ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 12:56 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 30 GIUGNO 2017

STUDI E RICERCHE

LA DREWRY AGGIORNA LE PREVISIONI SULLA CRESCITA CONTAINERIZZATA PER L'INTERO ANNO

La Drewry si aspetta che il recente miglioramento dei traffici containerizzati a livello globale continui fino alla fine del 2017 e ha di conseguenza aumentato le proprie previsioni relative alla crescita nell'intero anno sino al 4% circa.

Avendo in precedenza stimato una crescita del 2%-3%, l'analista senior di Drewry Neil Davidson afferma che le previsioni sono adesso molto più positive per l'anno a venire sulla scorta delle migliori sensazioni sul mercato, rispetto a sei o persino tre mesi fa.

Un simile tasso di crescita è atteso dalla Drewry anche per il 2018, sebbene il livello di crescita dei traffici sul medio-lungo termine sia ancora molto più difficile da dichiarare date le attuali incertezze geopolitiche in tutto il mondo.

Commentando riguardo al primo trimestre, Davidson ha sottolineato che il significativo incremento delle cifre relative ai risultati portuali mondiali è stato indotto dalla ripresa dei mercati chiave e dalla forza dell'economia nordamericana.

L'analista ha notato che negli Stati Uniti la spesa dei consumatori è rimasta sostenuta, mentre la ricostituzione delle scorte alla luce dei programmi delle nuove alleanze ha contribuito ad indirizzare la crescita nel primo trimestre.

Secondo Davidson, c'è stata anche una crescita significativa dei traffici in Africa, America Latina e nella Grande Cina nel periodo da gennaio a marzo.

Davidson afferma che il numero dei contenitori si è incrementato in modo significativo presso i principali hub dell'Africa Occidentale, in cui i volumi stanno iniziando a tornare alla normalità poiché le economie cominciano a riprendersi in seguito alla depressione del prezzo del petrolio.

La Drewry stima che il livello dei risultati produttivi africani sia aumentato in doppia cifra in termini percentuali nel corso del primo trimestre rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso.

La persistente ripresa dell'economia brasiliana e la forte crescita riportata presso i porti panamensi hanno dato impulso ai traffici containerizzati sudamericani che sono cresciuti di circa il 10% secondo la Drewry.

Nella Grande Cina, la produttività portuale è stata sospinta dalla forte crescita nei traffici interasiatici e dalla ripresa in corso dell'economia sia nazionale che internazionale, dichiara Davidson.

La crescita è stata tuttavia generalmente frammentata nei primi tre mesi del 2017.

I porti in Europa settentrionale hanno mantenuto un modello di crescita ragionevolmente moderata, tendenza, questa, che si è ripetuta presso gli hub più a sud nel Mediterraneo.

Davidson afferma che gli hub di trasbordo del Mediterraneo hanno iniziato ad assistere ad una crescita molto più bassa rispetto a quella degli anni precedenti, in conseguenza della preferenza dei vettori per scali più diretti.

Ma questa è una tendenza che adesso si ravvisa in tutto il mondo, aggiunge Davidson.

Questo inoltre spiega ampiamente perché nell'Asia meridionale, che negli ultimi anno è stata un motore di crescita dei traffici containerizzati globali, la crescita dei volumi all'inizio del 2017 sia stata relativamente moderata.

Sebbene la crescita nella regione sia stata ancora buona al 4% circa nel primo trimestre dell'anno, a detta di Davidson l'aumento del numero di scali diretti rispetto a quello degli scali di trasbordo ha avuto un profondo impatto.

Fra un eccesso di offerta ed un incremento del trasferimento di navi a cascata a rotte di traffico secondarie, ci sono state conseguenze per l'equilibrio fra trasbordo e scalo diretto.

"Il primo è stato rimpiazzato dal secondo e questo in effetti si riferisce alla movimentazione di un solo TEU piuttosto che a tre movimentazioni portuali in conseguenza di tale scambio" afferma Davidson.

Davidson si aspetta che questa tendenza continui dal momento che i vettori cercheranno di limitare il numero degli scali effettuati dalle loro unità navali più grandi nei mesi e negli anni a venire. Sarà un settore in cui si potrà osservare come le navi più grandi sommergeranno il mercato.
(da: lloydsloadinglist.com, 15 giugno 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail