ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 04:18 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 31 OTTOBRE 2016

LOGISTICA

IMPORTANTI IMPRESE DI LOGISTICA CINESI ALLA RICERCA DI QUOTAZIONE IN BORSA PER COMPETERE CON I RIVALI GLOBALI

Un interessante rapporto proveniente dalla Cina afferma che gli operatori nazionali di corriere espresso sono alla ricerca di quotazione presso le borse valori sia cinesi che internazionali quale mezzo per sostenere le proprie posizioni nei confronti della concorrenza emergente da parte di operatori globali di corriere espresso.

Sia la SF Express che la YT Express hanno adesso ricevuto l'approvazione per quotarsi alla borsa di Shanghai, mentre la ZTO Express, anch'essa con sede a Shanghai sta cercando di quotarsi alla borsa di New York.

Gli analisti ritengono che i fondi raccolti con queste iniziative verrebbero investiti nella costruzione di magazzini e nell'espansione delle flotte di veicoli, ponendo una ulteriore pressione competitiva sulla miriade di operatori di corriere espresso in Cina che servono il suo enorme mercato di commercio elettronico.

* * *

Le principali società cinesi di consegne espresse si stanno dando da fare per cercare di quotarsi in borsa, nei mercati sia nazionali che stranieri.

Come sottolineano gli esperti, si tratta di una strategia finalizzata ad incrementare la loro competitività così come a contrastare la concorrenza da parte delle operazioni logistiche effettuate da importanti imprese di commercio elettroniche.

Ma essi hanno anche sostenuto che tali iniziative potrebbero rendere le cose più difficili per le società di logistica minori, che dispongono di quote di mercato relativamente piccole.

Secondo una dichiarazione rilasciata dalla CSRC (China Securities Regulatory Commission), quest'ultima ha approvato con riserva il piano di quotazione in borsa del gigante delle consegne espresse SF Express mediante una società di comodo.

La SF Express, con sede nella provincia di Guangdong nella Cina meridionale, si è aggregata a diversi altri giganti delle consegne espresse in Cina alla ricerca di una quotazione mediante società di facciata.

Il 14 settembre la YT Express con sede a Shanghai ha ottenuto l'approvazione da parte della CSRC per dichiararlo pubblicamente attraverso una società di comodo.

Un'altra società di corriere espresso con sede a Shanghai, la STO Express, aveva seguito una simile strategia di quotazione mediante una società di facciata a dicembre del 2015.

Xu Yong, consulente capo del portale della logistica cecss.com, ha detto a Global Times che non è un buon momento per dichiararsi in pubblico, ma che la maggior parte dei giganti di corriere espresso nazionali scelgono ancora di andar dietro al gregge, poiché nessuno di loro voleva restare indietro nel mercato.

"Il fatto che la maggior parte delle imprese attive nelle consegne abbia scelto di quotarsi in borsa attraverso società di comodo dimostra la loro volontà, dato che queste quotazioni sono molto più veloci di quelle effettuate tramite normali OPI" afferma Xu.

La ZTO Express con sede a Shanghai, tuttavia, ha tracciato un nuovo percorso presentando un'OPI al NASDAQ, secondo una registrazione apparsa sul sito web della borsa il 30 settembre.

"Può darsi che la ZTO voglia configurare le proprie attività in un contesto globale e questo perché hanno scelto di quotarsi all'estero" commenta Xu.

Il consulente ha anche detto che in generale presentarsi in pubblico aiuterà le imprese di consegne espresse a diventare più standardizzate, dal momento che la maggior parte di loro sono ancora imprese a conduzione familiare.

"La quotazione in borsa farà incrementare in modo significativo la competitività nel mercato delle società" nota Xu.

Un esperto del settore delle consegne che non ha voluto essere identificato ha dichiarato a Global Times che le iniziative di quotazione in borsa delle aziende del settore sono anche intese a contrastare la concorrenza da parte della Cainao, società di logistica correlata alla holding del gruppo Alibaba, così come da parte dei servizi logistici forniti dal gigante di commercio elettronico JD.com Inc.

"Il settore delle consegne è uno di quelli che hanno bisogno di spendere soldi in attività quali la costruzione di magazzini e l'acquisto di veicoli.

Il fatto di presentarsi in pubblico conferirebbe grande supporto finanziario a quelle imprese" afferma l'esperto.

Tuttavia, egli ha inoltre menzionato la circostanza che le iniziative di quotazione in borsa dei giganti delle consegne porranno ulteriore pressione sugli operatori di mercato minori.

"A lungo termine, il settore delle consegne espresse diventerà assai concentrato con solamente alcune società a dividersi il mercato.

Ma a breve termine i piccoli operatori hanno ancora delle opportunità dal momento che la tendenza al commercio elettronico è ancora in aumento in Cina, inducendo un'impennata della domanda di consegne" sottolinea l'esperto.

Secondo un rapporto pubblicato mercoledì dal quotidiano 21st Century Business Herald, la maggior parte del mercato delle consegne è dominato da alcuni grossi soggetti che hanno rivelato i loro piani di quotazione in borsa.

"È probabile che le piccole imprese verranno sradicate e che quindi esse dovranno prendere provvedimenti per spostare le proprie attività verso una tipologia più professionale e personalizzata" nota Xu.
(da: theloadstar.co.uk/globaltime.cn, 14 ottobre 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail