ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 21:16 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 NOVEMBRE 2016

PORTI

BARCELLONA VARA UN'AMBIZIOSA STRATEGIA AMBIENTALE

Il Porto di Barcellona in Spagna ha varato una nuova iniziativa finalizzata a migliorare la qualità dell'aria attraverso 25 azioni fra le quali ci sono la promozione del gas naturale liquido quale carburante alternativo e l'offerta di sconti alle navi più pulite.

Il "Piano per il Miglioramento della Qualità dell'Aria" comprende progetti per supportare l'uso del gas naturale liquido per alimentare le navi, i macchinari terminalistici ed i camion e per fornire al porto nuove infrastrutture che mirano ad agevolare il rifornimento di gas naturale liquido alle navi.

Il porto si accinge ad effettuare collaudi per convertire due carrelli a cavaliere utilizzati nelle strutture containerizzate dal diesel al gas naturale liquido allo scopo di analizzare le loro prestazioni, la loro efficienza ed il loro livello di emissioni.

Secondo il porto, il progetto pilota sarà portato avanti presso le infrastrutture BEST (Barcelona Europe South Terminal) della Hutchison e APMT (APM Terminals) ex TCB; le flotte di carrelli a cavaliere presso entrambi i terminal saranno gradualmente rimpiazzate se i risultati dovessero essere soddisfacenti.

Fra gli altri progetti vi sono l'installazione di un braccio di caricamento criogenico flessibile presso il terminal Enagás per la fornitura di gas naturale liquido ad una chiatta ed a piccole barche nonché l'adattamento di una chiatta per la fornitura di gas naturale liquido a navi più grandi.

"L'uso del gas naturale liquido riduce le emissioni dei NOx (ossidi di azoto) dell'80% e annulla le emissioni di particolati e di anidride solforosa.

Inoltre, la nuova normativa sulle emissioni di gas serra è sempre più rigorosa ed il settore marittimo sta passando al gas naturale liquido per l'alimentazione di un numero sempre maggiore di navi che entreranno in servizio negli anni a venire" si legge in una dichiarazione del Porto.

"Entrambe le iniziative sono in corso e ricevono finanziamenti dall'Unione Europea, dal momento che fanno parte di un progetto denominato CORE LNGas gestito dall'Unione Europea".

Nel contesto dell'iniziativa ambientale, il porto chiederà al governo spagnolo di modificare la legge sui porti allo scopo di attuare sconti ambientali fino al 40% per le navi, un incremento notevole rispetto allo sconto massimo del 5% attualmente consentito.

José Alberto Carbonell, direttore generale del porto, ha dichiarato: "Lo sconto applicato agli oneri portuali è uno strumento molto importante, dal momento che si tratta di un mezzo fondamentale per apportare modifiche alle navi".

Come aggiunge Carbonell, la proposta di modifiche alle regole attuali consentirebbe al porto di assicurare sconti ambientali allo stesso livello di quelli offerti dai porti nordeuropei come Rotterdam, Amburgo ed Anversa.

Gli altri progetti da mettere in atto nell'ambito del piano ambientale del porto comprendono la graduale sostituzione dell'intera flotta di veicoli del porto con unità elettriche ed il porto punta a disporre di una flotta elettrica al 100% entro il 2020.

Il porto sta inoltre programmando di introdurre infrastrutture elettriche di connessione nelle aree di parcheggio, nei parcheggi destinati alle automobili e negli spazi pubblici della sua zona commerciale.
(da: container-mag.com, 4 novembre 2016)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail