trasporto merci siano resi disponibili ad un livello di capacità e qualità tali che con il Tunnel di Base del Gottardo - che è stato realizzato principalmente per il trasporto merci ferroviario - possano essere attuate concezioni operative davvero ottimizzate.

Attualmente, esistono ancora carenze e c'è bisogno di molte iniziative al riguardo, che sono in corso di discussione con il BAV (Ufficio Federale del Trasporto) e con la divisione infrastrutture della SBB (Ferrovie Federali Svizzere).
(da: transportjournal.com/blscargo.ch, 4 marzo 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail