ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 de septiembre de 2019 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 14:45 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 15 DICEMBRE 2017

STUDI E RICERCHE

I BITCOIN HANNO UN FUTURO NELLO SHIPPING?

Google adesso riceve più richieste di ricerca per i bitcoin che per Kim Kardashian, Beyoncé e Taylor Swift messe assieme.

Ai primi di dicembre, una compagnia di navigazione ha annunciato di stare lavorando ad un accordo che sarà pagato in bitcoin, cosa che si ritiene avvenga per la prima volta nel settore.

Ma i bitcoin hanno un futuro nello shipping?

In primo luogo, che cos'è un bitcoin?

È digitale e viene considerato una valuta alternativa.

A differenza delle banconote o delle monete, essa perlopiù esiste online e non è stampata dai governi o dalle banche tradizionali.

Un piccolo ma in crescita numero di imprese internazionali, fra cui Expedia e Microsoft, accettano i bitcoin, che fungono da gettoni virtuali.

Il bitcoin è stato paragonato più ad una derrata che ad una valuta e ci sono persone che scelgono di investirvi e di effettuare scambi per loro tramite.

I protocolli relativi ai bitcoin limitano la loro circolazione ad un massimo di 21 milioni.

La stragrande maggioranza degli utenti ora acquista e vende bitcoin a titolo di investimento finanziario; tuttavia, essi possono essere scambiati con altre valute e, in misura sempre maggiore, con beni e servizi.

A ottobre, una dimora di Notting Hill è stata messa in vendita ad un prezzo di 17 milioni di sterline da pagarsi in bitcoin e si ritiene che questa sia la prima volta per Londra.

"Ci piacerebbe essere la prima società ad effettuare transazioni in bitcoin.

Lo si può fare più rapidamente, in modo più efficiente ed è molto più facile da trattare rispetto all'uso di banche tradizionali, che hanno introdotto un'eccessiva regolamentazione" afferma Lev Loginov, fondatore della società di investimento immobiliare London Wall, che sta vendendo la casa di Notting Hill.

Tuttavia, il 29 novembre, un vice governatore della Banca d'Inghilterra ha avvisato che "gli investitori dovrebbero fare i compiti" sui bitcoin.

La criptovaluta è adesso a circa 7.500 dollari USA, in ribasso dal record di 11.434 dollari USA (8.500 sterline) raggiunto il 29 novembre.

Neil Wilson, analista finanziario della EXT Capital di Londra, ha definito gli scambi di questa settimana "un ottovolante come non ho mai visto nulla di simile prima".

Wilson afferma che in parte l'instabilità è dovuta ai piccoli investitori "con nessuna esperienza di mercato" che comprano e vendono la moneta.

"Non c'è alcun modo di capire quanto sia buona la valuta: è così incredibilmente speculativa ed è così nuova e non compresa in modo appropriato" ha dichiarato.

Ai primi di dicembre Bloomberg ha riferito che la compagnia di navigazione ucraina specialista in rinfuse Varamar sta negoziando il proprio primo accordo con un cliente in bitcoin.

La criptovaluta renderà più facile fare affari con i clienti nei paesi colpiti da sanzioni e significa meno documentazione cartacea rispetto ai tradizionali accordi con le banche, afferma la Varamar.

Si dice che anche il broker marittimo russo Interchart stia lavorando ad un sistema di pagamento con bitcoin per i clienti che non sono in grado di effettuare facilmente transazioni in dollari a causa di limitazioni bancarie.

Pertanto, i bitcoin hanno un futuro nello shipping?

Ai fini dell'elusione delle limitazioni bancarie, si suppone di sì.

Ma i bitcoin sono un mercato immaturo che sta ancora cercando il suo spazio ed è ancora soggetto a strumentalizzazioni.

Ai primi di dicembre Jeffrey Currie, responsabile globale della ricerca sui prodotti alla Goldman Sachs, ha dichiarato a Bloomberg TV che debbono essere risolte due questioni fondamentali affinché il mercato dei bitcoin possa funzionare come quello dell'oro.

In primo luogo, il bitcoin resta difficile da valutare: attenzione all'instabilità del prezzo.

In secondo luogo, proprio come occorre che l'oro venga valutato in modo sicuro, lo stesso vale per il bitcoin.

Le criptovalute sono al momento vulnerabili da parte degli hacker mediante portafogli elettronici o il computer o lo smartphone dell'utente, sono soggette al rischio di regolamentazione ed al rischio di rete e dell'infrastruttura nel corso di una crisi.

Currie afferma che se/quando tali questioni verranno risolte allora gli investitori potranno iniziare a pensare al bitcoin come un mercato di prodotti più convenzionale.

Guardando al futuro, a detta di Currie l'innovazione non risiede nel bitcoin medesimo ma nell'ambito della catena di blocchi, che a suo giudizio alla fine svolgerà un ruolo sempre più importante nello shipping.

Infatti, un certo numero di compagnie di navigazionene sta già sperimentando la tecnologia.

La prima catena di blocchi è stata ideata nel 2008 e successivamente posta in atto nel 2009 quale componente di fulcro del bitcoin, in cui la catena di blocchi funge da registro pubblico per tutte le transazioni.

Una catena di blocchi è un elenco in continua crescita di registrazioni, chiamate blocchi, che sono collegate ed assicurate utilizzando la crittografia.

Ciascun blocco normalmente contiene un puntatore hash quale collegamento al blocco precedente, una marcatura temporale e dati relativi alla transazione.

Le catene di blocchi sono progettate per essere intrinsecamente resistenti alle modifiche dei dati e sono pertanto sicuri rispetto alle manomissioni.

A giugno, la Maersk e la IBM hanno annunciato il proprio partenariato che utilizzerà la tecnologia di treni blocco per contribuire a trasformare la filiere distributiva mondiale.

Di conseguenza, la IBM ha siglato un protocollo d'intesa con la Pacific International Lines ed il gruppo portuale PSA International allo scopo di espandere il progetto degli scambi commerciali tramite catene di blocchi.

Proprio recentemente la spagnola BBVA (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria) ha annunciato di avere avviato un partenariato con la società di catene di blocchi Waves per realizzare una piattaforma tecnologica di registrazione per il trattamento ed il procedimento relativi alla documentazione di trasporto marittimo.

Si stanno osservando con interesse gli sviluppi del mercato delle catene di blocchi - si è vista gente fare soldi con facilità - ma la catena di blocchi è la chiave per il futuro dello shipping.
(da: hellenicshippingnews.com, 5 dicembre 2017)



PSA Genova Pra'


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it