ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:46 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 NOVEMBRE 2016

TRASPORTO INTERMODALE

PARTENARIATO AMBIENTALE CON LA HAPAG-LLOYD ELIMINA 130.000 TONNELLATE DI CO2

Quello che era partito nel 2006 come un progetto pilota congiunto relativo ad una filiera distributiva verde dalla Svezia alla Cina è nel frattempo divenuto un partenariato strategico nel campo della protezione del clima nei mari.

Il fornitore di trasporti e logistica DB Schenker e la compagnia di navigazione Hapag-Lloyd possono vantare risalendo nel tempo dieci anni di serrata cooperazione che ha reso un significativo contributo alla riduzione dell'anidride carbonica.

Nel corso dell'ultimo decennio, sono riusciti a ridurre le emissioni di carbonio di 130.000 tonnellate.

"Quali fornitori di servizi logistici, abbiamo una speciale responsabilità quando si tratta di pianificare ed effettuare i nostri trasporti ad alto tasso di emissioni.

Il trasporto merci marittimo rappresenta il 22 per cento delle emissioni di carbonio dirette ed indirette della DB Schenker.

Di conseguenza, abbiamo sempre attribuito grande importanza alla ricerca delle opportunità di protezione ambientale assieme alle compagnie di navigazione al fine di conseguire i nostri obiettivi di protezione del clima" afferma Andrea Dorothea Schön, responsabile della protezione del clima e del controllo della CO2 alla DB Schenker.

Grazie agli obblighi autoimposti, sarà possibile ridurre le emissioni di gas dannosi per ogni contenitore trasportato dalla DB Schenker sino al 23% rispetto al 2014 per contenitori standard entro l'anno 2020.

I partner hanno in primo luogo stipulato obiettivi di protezione del clima come obbligo contrattuale nel 2015.

La compagnia di navigazione di Amburgo si è impegnata a ridurre di approssimativamente ulteriori 20.000 tonnellate le emissioni di anidride carbonica derivanti dai container trasportati dalla DB Schenker da qui al 2020.

"Possiamo conseguire tali obiettivi viaggiando a velocità che riducano il consumo di carburante.

Le nostre navi non solo hanno ottimizzato gli scafi, ma dispongono anche di sistemi di propulsione efficienti e motori allo stato dell'arte" afferma Erika Sagert, responsabile della sostenibilità e protezione ambientale alla Hapag-Lloyd.

La navigazione proattiva e dipendente dalle condizioni del tempo e l'ottimizzazione della rotta svolgono un ruolo chiave nella minimizzazione del consumo di carburante nel corso del viaggio.

La DB Schenker ha progettato i primi prodotti sensibili al clima per i propri clienti in collaborazione con la Hapag-Lloyd già nel 2006.

A quel tempo, la Hapag-Lloyd stava già utilizzando navi con limitazioni alla velocità sulla rotta marittima dalla Svezia alla Cina.

La riduzione totale dell'anidride carbonica potrebbe essere conseguita perché la compagnia di navigazione è stata una delle prime ad avere un metodo di calcolo che è stato riconosciuto dal Clean Cargo Working Group.

Due anni dopo, grazie agli specifici dati forniti dalla Hapag-Lloyd, la DB Schenker è stata in grado di calcolare la prima impronta marina di carbonio vincolante per determinate rotte di trasporto marittimo.

Una ulteriore pietra miliare nella collaborazione fra le due società è stata la presentazione del calcolatore di emissioni EcoTransIT World.

Nel 2010, in collaborazione con ulteriori partner, la Hapag-Lloyd e la DB Schenker hanno sviluppato uno strumento per il calcolo trasparente ed esatto dell'impatto ambientale delle filiere di trasporto nelle rotte di tutto il mondo.

Lo strumento è tuttora uno standard generalmente accettato per il calcolo affidabile del consumo di energia e l'emissione di CO2 e di altri gas nocivi per ogni dato trasporto di merci.

"Importanti compagnie di navigazione come la Hapag-Lloyd hanno svolto un ruolo di rilievo nel migliorare la nostra impronta di carbonio, non da ultimo grazie alla trasparente relazione delle riduzioni delle emissioni.

Una relazione d'affari riuscita e duratura dev'essere basata sulla fiducia e sulla correttezza quando si tratta di raggiungere obiettivi di qualità ed ambientali.

Questi accordi sono tappe fondamentali, dal momento che essi ci mettono in grado di integrare gli aspetti di sostenibilità nelle nostre relazioni d'affari" continua Andrea Dorothea Schön.

La DB Schenker ha concordato questi obiettivi di protezione del clima con altre sei compagnie di navigazione operative a livello globale.

La DB Schenker è terza in classifica nel mercato mondiale del trasporto merci marittimo.

Nel 2015, essa ha trasportato più di 5.400 contenitori al giorno per i suoi clienti, per un volume complessivo di quasi 2 milioni di TEU.

La rete del trasporto merci marittimo della società copre 130 paesi con più o meno 600 ubicazioni della DB Schenker in tutto il mondo.
(da: transportjournal.com/dbschenker.com, 3 novembre 2016)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail