ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20:58 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 AGOSTO 2016

SICUREZZA E PROTEZIONE

NUOVO AVVERTIMENTO AI CARICATORI IN ORDINE ALLA SCORRETTA DICHIARAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE NEI CONTENITORI MARITTIMI

È stato rivelato che più di un quarto (il 27%) di tutti i gravi incidenti a bordo di portacontainer di cui si è avuta notizia nel 2013-2014 è stato da attribuire ad una scorretta dichiarazione del carico.

I dati sono stati raccolti ed analizzati per il periodo in questione dal CINS (Cargo Incident Notification System).

Le informazioni asseriscono che la causa di diversi incidenti di container a bordo è stata la scorretta dichiarazione di un prodotto chimico utilizzato per pulire le piscine e per disinfettare l'acqua potabile: l'ipoclorito di calcio.

Il CINS è stato istituito nel 2011 da cinque dei maggiori vettori marittimi, in seguito alle preoccupazioni riguardo all'incremento del numero degli incendi di contenitori a bordo delle loro navi, potenzialmente in grado di causare lesioni o perdite di vite umane, perdite o gravi danni alle navi, così come danni ambientali.

Adesso le linee di navigazione partecipanti sono 12, così come alcuni membri di ditte di consulenza fra cui l'International Group of P&I Clubs ed il TT Club, ed il suo compito è quello di analizzare le informazioni provenienti dai vettori e di esaminare gli specifici incidenti che suggeriscono tendenze o richiedono un'azione immediata.

Notando come circa il 10% di tutti i carichi containerizzati sia costituito da merci pericolose, David Nichol, perito dei rischi alla P&I Clubs del Regno Unito, ha rammentato ai caricatori e ad altri soggetti della filiera distributiva la propria responsabilità legale in ordine alla conformità con il Codice IMDG (International Maritime Dangerous Goods) relativo al trasporto di merci pericolose per mare.

"È imperativo per l'incolumità della nave e dell'equipaggio che vengano effettuati tutti i passi necessari per movimentare e stivare le merci pericolose in modo tale da ridurre il rischio di un incidente in caso d'emergenza e che, nel caso d'incendio, l'equipaggio disponga delle informazioni di cui hanno bisogno per rispondere alla svelta con le misure antincendio appropriate" afferma Nichol.

"Per consentire ciò, al comandante della nave dev'essere fornita una corretta ed universalmente riconosciuta descrizione delle merci e dei potenziali rischi che si possono presentare".

Nichol ha sottolineato una particolare questione di scorretta dichiarazione di merci pericolose cui ci si è riferiti come causa di diversi incidenti a bordo di portacontainer nel corso degli ultimi anni: l'ipoclorito di calcio.

Ad agosto dell'anno scorso, la Maersk Line ha annunciato che non avrebbe più accettato prenotazioni di questa derrata ai fini della spedizione sulle sue navi.

Questo, in seguito a diversi incidenti con incendio sprigionatosi dai contenitori a bordo delle sue navi che sono stati attribuiti al prodotto chimico in questione.

Fra loro, l'incidente di luglio 2010, quando un incendio a bordo della Charlotte Maersk aveva minacciato la vita dell'equipaggio e la sicurezza della nave in rotta dall'Asia all'Oman.

L'ipoclorito di calcio è comunemente utilizzato per disinfettare le piscine, ma ha molti altri usi industriali o domestici, come la rimozione di muschio ed alghe da sentieri e vialetti.

Il prodotto chimico è designato come ossidante di classe 5.1 nel Codice IMGD, richiedendo uno stivaggio speciale ai sensi di un numero ONU appropriato.

Ci sono stati molti casi in cui l'ipoclorito di calcio è stato scorrettamente dichiarato ad un vettore, ad esempio venendo descritto come candeggina in polvere, clorato di calce o persino semplice disinfettante.

"È una direttiva del Codice IMDG che i carichi siano dichiarati con il nome di spedizione appropriato" rammenta Nichol.
(da: theloadstar.co.uk, 23 agosto 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail