ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 02:39 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 GIUGNO 2017

TRASPORTO FERROVIARIO

IL TRASPORTO FERROVIARIO FRA CINA ED EUROPA PROSPERA PERCHÉ GLI SPEDIZIONIERI COLGONO I VANTAGGI RISPETTO AI COSTI PER I CLIENTI

I servizi ferroviari Cina-Europa si apprestano a triplicarsi nel giro di tre anni dal momento che la domanda cresce ed i caricatori ne colgono i vantaggi.

I media asiatici riferiscono che nel corso della recente conferenza "Belt and Road", la Cina ha dichiarato di avere in programma l'incremento del numero annuo di treni dai 1.800 dell'anno scorso a 5.000 nel 2020.

Nel contempo, a maggio tre spedizionieri hanno sviluppato propri servizi sulla direttrice in questione ed è stata aggiunta un'altra città.

Shenzhen è ora collegata con Minsk; il primo treno arriverà nella capitale bielorussa alla fine di maggio, con 41 FEU a bordo, il cui carico è costituito da telefoni cellulari e parti di automobili.

La tratta è gestita dalla DHL Global Forwarding congiuntamente al fornitore di logistica China Brilliant ed offre servizi containerizzati sia a pieno carico (FCL) sia a carico parziale (LCL).

Essa offre il monitoraggio GPS in tempo reale dei contenitori e lo sdoganamento.

La domanda derivante dall'Europa Orientale sta accelerando, secondo lo spedizioniere, dal momento che l'economia della regione è in crescita.

La Panalpina il 25 maggio ha comunicato che dovrebbe aprire un secondo punto di consolidamento a Shenzhen a luglio.

Lo spedizioniere attualmente consolida i carichi a Shanghai per un servizio ferroviario settimanale.

"Oltre 150 clienti hanno utilizzato il servizio finora, movimentando oltre 5.000 m3 di carichi, come parti di automobili per i fornitori di 2° e 3° livello, tablet, equipaggiamento per linee di produzione così come abbigliamento e scarpe" afferma Antonio Picciolla, responsabile regionale per l'Europa terrestre della Panalpina.

"Ci aspettiamo che questi volumi crescano ulteriormente dal momento che altri nostri clienti in Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania, Svezia, Paesi Bassi e Belgio stanno adesso valutando l'adozione di questa opzione di trasporto".

Anche la Nippon Express a maggio ha lanciato nuovi servizi: sei destinazioni FCL in direzione ovest in Cina e 18 servizi LCL nonché otto in direzione est dall'Europa.

La crescita della ferrovia ha diviso le opinioni nel settore del trasporto merci in ordine a se avrà più conseguenze sul trasporto aereo o sul trasporto marittimo.

Un caricatore ritiene che "centinaia di tonnellate al mese" siano state strappate alle rotte aeree.

Lo stesso ha dichiarato che la sua società punta a tali servizi quale alternativa fattibile al trasporto merci aereo in Cina, così come al trasporto aero-marittimo verso Dubai-Singapore-Cina.

Marie-Christine Lombard, amministratrice delegata della Geodis, ha dichiarato a The Loadstar: "La ferrovia è un'opzione allettante rispetto a quella marittima".

La Lombard ha altresì sottolineato come, per i caricatori e gli spedizionieri, la concorrenza modale sia irrilevante.

"I clienti desiderano i costi più competitivi nella filiera distributiva.

Pertanto occorre tener conto delle esigenze dei propri clienti.

Su tutte le direttrici di traffico essi vogliono la migliore soluzione.

La ferrovia per alcuni flussi è assai appropriata.

Se si hanno volumi regolari che hanno bisogno di velocità e si dispone dei flussi giusti, si può aggiungere la ferrovia a quella soluzione.

Ed è anche molto competitiva nei confronti dell'aria.

Noi ravvisiamo una opportunità al riguardo.

La Geodis è una società logistica che effettua operazioni in una rete, ma non ci concentriamo su una modalità.

Possiamo progettare una soluzione multimodale che si adatti ai relativi flussi del cliente.

Si guarda sempre a come realizzare una soluzione solida che sia economicamente vantaggiosa".

E sembra che la ferrovia lo sia.

Aggiunge Pacciolla: "Il servizio ferroviario costa un terzo del trasporto merci aereo ed è due volte più veloce del trasporto merci marittimo.

È una proposta interessante che bisogna cogliere".
(da: theloadstar.co.uk, 26 maggio 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail