ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

12 December 2018 The on-line newspaper devoted to the world of transports 03:40 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 LUGLIO 2017

REEFER

LA LOGISTICA DEI PRODOTTI FARMACEUTICI: I VETTORI MARITTIMI POTREBBERO ROSICCHIARE QUALCOSA IN QUESTO SETTORE CHE È IN CRESCITA E REDDITIZIO PER IL TRASPORTO AEREO?

I vettori - sia aerei che marittimi - sono attirati dagli elevati rendimenti derivanti dal trasporto dei farmaci.

Le linee aeree si sono accaparrate le spedizioni di valore più alto e si assicurano alla svelta che il personale e gli addetti siano ben addestrati.

Le certificazioni CEIV e la buona prassi distributiva stanno diventando sempre più importanti allo scopo di dimostrare che la qualità del trasporto è alta.

E le aspettative dei clienti crescono: non può esserci nessun "buco nero" in aeroporto, nessuna escursione termica, nessun ritardo.

Nel contempo, la tecnologia sta diventando sempre più decisiva: la visibilità della spedizione è un fattore fondamentale.

La Maersk ha introdotto la gestione a distanza del container, che combinata al trasporto senza soluzioni di continuità dei contenitori refrigerati potrebbe intaccare le attività delle linee aeree.

Ma i lunghi periodi di viaggio, oltre al tetto assicurativo sulle spedizioni ad alto valore significherà che probabilmente il trasporto aereo resterà la scelta preferita per i prodotti di fascia alta.

LongRead, peraltro, ha esaminato altresì che cosa sta succedendo nel mondo dei caricatori.

Perturbazioni si sono verificate anche per le imprese farmaceutiche: le applicazioni sanitarie mobili ed i nuovi sviluppi ad opera delle imprese tecnologiche stanno iniziando a perturbare l'assai regolata e lenta a muoversi attività farmaceutica.

Che cosa significherà questo per il settore della logistica?

* * *

Un nuovo vaccino antinfluenzale sta per arrivare sul mercato.

Esso non richiede iniezioni, è un semplice cerotto applicabile, ma, ciò che più importa, non ha bisogno di refrigerazione e può essere immagazzinato a temperatura ambiente per un periodo che può durare sino ad un anno.

Questo sviluppo potrebbe avere notevoli implicazioni per la logistica dei farmaci, un settore dominato da regole e direttive.

E questo, naturalmente, significa che si tratta inoltre di un settore con costi elevati per i caricatori, nonché con alti rendimenti per quei fornitori di logistica che sono in grado di attenersi alle regole.

Per di più, è anche un settore in crescita e che sta diventando sempre più competitivo in tutte le modalità di trasporto.

Le varie unità di trasporto di farmaci, i droni, un'abbondanza di nuovi strumenti di monitoraggio, così come l'incombente spauracchio di Amazon che irrompe sul mercato stanno demarcando il campo di battaglia per il mercato della logistica dei prodotti farmaceutici.

Ciò sta dando luogo ad un vasto arsenale di tattiche, strumenti e congetture, così come ad un numero in costante crescita di vettori e fornitori di logistica in gara per un pezzettino della torta.

È facile capire perché.

Nello scorso mese di settembre la ditta di ricerche di mercato Evaluate Pharma ha previsto un tasso di crescita annuo composto a livello globale del 6,3% per il settore farmaceutico mondiale da qui al 2022 sino a raggiungere i 1.120 miliardi di dollari USA di vendite di medicine prescritte.

"Il tasso di crescita previsto supera quello di tutti gli altri settori" afferma Ameet Sareen, direttore generale vendite e sviluppo attività dei prodotti dei carichi presso la Air Canada.

La linea aerea ha goduto di una crescita a doppia cifra in questo settore negli ultimi tre anni.

Ma il mercato non è adatto ai pusillanimi.

La regolamentazione e la qualità sono decisivi.

Oltre alle tendenze demografiche, lo snellimento delle regolamentazioni è stato uno dei più importanti fattori di crescita, in special modo la serializzazione, che impone il tracciamento per numero di serie nel tentativo di lottare contro i medicinali contraffatti.

Oltre 40 giurisdizioni - fra cui Unione Europea, Stati Uniti, Corea del Sud, Cina e Brasile - hanno aderito.

Secondo il fornitore di localizzazione in ambito trasportistico Tracelink, oltre il 75% delle medicine prescritte in tutto il mondo saranno regolate dalla nuova normativa entro la fine del 2018.

E sempre di più le imprese farmaceutiche, indotte da una regolamentazione più rigida, stanno chiedendo ai propri fornitori di logistica di assicurare qualità e maggiore visibilità.

"L'attenzione alla qualità continua ad essere una importante tendenza" afferma Sareen.

"I clienti chiedono continuamente più visibilità circa le condizioni delle proprie spedizioni, compresi l'ubicazione fisica, le temperature ambientali ed il livello di umidità".

Alta fascia contro generico

I traffici di farmaci di alta fascia, anche se comportano margini proficui e tirano fuori il meglio dell'esperienza e della tecnologia di vettori e spedizionieri, vengono sovrastati dai medicinali generici, che richiedono soluzioni più semplici, più solide e più redditizie.

I vettori come la Air Canada riflettono tale situazione con offerte distinte per derrate sensibili alla temperatura che richiedono ULD attive a temperatura controllata e per i vaccini le medicazioni che possono essere movimentati con misure passive di controllo alla temperatura.

Per questi ultimi, la linea aerea canadese utilizza normalmente le coperture Tyvek per le spedizioni di dimensioni LD-7, afferma Carolyn van Vliet, direttrice sviluppo attività per i prodotti dei carichi.

La crescita è stata sostenuta in entrambi i settori, sottolinea.

Ultimamente, la domanda che ogni soggetto attivo in questo settore si pone è se concentrarsi su un segmento sia più produttivo che cercare di occuparsi dell'intera gamma del settore farmaceutico, realizzando più volumi possibile in entrambi i settori nonché nelle nicchie dagli alti rendimenti.

"Per un vettore offrire l'intera gamma allo stesso livello di competenza può rivelarsi complicato" afferma Sareen.

Susanne Wellauer, direttore del settore verticale per i prodotti farmaceutici e sanitari alla Swiss WorldCargo, trova che c'è abbastanza base comune per andare al di là dell'intero spettro.

"Le regole di buona prassi distributiva si applicano ai farmaci sia di fascia alta che generici ed essi sono governati dagli stessi principi" afferma.

"Se il divario fra fascia alta e bassa si allarga, dipende da come i soggetti interessati vorranno investire".

Brendan Beach, direttore dello sviluppo direttrici di traffico alla Maltacourt Global Logistics, dichiara: "Se si ha la capacità e la conoscenza dell'attività, si possono fare entrambe.

Noi trattiamo entrambe le fasce.

Alcune società si concentrano su una sola".

Collocazione del prodotto

Sempre più linee aeree si rivolgono ai prodotti farmaceutici con offerte speciali, mentre gli operatori affermati in questo settore hanno perfezionato i propri servizi.

La Air Canada ha costituito un gruppo di supporto interno per i farmaci allo scopo di far sì che tutti gli aspetti dell'operazione funzionassero senza problemi.

Gli spedizionieri hanno accolto favorevolmente l'attenzione dei vettori sui traffici di prodotti farmaceutici, afferma David Bang, amministratore delegato della LifeConEx, il reparto specializzato in sanitari della DHL Global Forwarding.

"Il catalogo delle linee di navigazione fa senz'altro parte dell'ecosistema.

Lo rafforza".

Inoltre, i vettori devono impegnarsi in una dura lotta per attirare nuovi clienti che abbiano già stabili relazioni con i vettori.

La maggior parte degli operatori logistici di questo settore lavorano per lo più con un piccolo numero di linee aeree preferite che movimentano buona parte dei traffici di prodotti farmaceutici.

"Cerchiamo di concentrare la nostra diffusione su una manciata di vettori con cui abbiamo strette relazioni.

Se abbiamo bisogno di un servizio speciale per un nuovo cliente, possiamo rivolgerci al responsabile del vettore" afferma Paul Martins, amministratore delegato della MNX Global Logistics, specialista in spedizioni in poco tempo, in particolare nel settore sanitario.

Martins sostiene che occorre che le linee aeree offrano qualcosa in più rispetto ai semplici servizi.

"Abbiamo bisogno di linee aeree come partner che comprendano l'importanza di questo e le sue difficoltà uniche" afferma.

La MNX lavora a stretto contatto con la Delta, che consulta la ditta di logistica in ordine alle modalità di addestramento del personale.

Ci si aspetta sempre di più che le linee aeree si occupino della filiera del freddo e, specialmente, tengano sotto monitoraggio la tecnologia dei clienti che movimentano traffici di prodotti farmaceutici.

La Air Canada dispone di ULD attive per il controllo della temperatura della Envirotainer e della CSafe nel proprio arsenale, ma porta altresì unità va-Q-tec acquisite dai clienti.

Più avanti, tali unità potrebbero entrare a far parte del portafoglio della linea aerea, sottolinea la van Vliet.

I sensori ed i congegni di localizzazione sono proliferati ad un ritmo prodigioso.

"Quasi ogni giorno arriva sul mercato un nuovo segugio" dichiara Alain Guerin, responsabile della gestione prodotti, servizi e tecnologia alla Swiss.

Steven Polmans, responsabile dello sviluppo strategico merci e logistica della Brussels Airport Company, ravvisa un ruolo per la BRUCloud, la piattaforma della cargo community dell'aeroporto di Bruxelles, riguardo al miglioramento della visibilità ed all'accelerazione del flusso dei dati fra i partecipanti.

Questa è una delle priorità a Bruxelles quest'anno, mentre un'altra è l'impiego di un numero maggiore di piattaforme fra l'aereo ed il magazzino, in modo che tutte le spedizioni di prodotti farmaceutici possano essere movimentate in questa maniera.

Tecnologia in collaborazione

"Il riscontro che otteniamo è nel senso che il trasporto sulle rampe è ancora il momento più delicato" afferma Polmans.

Bruxelles ha iniziato ad utilizzare tali piattaforme l'anno scorso e ne ha quattro.

Un terzo centro di attenzione per lui è l'istituzione di direttrici di prodotti farmaceutici certificate.

Avendo sviluppato l'iniziativa CEIV a Bruxelles, Polmans sta ora perseguendo l'allineamento dei prodotti farmaceutici con altri aeroporti al fine di fornire soluzioni da un capo all'altro della filiera.

"Penso che ciò che la Swiss ha fatto con la verifica della direttrice sia la via da seguire" afferma.

La linea aerea svizzera ha unito gli sforzi con movimentatori a terra in Svizzera ed a Singapore l'anno scorso allo scopo di istituire un "corridoio dei prodotti farmaceutici" e da allora ha esteso il concetto ad altre rotte.

"il settore farmaceutico è sempre più un'industria articolata.

Non si può fare bene solo presso l'hub" afferma Guerin.

Entro la fine dell'anno il vettore punta ad avere la copertura di un centinaio di direttrici.

Sareen della Air Canada spiega: "i dipartimenti della qualità dei caricatori sono alla ricerca di certificazioni relative alle direttrici di traffico od alle rotte.

Questo li mette in grado di comprendere le capacità operative di movimentazione delle varie parti coinvolte, i profili delle temperature su quella direttrice di traffico (vale a dire, quali saranno probabilmente le temperature massime e minime cui le spedizioni saranno esposte su quella direttrice di traffico) e la valutazione del rischio di quella direttrice di traffico, allo scopo di imballare meglio le spedizioni".

Guerin ritiene che la collaborazione con i fornitori della logistica sia il solo modo per andare avanti in questo settore.

Egli indica la serializzazione, che fa sì che sia importante la condivisione delle informazioni rilevanti.

"La collaborazione è assolutamente fondamentale" concorda Martins.

Più sono le informazioni di cui dispone un partner della filiera distributiva come un vettore od un movimentatore, migliore è il servizio che l'azienda può fornire, argomenta Martins.

Anche per la Maltacourt la collaborazione è decisiva.

Essendo un operatore di medie dimensioni, essa si è data da fare per ampliare il proprio raggio operativo al di là del proprio mercato attraverso la rete dei prodotti farmaceutici del WCA Group.

"In tal modo possiamo vendere più direttrici di traffico internazionali.

Ora possiamo vendere non solo all'origine ma possiamo mostrare al cliente che siamo in grado di coprire anche la destinazione" afferma Beech.

"Abbiamo in corso qualcosa di entusiasmante con gli agenti negli Stati Uniti".

A giugno, la DHL aveva delineato tre sviluppi-chiave che avrebbero cambiato il settore nel proprio rapporto "Il futuro delle scienze biologiche e della logistica sanitaria: la pressione per tagliare i costi, il mutamento comportamentale del consumatore e la digitalizzazione, ovvero i grandi dati".

Bang afferma che la visibilità non riguarda più i pallet o i contenitori "e non si tratta solo di sapere se sono arrivati e sono stati sdoganati, ma anche se sono conformi" dichiara.

"Ed è qui che entrano in gioco i grandi dati". Secondo lui, l'analisi dei grandi dati e l'internet delle cose sono la via da seguire.

"Esse non si stanno solo profilando all'orizzonte, ma sono con noi adesso" afferma.

"Abbiamo investito in tali cose negli ultimi tre anni e stiamo iniziando a conseguirne i vantaggi.

Con l'analisi dei grandi dati possiamo prevedere dove un problema potrebbe verificarsi o dove può sorgere una questione relativa all'imballaggio".

La medicazione personalizzata è un altro elemento rivoluzionario, sebbene i volumi siano piccoli.

In alcuni casi, una iniezione due volte all'anno può sostituire un trattamento quotidiano, nota la Wellauer.

Guerin ritiene che l'elevato valore e la natura unica di queste spedizioni alzi l'asticella della velocità e dell'integrità della filiera del freddo e possa richiedere altresì speciali condizioni di sicurezza.

"Poiché i medicinali pongono sempre più l'attenzione sull'interesse del paziente, c'è una maggiore necessità di responsabilità e visibilità" afferma Martins.

Bang sottolinea le ramificazioni dell'ultimo miglio della filiera del freddo, dal momento che queste spedizioni vengono perlopiù consegnate negli ospedali o direttamente ai pazienti.

Questo favorisce i fornitori di logistica con capacità nell'ultimo miglio, ha dichiarato.

"Ed abbiamo bisogno di essere più veloci più che mai e più precisi" afferma, aggiungendo che in tale processo viene coinvolta anche la tecnologia di monitoraggio e localizzazione.

"Quella che era una buona visibilità 10 anni fa non è più buona abbastanza" sostiene.

Dice Guerin: "Forse ciò apporterà l'esigenza di consegne più veloci, forse cambierà i volumi in consegna in alcune aree. Ciò potrebbe richiedere più velocità e più consegne a domicilio in futuro".

Le consegne a domicilio stanno già avvenendo. I giganti di e-commerce cinesi come la Alibaba e la JD.com stanno investendo notevolmente nel mercato farmaceutico online della Cina da 1,1 miliardi di dollari USA.

La Amazon si è già associata ad alcune farmacie giapponesi e sono sempre più diffuse le voci secondo le quali il gigante della vendita online è in procinto di fare ingresso nel mercato farmaceutico.

La Amazon non ha commentato al riguardo, ma, secondo un rapporto, ha assunto un direttore generale per metterlo a capo dell'attività in questione e del relativo personale.

Essa dispone delle infrastrutture e di una formidabile piattaforma tecnologica per entrare in questo mercato.

Sembrerebbe che questo dia alla Amazon il potenziale per perturbare il lato generico dell'attività, ma che le sarebbe più difficile lasciare un segno nella fascia più alta.

"Dobbiamo continuare ad essere molto specializzati e molto personalizzati. È ciò che si richiede in questo settore" riflette Beech.

"La Amazon è troppo grande per i dettagli personali".
(da: theloadstar.co.uk/longread, 12 luglio 2017)



ABB Marine Solutions Consorzio ZAI


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail