ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 ottobre 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06.31 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 MAGGIO 2017

TRASPORTO MARITTIMO

I TRAFFICI CONTAINERIZZATI MONDIALI SI SONO IMPENNATI DEL 10% NEL CORSO DEL PRIMO TRIMESTRE DELL'ANNO

I traffici containerizzati mondiali nel primo trimestre del 2017 sono cresciuti in modo molto più sostenuto di quanto previsto: una crescita che richiederà un aggiornamento delle previsioni degli analisti relative all'intera annata, come questa settimana osserva la ditta specialista in trasporto marittimo containerizzato Drewry.

I dati provvisori relativi alle direttrici di traffico del CTS (Container Trades Statistics) indicano che i traffici mondiali di contenitori si sono impennati del 10% da un anno all'altro nel primo trimestre del 2017.

Nel proprio rapporto Container Insight Weekly, la Drewry sottolinea che le cifre del CTS indicano i traffici interregionali come il principale fattore di crescita, con volumi in aumento del 17% rispetto al 7% dei traffici a lungo raggio.

"Un paio di anni fa, avevamo sostenuto che una inattesa forte crescita della domanda era stata una delle principali cause della congestione portuale in Cina e, con la avvenuta disponibilità di altri dati, siamo in grado di vedere con maggiore chiarezza il carico di lavoro aggiuntivo con cui i porti ed i terminal stanno avendo a che fare" afferma la Drewry.

Le ultime cifre del CTS per la regione della Grande Cina ottenute da una selezione d importanti partner commerciali indicano che quasi la metà dei 2,6 milioni di TEU di volumi in più movimentati nei primi tre mesi derivano dai traffici con i suoi partner vicini interasiatici, mentre il cabotaggio nazionale ed i traffici con il Nord America hanno contribuito ciascuno con altri due decimi di volumi aggiuntivi, nota la Drewry.

I dati del CTS confermano altresì la grande inclinazione verso le importazioni cinesi, sottolinea la Drewry, "ed i traffici del nostro campione di regioni fra le quali avvengono i traffici sono in aumento di uno sbalorditivo 28%".

Le esportazioni alla volta delle medesime regioni si sono incrementate dell'11%".

Anche se la ripresa di volumi containerizzati sembra essere ad ampia base, è chiaro alla luce della sua crescita ben al di sopra della media che la Cina ne è sicuramente l'epicentro, osserva la Drewry.

Il piccolo campione di informazioni sui volumi dei vettori che è stato pubblicato finora contemporaneamente alle dichiarazioni finanziarie del primo trimestre delle linee di navigazione inoltre "va in qualche modo a corroborare la storia di grande crescita del CTS" afferma la Drewry.

La crescita media dei volumi per i sei vettori nel primo trimestre del 2017 è stata del 10%, con un ampio divario fra la compagnia di navigazione dalla crescita più lenta, la Zim con il 4%, e la linea dalla crescita più rapida, la MOL con il 17%.

A detta dell'analista, messe assieme, le sei linee di navigazione effettuano operazioni con circa il 30% della flotta mondiale di portacontainer.

La Drewry riconosce che pochi, se non nessuno, si erano accorti dell'arrivo di questa crescita estrema.

"Se confermato, il tasso trimestrale del 10% per i traffici dei contenitori carichi oltrepasserebbe di gran lunga qualsiasi cosa vista dal 2010, quando la domanda si era ripresa repentinamente dopo il crollo del 2009" nota la Drewry.

Nel corso degli ultimi due anni, 2015 e 2016, il tasso medio trimestrale è stato di un mero 2,3% malgrado qualche spunto verso l'alto dal secondo trimestre 2016 in poi, aggiunge la società di analisi.

La Drewry afferma che è ancora troppo presto per giudicare che cosa significhi questa partenza sostenuta per il resto dell'anno.

"Abbiamo assistito a schizzi di crescita prima che essi si affievolissero e regredissero alla tendenza verso il basso abbastanza presto, sebbene a dire il vero nessuno negli ultimi anni sia stato vicino allo stesso ordine di grandezza suggerito dalle ultime cifre relative alle direttrici di traffico" sottolinea la società.

La Drewry si è chiesta se l'attuale impennata della domanda possa costituire la prova di una più agevole redistribuzione dei volumi nel corso dell'anno, nel qual caso i tassi di crescita relativi ai trimestri seguenti sarebbero molto più piatti.

"Il primo trimestre è tradizionalmente il trimestre più lento dell'anno, dal momento che le cose si calmano dopo la corsa a portare le merci nei negozi per le feste dell'emisfero occidentale" sottolinea la Drewry.

"Sin dall'inizio di questo secolo il primo trimestre in media rappresenta il 23,4% del conteggio annuale dei traffici containerizzati mondiali.

Tuttavia, la percentuale è stata molto costante negli ultimi anni, di modo che non c'è nessuno spostamento davvero identificabile della tendenza a supportare la teoria che qualche spedizione venga anticipata, sebbene non si possa escludere tale possibilità.

Può darsi che alcuni caricatori abbiano voluto movimentare le merci prima dei nuovi e più elevati termini contrattuali e dei previsti incrementi delle tariffe a pronti".

Conclude la Drewry: "C'è ancora qualche controllo incrociato da fare, ma sembra che la crescita della domanda sia stata molto più sostenuta nel primo trimestre del 2017 di quanto non avessimo in precedenza previsto e ci sarà bisogno di un aggiornamento delle nostre previsioni relative all'intera annata".
(da: lloydsloadinglist.com, 16 maggio 2017)



ABB Marine Solutions Evergreen Line Est Europea Servizi Terminalistici
Consorzio ZAI  


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail