ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 settembre 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 13.32 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 AGOSTO 2017

STUDI E RICERCHE

LE PROSPETTIVE OTTIMISTICHE COMPORTERANNO ALTRE FUSIONI ED ACQUISIZIONI RELATIVE AD OPERATORI PORTUALI CINESI

Nel "Global Container Terminal Operators Annual Report 2017" della Drewry, giunto al suo 15° anno di pubblicazione, si legge che importanti accordi di fusione ed acquisizione stanno cambiando il panorama ed altri ancora ne verranno.

La previsione della ditta di consulenze in ordine alla domanda portuale containerizzata è più positiva di quella contenuta nel rapporto dell'anno precedente, mostrando un tasso composto di crescita annua del 4% ed aggiungendo ulteriori 152 milioni di TEU di risultati produttivi portuali al totale globale entro il 2021.

Si tratta della conseguenza del miglioramento dei tassi di crescita dei risultati produttivi portuali nella seconda metà del 2016 e nel 2017 e di una più positiva prospettiva economica generale.

Tuttavia, restano al momento attuale numerosi rischi ed incertezze, fra cui le tensioni in Medio Oriente e nella penisola coreana, il protezionismo e l'atteggiamento imprevedibile dell'amministrazione statunitense e l'impatto della Brexit.

Questa è forse una delle ragioni per cui si prevede che la capacità portuale containerizzata globale si incrementi di un tasso composto di crescita annua del 2,7%, sulla base delle sole addizioni confermate.

Essa è notevolmente inferiore alla domanda prevista e pertanto ci si aspetta che il livello medio di utilizzazione aumenti.

Neil Davidson, capo analista per porti e terminal della Drewry, afferma: "Anche se ci sono certamente alcuni segnali incoraggianti per le prospettive di crescita della domanda, il profilo di rischio per gli operatori terminalistici si è incrementato e la maggior parte dei tradizionali soggetti globali/internazionali resta prudente.

L'eccezione a tale situazione è rappresentata dalle società portuali cinesi che stanno procedendo ad espansioni ed investimenti sia in patria che all'estero secondo modalità energiche senza precedenti".

L'attività di fusioni ed aquisizioni nel settore portuale è di alto livello.

Accordi per un valore di circa 3,1 miliardi di dollari USA sono stati raggiunti finora nel 2017, indotti da società cinesi come la Cosco Shipping Ports e la China Merchants Ports.

Nell'ultimo anno, più di metà delle acquisizioni da parte di operatori terminalistici globali/internazionali sono state fatte da soggetti cinesi, secondo la rivista di notizie online Maritime Logistics Professional.

"Gli operatori cinesi in questo momento sono più a loro agio con il rischio di quanto non lo siano gli operatori internazionali affermati e dispongono di una strategia geopolitica piuttosto che di una strategia puramente finanziaria.

Essi stanno afferrando patrimoni ed opportunità e hanno la fame e l'ascendente finanziario per prenderne molti altri negli anni a venire" aggiunge Davidson.
(da: seanews.com.tr, 6 agosto 2017)



CONTRANS ABB Marine Solutions Evergreen Line
Est Europea Servizi Terminalistici
 


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail