ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 October 2020 The on-line newspaper devoted to the world of transports 10:06 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 OTTOBRE 2017

TRASPORTI ED AMBIENTE

LE NUOVE TECNOLOGIE DEL TRASPORTO MARITTIMO CONTRIBUIRANNO AD AFFRONTARE I PROBLEMI DERIVANTI DALL'INQUINAMENTO

Un armatore che oggi investe in nuove costruzioni si trova di fronte ad una valanga di opzioni da prendere in considerazione al fine di conformarsi alle imminenti nuove normative.

In un recente rapporto settimanale, il broker marittimo Intermodal ha affermato che "un mercato senza dubbio interessante ultimamente è quello delle nuove costruzioni, nel quale stiamo assistendo a numerose ordinazioni in tutti i settori e per tutte le dimensioni.

Allo stesso tempo, abbiamo osservato che agenzie specializzate dell'ONU come l'IMO (International Maritime Organization) abbiano recentemente rafforzato i propri regolamenti, nel tentativo di evitare l'inquinamento a livello globale, proteggere l'ambiente marino e migliorare l'incolumità personale e la sicurezza a bordo così come a terra".

Secondo George Panagopoulos, analista ricercatore della Intermodal, "fra i regolamenti che sono entrati in vigore il 1° gennaio 2016 c'è la parte della revisione dell'Allegato VI della MARPOL per i limiti della Lista III dei NOx alla quale gli armatori debbono conformarsi allo scopo di operare nelle aree ECA.

Di conseguenza, prendendo in considerazione questo nuovo regolamento, occorrerà che i motori delle navi a posa di chiglia si conformino al regolamento".

Panagopoulos sostiene che "per mettere le cose nella giusta prospettiva è utile esaminare le migliori pratiche per progettare le navi ai sensi delle direttive sulla Lista III dei NOx: la prima opzione è lo SCR (riduzione catalitica selettiva) che è un avanzato sistema di tecnologia per il controllo attivo delle emissioni che inietta un agente intrusivo liquido mediante uno speciale catalizzatore nel flusso di scarico di un motore diesel.

Di conseguenza la nave sarà conforme alla Lista III e la riduzione dei NOx sarà superiore all'80% ed il solo svantaggio sarà comportato dall'elevato costo dell'investimento.

La seconda opzione è lo EGR (Ricircolo dei Gas di Scarico) in cui le emissioni di NOx saranno ridotte utilizzando la tecnologia interna per il motore, senza dover installare congegni di trattamento successivo.

In particolare, le emissioni di NOx si otterranno mediante il raffreddamento di alcuni dei gas esausti ed il reindirizzamento nell'aria di alimentazione da utilizzarsi di nuovo nel processo di combustione.

Produttori di motori molto noti hanno iniziato a porre in atto questa opzione.

Un esempio è la MAN Diesel & Turbo che ha recentemente annunciato che offrirà il primo motore a due tempi certificato dall'IMO con sistemi di controllo della Lista III dei NOx e dell'EGR.

Tuttavia, questa opzione presenta alcuni rischi dato che fino ad oggi c'è un'esperienza operativa limitata e così come avviene per il sistema SCR il costo dell'investimento è piuttosto alto" nota Panagopoulos.

Secondo l'esperto, "tutto sommato, non c'è una risposta assoluta alla domanda su quale sia la migliore opzione alla quale adeguarsi.

Entrambe le opzioni sono conformi alla Lista III, ma hanno caratteristiche diverse.

Ad esempio, i costi della spesa operativa nel sistema EGR sono bassi, mentre quelli del sistema SCR sono alti.

Inoltre, il sistema SCR richiede più spazio rispetto al sistema EGR che è più compatto.

Inoltre, lo EGR può essere combinato con il depuratore degli SOx, mentre lo SCR può essere combinato in qualche caso.

Per concludere, c'è il possibile impatto sulla durata del motore nello EGR, mentre al contrario non ce n'è nello SCR.

Oltre ai summenzionati sistemi che conseguono la conformità alla Lista III unitamente alle navi alimentate a gas naturale liquefatto, ci sono altre opzioni in fase di sviluppo per la riduzione delle emissioni di NOx, come l'uso dei carburanti alternativi, l'iniezione diretta di acqua con la quale si può conseguire fino al 50% delle emissioni di NOx, e l'emulsione di acqua e carburante con la quale la riduzione di NOx può arrivare sino al 30%.

Per concludere, esistono i motori per l'umidificazione dell'aria di combustione Intake dove le emissioni di NOx possono essere dal 30 al 70 per cento.

Il settore dello shipping si evolve ogni giorno che passa nel tentativo di adattarsi alle nuove tecnologie quali le navi senza equipaggio e la stampa a 3D" conclude Panagopoulos.
(da: hellenicshippingnews.com, 23 settembre 2017)



PSA Genova Pra'


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date


Index Home Page C.I.S.Co. Newsletter
Previous page

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail