ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 11:51 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 AGOSTO 2017

REEFER

SECONDO EASYFRESH LE FILIERE DEL FREDDO EUROPEE SONO MATURE PER UNA TRASFORMAZIONE

Secondo la Easyfresh, ditta specializzata in logistica refrigerata con sede a Valencia, le filiere del freddo europee sono mature per una trasformazione ed in palio c'è un "vantaggio immediato".

"Non tutte le zone dispongono dello stesso livello di maturità della regione europea" spiega l'amministratore delegato della Easyfresh Rafael Llerena.

Di conseguenza, sostiene, i caricatori di reefer domandano soluzioni logistiche di prima classe, efficienti e mature che normalmente non vengono fornite nell'ambito del mercato.

"Il tempo della "spedizione classica" ovvero del "trasporto marittimo refrigerato solito o di base" dovrebbe essere finito, dal momento che essi sono già ai margini, riguardando carichi che non richiedono un ambiente a temperatura controllata" afferma.

"I margini medi per i commercianti di alimentari sono bassi, mentre i servizi della filiera del freddo restano assai frammentati.

Una visione inerente alla fornitura di logistica refrigerata a livello globale secondo modalità dedicate e concentrate sul reefer non esiste" aggiunge Llerena, fatta eccezione, a suo dire, per la Easyfresh.

"Data la nostra concezione unica dell'attività, riteniamo fermamente di essere sulla strada giusta per essere davvero un agente del cambiamento" aggiunge Llerena.

La Easyfresh descrive se stessa come "il solo fornitore di logistica reefer globale, neutrale e dedicato" dal momento che si concentra esclusivamente sulla logistica dei deperibili, non si impegna in prodotti commerciali e non è collegata a nessun vettore o a nessuna linea di navigazione.

La sua attenzione si concentra principalmente sull'Europa, comprese le regioni dell'Atlantico e del Mediterraneo, ma con 8.000 dipendenti in 140 località la società fornisce servizi logistici refrigerati per carichi freschi e surgelati in tutto il mondo.

Infatti, Llerena ha descritto i traffici interasiatici, nel Baltico e nel Mare del Nord, in Atlantico ed interamericani come tutti quanti "in forte crescita".

"Abbiamo appena terminato la stagione dell'uva egiziana, che è stata un enorme successo, in gran parte nel nostro hub-chiave Koper Adriatic.

La nostra organizzazione egiziana sta diventando sempre più forte, grazie alla stretta collaborazione a Capodistria in Slovenia ed a Breda nei Paesi Bassi, dove effettuiamo operazioni in quattro magazzini del freddo".

La Easyfresh ha osservato come una varietà di nuove fonti di prodotti freschi sia giunta sul mercato, comprese le nuove occasioni fornite dall'acquacoltura e dai frutti di mare.

Nello stesso tempo, ci sono state anche fluttuazioni nei prezzi delle derrate relative ai traffici di carne e pollame.

"Ciò ha comportato un sacco di potenziali ma anche instabili volumi di carichi.

A livello globale, i traffici di alimentari sono sempre più complessi, sebbene stiano crescendo da un anno all'altro.

La copertura mondiale e una vera specializzazione sono un vantaggio quando si ha a che fare con questo nuovo fenomeno" sottolinea Llerena.

A suo parere il settore degli alimentari al dettaglio sta cambiando rapidamente a causa dell'aumento della concorrenza, mentre il commercio elettronico, i problemi derivanti dallo spreco di cibo, la produzione di alimentari organici ed i nuovi soggetti in arrivo sul mercato stanno tutti quanti causando un elevato livello di incertezza e notevoli variazioni nei flussi di traffico.

"Per adattarsi a questa incertezza, debbono essere fornite complesse ma affidabili soluzioni per la filiera del freddo.

Tuttavia, neppure le linee di navigazione, che ovviamente sono essenziali nella tratta da porto e porto, ma solo pochi soggetti della logistica refrigerata sono in grado di far fronte a queste tendenze, anche solo in ambito locale o regionale" aggiunge.

Inoltre, secondo Llerena, perlopiù non c'è uno stabile equilibrio fra domanda ed offerta.

"La complessità e l'incertezza sono le vere difficoltà.

Di conseguenza, le spedizioni marittime reefer non possono essere separate dalla logistica terrestre.

La consueta frammentazione della filiera del freddo richiede he essa sia "incollata assieme" da soggetti specializzati.

Questo deve avvenire attraverso una collaborazione molto più stretta fra i pochi vettori che rimangono ed i principali soggetti della logistica refrigerata globale" dichiara Llerena.
(da: theloadstar.co.uk, 28 luglio 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail