ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:57 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 GIUGNO 2016

LEGISLAZIONE

LA COSTA OCCIDENTALE DEGLI STATI UNITI FA PARZIALMENTE DIETROFRONT RIGUARDO ALLA PESATURA DEI CONTENITORI

I membri del WCMTOA (West Coast Marine Terminal Operators Agreement) non offrono ancora un servizio relativo alla massa lorda verificata, ma hanno concordato di usare le loro pese ed il loro equipaggiamenti di pesa a ponte al fine di fornire i dati sul peso ai vettori.

Dopo avere dichiarato il 1° aprile che "tutti i 13 terminal partecipanti all'accordo non sono in grado di fornire servizi inerenti alla massa lorda verificata che siano conformi alle direttive della SOLAS delle quali è in programma l'entrata in vigore per il 1° luglio", i 13 membri di Los Angeles e Long Beach del WCMTOA hanno cambiato opinione.

In una dichiarazione rilasciata il 2 giugno il WCMTOA afferma: "Tutti e 13 i terminal membri già pesano i camion in arrivo con contenitori, allo scopo di soddisfare i requisiti di sicurezza della OSHA (Occupational Safety and Health Administration) ai sensi della norma 29 CFR.

I terminal riconoscono che la Guardia Costiera degli Stati Uniti farà entrare in vigore il regolamento nei confronti dei vettori marittimi.

I terminal hanno notificato alla Guardia Costiera ed ai vettori marittimi che essi continueranno a fornire ai vettori marittimi i pesi richiesti dall'OSHA, che essi potranno utilizzare a loro discrezione.

I terminal sono pronti a caricare in sicurezza i container su richiesta dei vettori marittimi.

I singoli terminal membri istituiranno e comunicheranno le proprie politiche relative alla ricezione dei contenitori privi di una massa lorda verificata".

Il WCMTOA è stato attento ad evitare qualsiasi implicazione per cui i propri membri potessero essere responsabili della fornitura della massa lorda verificata.

Il processo sopra delineato non chiarisce come il peso di un contenitore potrà essere estrapolato dalla pesatura del camion o come due container in arrivo sullo stesso camion saranno lavorati.

Che questo tipo di processo soddisfi o meno pienamente la lettera dell'emendamento alla SOLAS, è stato comunque consentito dalla Guardia Costiera statunitense ai sensi del proprio "avviso di equivalenza".

Quest'ultimo stabilisce che "l'attuale normativa statunitense relativa alla fornitura dei pesi verificati dei contenitori è equivalente alle direttive del Regolamento VI/2 SOLAS".

La difficoltà al riguardo consiste nel fatto che il pertinente regolamento dell'OSHA consente di ottenere un cosiddetto "peso verificato" da una dichiarazione del peso del carico.

Ai sensi della sezione 1918.85(b)(4)(i) delle Safety and Health Regulations for Longshoring ogni contenitore in uscita dev'essere pesato, ma solo "quando si possano reperire pese a ponte per contenitori presso un terminal marittimo".

La sezione 1918.85(b)(4)(i) statuisce: "Se il terminal non dispone di pese a ponte, il peso lordo reale può essere calcolato dal peso del contenuto del container e dal peso del container vuoto".

I pesi utilizzati per il calcolo saranno indicati visibilmente sul container, con il nome della persona che ha effettuato il calcolo e la data.

Ciò che dovrebbe - e probabilmente lo fa - preoccupare l'IMO è che il processo per ottenere il peso del "contenuto del container" non dispone dei medesimi standard "di verifica" di quelli del metodo 2 dell'emendamento alla SOLAS.
(da: worldcargonews.com, 3 giugno 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail