ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 13:01 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 30 GIUGNO 2017

TRASPORTO INTERMODALE

IL CORRIDOIO PER IL TRASPORTO MERCI FERROVIARIO RENO-ALPI POTREBBE ACCOGLIERE TRENI PIÙ LUNGHI ENTRO IL 2021

L'ITF (International Transport Forum) svoltosi a Lipsia ha visto i ministri dei trasporti europei di Paesi Bassi, Italia, Svizzera, Belgio e Germania discutere in ordine al corridoio Reno-Alpi, che collega i porti strategici di Rotterdam e Genova attraverso la Svizzera ed i maggiori centri economici tedeschi delle regioni Renania-Ruhr e Renania-Meno-Neckar.

Impegni

Unitamente ai rappresentanti dei trasporti della Commissione Europea ed ai soggetti ferroviari interessati, i ministri si sono impegnati a promuovere il successo della tratta, che sta già traendo vantaggio dal nuovo tunnel del Gottardo che collega Svizzera ed Italia, nonché ad incrementare ulteriormente la sua attrattiva quale modalità di trasporto preferita dai clienti del trasporto merci.

Oltre alla più stretta collaborazione transfrontaliera, i ministri hanno messo in evidenza l'importanza di tutti i soggetti interessati a far sì che le tracce e le capacità ne traggano completo vantaggio e vengano utilizzate nel modo migliore possibile, valutando nel contempo le opportunità finalizzate all'incremento dell'interoperabilità.

Quota di mercato

Secondo il Ministero delle Infrastrutture e dell'Ambiente olandese, nonostante che il trasporto merci ferroviario abbia dovuto affrontare una forte concorrenza negli ultimi anni da parte della strada e delle idrovie, la quota di mercato del trasporto merci ferroviario del corridoio logistico fra i porti del Mare del Nord via Svizzera alla volta dell'Italia è aumentata del 6,8%, mentre il trasporto stradale è calato del 3,4%.

Sharon Dijksma, segretaria ai trasporti olandese, afferma: "La crescita del trasporto merci ferroviario è importante per il settore e di conseguenza per la nostra economia.

Inoltre, esso offre enormi vantaggi ambientali, dal momento che un treno in media trasporta 52 volte più merci di un camion, generando peraltro sino all'80% in meno emissioni di gas serra.

Questo è il motivo per cui continuerò a fare tutto ciò che posso per rendere il trasporto ferroviario il più attraente possibile per i vettori ed i caricatori".

Treni più lunghi

Uno dei fattori fondamentali per l'espansione della capacità sulla tratta sarà l'introduzione di treni più lunghi e nel corso del summit di Lipsia i ministri hanno discusso la possibilità di effettuare entro il 2021 operazioni sulla tratta Rotterdam-Genova con i primi treni lunghi 740 metri, vale a dire 200 metri più lunghi dei convogli attuali.

Il programma del forum ITF prevedeva di prendere lo spunto dalla Dichiarazione di Rotterdam del 2016, approntata nel corso della presidenza dell'Unione Europea dei Paesi Bassi.

I ministri europei allora avevano concordato una serie di misure finalizzate ad incrementare l'attrattiva del trasporto ferroviario, fra le quali i miglioramenti del modo in cui le informazioni vengono condivise fra i vettori, i caricatori ed i gestori delle infrastrutture.

"Ricerca e tracciamento"

Ci sono stati notevoli investimenti in tutto il settore l'anno scorso, quali le funzioni di ricerca e tracciamento a bordo che sono ora così importanti per i clienti.

Studi stanno altresì esaminando come le informazioni sui tempi attesi di arrivo possano essere meglio condivise fra i treni, i terminal ed i gestori delle infrastrutture il più presto possibile.

Lo RFC (Corridoio di Trasporto Merci Ferroviario Reno-Alpi) è uno dei nove corridoi strategici europei di trasporto merci ferroviario che assicurano una rete di opportunità per gli operatori ed i clienti del settore in tutta l'Europa.

Il nucleo dei corridoi, costituito da un misto di imprese pubbliche e private, punta a rimuovere i colli di bottiglia di capacità, realizzare i collegamenti transfrontalieri mancanti ed a promuovere l'integrazione modale e l'interoperabilità.

Treni rumorosi

La ministra Dijksma ha altresì utilizzato il forum per perorare la causa della tecnologia atta a ridurre il rumore al fine di migliorare la qualità della vita per coloro che nei Paesi Bassi vivono nei pressi delle linee ferroviarie e sono afflitte dal passaggio di treni merci rumorosi.

Un settore al quale si guarda è quello della conversione delle pastiglie dei freni sui treni, che contribuirà a conseguire l'obiettivo di far viaggiare l'80% del trasporto ferroviario su "treni silenziosi" entro il 2020.

La questione dei treni rumorosi al momento attuale è in cima all'agenda e la UIC (International Union of Railways) è solo uno dei soggetti interessati che stanno lavorando per affrontare il problema.

Essa terrà il proprio annuale "Seminario sul Rumore" a novembre, mentre anche molti operatori e produttori stanno lavorando sulla tecnologia per la riduzione del rumore allo scopo di aggiornare l'attuale materiale rotabile.
(da: railfreight.com, 2 giugno 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail