ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 22:56 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 LUGLIO 2017

SICUREZZA E PROTEZIONE

IL SETTORE DEL TRASPORTO MERCI "INADEGUATO" CONTRO GLI ATTACCHI INFORMATICI

Secondo la società di spedizioni di merci online iContainers, i settori del trasporto marittimo e delle spedizioni di merci sono "inadeguati" a fronte degli attacchi informatici e l'attacco "Petya" della fine di giugno alla Maersk e ad altri ha rappresentato un segnale d'allarme dal momento che il settore sta passando all'automazione ed alla digitalizzazione.

Il virus Petya non ha solo paralizzato il sistema di prenotazioni della Maersk e rallentato il sistema di localizzazione dei contenitori, ma ha anche comportato congestioni presso un'ottantina di porti di tutto il mondo le cui operazioni sono effettuate dalla sua partecipata APM Terminals.

Il vettore è stato in grado solamente di ripristinare l'accettazione delle prenotazioni più o meno tre giorni dopo l'attacco e questo ha dovuto essere fatto mediante un fornitore terzo, osserva Klaus Lysdal, vice presidente delle vendite e delle operazioni della iContainers.

"Considerando l'importanza ed il valore di quello che fa il settore, quest'ultimo è inadeguato rispetto ad un attacco come questo" afferma Lysdal.

"Si sarebbe potuto pensare che la Maersk fosse forse il vettore con il più elevato livello di protezione".

In seguito all'attacco del virus alla Maersk alla fine di giugno, la iContainers ha dichiarato di essere stata provvisoriamente limitata in ordine all'accettazione delle prenotazioni ed alla gestione delle operazioni correlate ai carichi delle navi del gigante marittimo danese.

E nei giorni successivi all'attacco, mentre la Maersk lottava per riguadagnare qualche forma di normalità, gli spedizionieri di merci hanno continuato a lavorare per procurarsi il rilascio dei contenitori in importazione, afferma la iContainers.

La ditta sostiene che le ricerche indicano che i soggetti colpiti tendono ad essere quelli dei settori con pochi investimenti in sicurezza informatica.

E mentre il settore del trasporto merci marittimo è stato relativamente lento nell'adottare le tanto necessarie misure di sicurezza per respingere attacchi come questi, le recenti conferenze marittime hanno messo in grande evidenza la sicurezza informatica.

Secondo la iContainers, questo attacco dovrebbe servire come avvertimento della sempre maggiore vulnerabilità del settore nel corso del suo passaggio all'automazione ed alla digitalizzazione.

"Poiché la copertura globale ed un numero sempre maggiore di funzioni vengono resi disponibili online, i vettori devono affrontare una sempre maggiore esposizione a tali attacchi" sostiene Lysdal.

"Per il settore nel suo complesso, questo attacco probabilmente giunge come un salutare promemoria.

Dopo anni di bassi guadagni ed enormi perdite, alcuni potrebbero non essere stati molto diligenti circa la propria sicurezza come forse avrebbero dovuto essere.

La Maersk si prepara a perdere una notevole somma di denaro a causa dell'attuale attacco, che si spera spronerà ogni vettore ad intensificare le proprie misure di sicurezza".

Gli esperti hanno avvertito di aspettarsi altri assalti nel giro dei prossimi sei mesi, dal momento che i soggetti colpiti cercano di andare alle radici del problema.

Secondo la ditta di consulenze globali AlixPartner, la maggior parte di questi attacchi hanno avuto origine dapprincipio da una e-mail.

Quando si è saputo della notizia dell'attacco il 29 giugno, la iContainers afferma di essere stata "svelta a mettere sull'avviso i propri dipendenti, avvertendoli di prestare particolare attenzione all'apertura di e-mail, allegati e collegamenti esterni".

Nota Lysdal: "Tutto ciò che possiamo concretamente fare è proteggere i nostri sistemi.

Quanto ai vettori, alle ferrovie ed ai terminal non c'è davvero molto che si possa fare da parte di terzi".
(da: lloydsloadinglist.com, 3 luglio 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail