ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 05:11 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 30 APRILE 2017

TRASPORTO MARITTIMO

LA COMMISSIONE EUROPEA APPROVA L'ACQUISIZIONE DELLA HAMBURG SÜD DA PARTE DELLA MAERSK LINE A DETERMINATE CONDIZIONI

La Commissione Europea ha dato il proprio benestare ai sensi delle regole sulle fusioni dell'Unione Europea alla proposta di acquisizione della compagnia di navigazione containerizzata di linea tedesca HSDG (Hamburg Südamerikanische Dampfschifffahrts-Gesellschaft KG) da parte della danese Maersk Line A/S, ma a determinate condizioni.

Sia la Maersk Line che la HSDG sono attive in tutto il mondo nel trasporto marittimo containerizzato di linea.

Il benestare è condizionato al ritiro della HSDG da cinque consorzi sulle rotte di traffico che collegano: 1) il Nord Europa e l'America centrale/Caraibi; 2) il Nord Europa e la Costa Occidentale del Sud America; 3) il Nord Europa ed il Medio Oriente; 4) il Mediterraneo e la Costa Occidentale del Sud America; infine, 5) il Mediterraneo e la Costa Orientale del Sud America.

In queste rotte, l'ente derivante dalla fusione si sarebbe trovata di fronte ad una concorrenza insufficiente dopo la transazione.

La Commissaria Margrethe Vestager, responsabile per la politica sulla concorrenza, ha dichiarato: "I servizi di trasporto marittimo in regime di concorrenza sono essenziali per le imprese europee e per l'economia dell'Unione Europea nel suo complesso.

Gli impegni offerti dalla Maersk Line e dalla HSDG manterranno un salutare livello di concorrenza a vantaggio delle tantissime imprese dell'Unione Europea che dipendono da questi servizi di trasporto marittimo containerizzato".

Le preoccupazioni in ordine alla concorrenza della Commissione

La transazione proposta comporterebbe la combinazione di due importanti compagnie di navigazione containerizzate di linea.

La Maersk Line è la più grande compagnia di navigazione containerizzata, mentre la HSDG è la numero nove a livello mondiale.

Come diversi altri vettori, la Maersk Line e la HSDG offrono i propri servizi in rotte di traffico attraverso accordi di cooperazione con altre compagnie di navigazione.

Tali accordi sono noti come "consorzi" od "alleanze" e si basano su accordi di condivisione delle navi in cui i membri decidono congiuntamente in ordine all'organizzazione della capacità, agli orari ed ai porti di scalo, che sono tutti quanti importanti parametri della concorrenza.

La Commissione ha esaminato gli effetti della fusione sulla concorrenza in questo specifico mercato della navigazione di linea containerizzata riguardo a diciassette rotte di traffico che collegano l'Europa con le Americhe, l'Asia, il Medio Oriente, l'Africa e l'Australia/Nuova Zelanda.

La Commissione ha constatato che la fusione, così come era stata notificata in origine, avrebbe creato nuovi collegamenti fra le entità in precedenza non connesse Maersk Line e cinque dei consorzi cui appartiene la HSDG (Eurosal 1/SAWC, Eurosal 2/SAWC, EPIC 2, CCWM/MEDANDES e MESA).

Secondo l'analisi della Commissione, ciò avrebbe comportato effetti anticoncorrenziali sulle corrispondenti cinque rotte di traffico (Nord Europa e l'America centrale/Caraibi; Nord Europa e Costa Occidentale del Sud America; Nord Europa e Medio Oriente; Mediterraneo e Costa Occidentale del Sud America; infine, Mediterraneo e Costa Orientale del Sud America).

In particolare, questi collegamenti avrebbero potuto consentire all'organismo derivante dalla fusione di influenzare parametri fondamentali della concorrenza, come la capacità, per una porzione assai grande di quei mercati, a detrimento dei loro clienti commerciali e, in definitiva, dei consumatori.

La transazione proposta avrebbe altresì creato: a) collegamenti limitati fra la Maersk e la HSDG nei mercati del trasporto marittimo a corto raggio e dei "servizi irregolari" (trasporti marittimi non programmati a richiesta), così come b) collegamenti limitati fra le attività delle due compagnie di navigazione nel trasporto marittimo containerizzato di linea e nei settori dei terminal container, del rimorchio in porto, delle spedizioni di merci, della produzione di contenitori e del trasporto terrestre in cui la Maersk Line ed altre società appartenenti al gruppo Maersk sono attive.

Tuttavia, in entrambi questi campi, la Commissione non ha riscontrato preoccupazioni circa la concorrenza, in particolare perché diversi altri fornitori di servizi sono attivi in questi mercati.

Gli impegni proposti

Al fine di dissipare le preoccupazioni in ordine alla concorrenza della Commissione, la Maersk si è offerta di far terminare la partecipazione della HSDG ai cinque consorzi (Eurosal 1/SAWC, Eurosal 2/SAWC, EPIC 2, CCWM/MEDANDES and MESA).

Questa iniziativa eliminerà del tutto i problematici collegamenti fra la Maersk Line ed i consorzi della HSDG che sarebbero stati indotti dalla transazione.

La HSDG continuerà ad effettuare operazioni nell'ambito dei cinque consorzi nel periodo di preavviso al fine di garantirle un'uscita regolare.

Tuttavia, un fiduciario di monitoraggio assicurerà che nessuna informazione anti-concorrenziale venga condivisa fra questi cinque consorzi e l'ente derivante dalla fusione nel corso del periodo di preavviso.

Alla luce dei rimedi proposti, la Commissione ha concluso che la proposta di transazione così come modificata non avrebbe più sollevato preoccupazioni in ordine alla concorrenza.

La decisione è condizionata alla completa conformità agli impegni presi.

Compagnie di navigazione e prodotti

La HSDG effettua operazioni con 130 navi portacontainer.

La compagnia di navigazione commercializza i propri servizi attraverso il proprio marchio Hamburg Süd a livello globale ed i suoi marchi CCNI (Cile) e Aliança (Brasile).

La HSDG fa parte di diversi consorzi ed in particolare quelli riportati nella tabella sottostante.

La Maersk Line effettua operazioni con 611 navi portacontainer, 324 delle quali sono noleggiate e vende i propri servizi di trasporto marittimo containerizzato di linea in tutto il mondo.

La compagnia di navigazione commercializza i propri servizi attraverso i marchi Maersk Line, Safmarine, SeaLand (interamericano), MCC Transport (interasiatico) e SeaGo Line (intereuropeo).

Inoltre, il gruppo Maersk fornisce anche servizi terminalistici containerizzati, servizi di spedizione di merci, trasporto terrestre, produzione di container e servizi di rimorchio in porto.

Rotta di traffico

Consorzio

Nord Europa - America centrale / Caraibi

Eurosal 1/SAWC

Nord Europa - Costa Occidentale del Sud America

Eurosal 2/SAWC

Nord Europa - Medio Oriente

EPIC 2

Mediterraneo - Costa Occidentale del Sud America

CCWM/MEDANDES

Mediterraneo e Costa Orientale del Sud America

MESA


Regole e procedure di controllo della fusione La transazione è stata notificata alla Commissione il 20 febbraio scorso.

La Commissione ha il compito di valutare le fusioni ed acquisizioni che coinvolgano società con un giro d'affari superiore a certe soglie (v. Articolo 1 del Regolamento sulle Fusioni) e di evitare i concentramenti che possano notevolmente impedire la concorrenza nello Spazio Economico Europeo od in qualche sua parte considerevole.

La stragrande maggioranza delle fusioni notificate non presentano problemi di concorrenza e vengono approvate dopo un controllo di ordinaria amministrazione.

Dal momento in cui una transazione viene notificata, la Commissione generalmente dispone di 45 giorni lavorativi complessivi per decidere se concedere l'approvazione (Fase I) o dare il via ad un'indagine approfondita (Fase II).
(da: hellenicshippingnews.com, 11 aprile 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail