ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 November 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 02:59 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 AGOSTO 2016

INDUSTRIA

HAPAG-LLOYD: PESI MASSIMI A BORDO

Che si tratti di eliche eccezionalmente pesanti per le navi portacontainer o di una enorme torre per combustione per l'industria petrolifera e del gas, ovvero di elicotteri che quasi volano sulla nave: nessun trasporto è troppo grande, troppo pesante o troppo difficile per la Hapag-Lloyd.

In occasione del suo recente scalo presso il CTA di Amburgo, la Antwerpen Express da 13.200 TEU ha scambiato un carico speciale con un altro: mentre un'elica aveva fatto il proprio viaggio fino ad Amburgo da Shanghai, un'altra è stata caricata a bordo della stessa nave diretta in Corea del sud.

L'elica di 166 tonnellate diretta in Corea del Sud è stata caricata da una gru galleggiante sulla nave lunga 366 metri.

La gru ha issato il carico di 166 tonnellate dal fianco della nave e l'ha sistemata su uno strato predisposto di rastrelliere, dopo di che la gru (con un diametro di oltre 10 metri) è stata fissata con perizia.

Una "ruota di scorta" per le portacontainer

Subito dopo, la gru galleggiante si è spostata di qualche bacino più in basso.

Là, fra qualche altra spedizione di carchi eccezionali, un altro carico ugualmente pesante era in attesa: una gru di 92 tonnellate proveniente da Shanghai con un diametro di 9,20 metri.

Questa elica è più o meno una "ruota di scorta" per le navi da 13.200 TEU, le più grandi nella flotta della Hapag-Lloyd.

La ragione è che, se l'elica di una nave venisse danneggiata, la Hapag-Lloyd dovrebbe tenere la nave fuori servizio a lungo in quanto dovrebbe far riparare l'elica o, nello scenario peggiore, dovrebbe farne costruire una nuova, cosa che può richiedere sino a sei mesi di tempo.

È proprio per questo che la Hapag-Lloyd adesso dispone di una gru sostitutiva in più pronta in un deposito ad Amburgo.

La Phoenix I arriva in Texas con un'enorme torre per combustione

La Phoenix I da 4.389 TEU ha trasportato una torre per combustione di dimensioni impressionanti dal porto italiano di Genova fino in Texas.

La condotta metallica è lunga 21 metri, ha un diametro di 4 metri e pesa 40 tonnellate.

La Phoenix I, nave mercantile lunga 282 metri ed operativa nel servizio MGE (Mediterranean Gulf Express), è arrivata a Houston il 25 novembre.

Una volta là, si suppone che la torre per combustione sia stata utilizzata nell'industria petrolifera e del gas in Texas.

A causa delle sue dimensioni, il trasporto terrestre del carico dal comune di Montodine nell'Italia settentrionale a Genova ha dovuto essere effettuato di notte e con un permesso speciale.

Dopo di che, la successiva caricazione della torre di combustione, che è stata stivata in sicurezza, ha richiesto tre ore di lavoro.

Un forte vento di 40 nodi nel corso della caricazione ha richiesto una particolare attenzione da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Elicottero a bordo

Qualche volta il carico della Hapag-Lloyd quasi vola dritto sulla portacontainer: oltre ai contenitori standard, sulla Montreal Express da 4.402 TEU nel viaggio di sette giorni da Montreal ad Anversa c'era un elicottero.

Caricare l'elicottero nel porto canadese ha richiesto un lavoro di precisione.

In primo luogo, un pilota ha fatto atterrare con cura il Bell 429 su una rastrelliera di 40 piedi dotata di pallet di legno.

Una squadra di specialisti ha quindi smontato le pale del rotore e ha legato l'elicottero di circa 2,4 tonnellate per poi coprirlo, prima che il velivolo venisse issato a bordo per cominciare il suo viaggio di sette giorni attraverso l'Atlantico.
(da: hellenicshippingnews.com, 8 agosto 2016)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail