ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 15:36 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 SETTEMBRE 2017

TRASPORTO FERROVIARIO

CONTENITORI FERMI NEL PORTO DI ROTTERDAM A CAUSA DELL'INTERRUZIONE DELLA LINEA FERROVIARIA IN GERMANIA

Lo RSC (Rail Service Center) del porto di Rotterdam ha emesso una direttiva per la sospensione dell'inoltro di contenitori con destinazione nelle città dell'Italia settentrionale di Busto Arsizio e Novara.

Si tratta di una diretta conseguenza dell'interruzione della linea ferroviaria Karlsruhe-Basilea che durerà fino al prossimo 7 ottobre.

Sono disponibili solo in parte alcune tratte alternative, cosa che ha comportato arretrati presso il terminal.

Lo RSC raramente emette sospensioni di inoltro e considera tale situazione uno dei maggiori disservizi sperimentati finora.

Il 12 agosto scorso acqua e terriccio sono penetrati in una parte del nuovo tunnel di Rastatt in Germania.

Di conseguenza, il terreno ha ceduto ed i binari soprastanti nel tunnel si sono deformati.

Le ripercussioni per il settore del trasporto merci ferroviario sono state enormi.

La linea ferroviaria Karlsruhe-Basilea fa parte dell'importante corridoio nordsud che collega i porti di Rotterdam, Amburgo ed Anversa alla Svizzera ed all'Italia.

Le tratte alternative stanno diventando accessibili solo gradualmente e sono soggette ad una disponibilità limitata.

Sospensione dell'inoltro

Un rappresentante del servizio clienti che desidera rimanere anonimo ha confermato il 28 agosto che lo RSC ha emanato una direttiva circa la sospensione dell'inoltro dei contenitori venerdì 25 agosto alle 16.30.

"Abbiamo esaminato tale possibilità diverse volte e abbiamo deciso di sospendere temporaneamente l'inoltro di nuovi carichi con quelle destinazioni, dal momento che il terminal è sovraccarico" ha dichiarato.

"Attualmente non è chiaro quanto a lungo resterà in vigore la sospensione dell'inoltro; stiamo valutando la situazione giorno per giorno.

Questa settimana le cose stanno iniziando a muoversi, dal momento che gli operatori ferroviari trovano alternative adeguate.

Ma davvero sta agli operatori trovare una tratta idonea a portare fuori i propri carichi".

Provvedimento raro

Secondo la gente attiva nel settore del trasporto merci ferroviario, una sospensione dell'inoltro dei contyenitori è un provvedimento raro per lo RSC.

"Non riesco a ricordare che una sospensione dell'inoltro sia stata emanata nel corso della mia carriera.

Lo RSC è riluttante ad adottare tali provvedimenti, dal momento che essi possono danneggiare la sua reputazione.

Inoltre, una volta che le cose cominciano a muoversi, una sospensione dell'inoltro può comportare ritardi" ha affermato Mark Jensen, direttore operativo della Hupac in occasione di un webinar sui disservizi ferroviari il 25 agosto, organizzato dalla Nieuwsblad Transport (agenzia di notizie sui trasporti).

"Dev'esserci una ragione davvero valida per fare un tale passo" conferma il rappresentante dei clienti presso lo RSC.

Penso che sia il più grande disservizio nell'ambito del settore del trasporto merci ferroviario cui io abbia assistito finora".

La maggiore difficoltà per lo RSC nel far fronte all'interruzione dell'asse nordsud è rappresentata dal deposito dei semirimorchi, un'importante unità per il settore del trasporto merci ferroviario in questa direzione.

"I semirimorchi non possono essere depositati uno sull'altro ed è specialmente questa unità che è importante per il mercato" ha spiegato.

Danno finanziario

A causa della sospensione dell'inoltro il terminal deve affrontare perdite di milioni di euro.

"Trasportiamo circa 4.500 unità alla settimana, ma al momento ne stiamo perdendo forse il 20%.

Ogni trasferimento che perdiamo è un conto da pagare.

Non posso ancora parlare delle cifre relative alle nostre perdite, ma si tratta di tanti soldi" rivela il funzionario del terminal.

Attualmente, lo RSC è fra i vari soggetti in cerca di compensazioni alle perdite, un processo che potrebbe richiedere un certo tempo poiché le opzioni non sono ancora del tutto chiare.

Hans-Willem Vroon della RailGood, lobbista ferroviario olandese, ha raccomandato ai soggetti coinvolti di presentare richieste di risarcimento per i danni e di scoprire tali opzioni.

Compensazioni

La Deutsche Bahn ha commentato che sono stati già offerti diversi provvedimenti a breve termine per le imprese ferroviarie, ma che non ci sono stati approfondimenti circa il pagamento delle richieste di risarcimento per i danni.

"Le deviazioni vengono gestite secondo quello che è noto come il principio della "traccia ferroviaria più conveniente": vale a dire, le imprese pagano la traccia ferroviaria che sarebbe stata più conveniente anche quando la deviazione utilizzata è più costosa" afferma la società ferroviaria.

Inoltre, la società non addebita alcun onere di cancellazione, i clienti che vogliono mutare le tracce ferroviarie non pagano per il cambiamento e nessun onere viene addebitato se i clienti devono utilizzare strutture di servizio (stazioni eccetera) su una tratta di deviazione o una delle sei macchine diesel ausiliarie occorrenti per la tratta di deviazione di trasporto merci Tübingen-Horb.
(da: railfreight.com, 29 agosto 2017)



PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail