ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 September 2018 The on-line newspaper devoted to the world of transports 02:00 GMT+2



Autorità Portuale di Genova
Piano Operativo Triennale 2008-2010
INDICE
L'organizzazione interna

Sulla base delle linee di indirizzo e degli obiettivi sopra tracciati si può avviare l'azione di adeguamento dell'organizzazione dell'Ente nell'ovvio presupposto di pervenire ad un modello che possa risultare funzionale alle esigenze e che risponda alle attese della Amministrazione e del Porto.

Ad oggi l'organico dell'Ente è così composto:

Tabella 28 - Composizione e numerosità dell'organico
dell'Autorità Portuale di Genova

Categoria

Dotaz.
organica
approvata
nel 2004

Organico al
1 febbraio
2008

Dirigenti

16

15

Quadri

63

62

Impiegati

101

125

Operai

34

3l

Totale

214

233*

Nota: *di cui 8 a tempo determinato
Fonte: Autorità portuale di Genova

Come si evince dai dati sopra riportati, la dimensione numerica del personale è sovradimensionata rispetto ai vincoli che il Ministero vigilante ha imposto. Tali esuberi si sono determinati in virtù di un mancato piano di razionalizzazione del personale che, adottato nel corso di questi ultimi otto anni, avrebbe consentito di rientrare nei numeri di dotazione organica.

Anche sulla scorta dei rilievi evidenziati dal rapporto sulla visita amministrativa contabile effettuata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze nel mese di luglio del 2007, vale la pena di segnalare che la definizione delle piante organiche dell'Autorità Portuale non si è mai misurata con le esigenze rivenienti da una procedura di rilevazione dei carichi di lavoro, ancorché la stessa sia stata più volte richiamata anche dai ministeri competenti.

Nella fase attuale che richiede ed impone il continuo confronto con le migliori realtà europee e che stimola l'adozione delle migliori prassi, occorre che l'organizzazione dell'Ente divenga anche modello culturale di riferimento per l'intera Comunità Portuale, fornendo elementi di analisi rivolti:

  1. a misurare internamente le prestazioni delle diverse articolazioni produttive portuali;
  1. a studiare ed analizzare l'evoluzione dei mercati, le esigenze dello sviluppo, i punti di forza dei concorrenti, il contesto e le attese dei territori coinvolti, la definizione degli indirizzi ai diversi livelli temporali e degli interventi necessari per il raggiungimento degli obiettivi programmati;
  1. a garantire il costante controllo dei risultati e l'efficienza amministrativa nel rispetto del sistema normativo e regolamentare vigente, nonché la coerente attuazione dei programmi ed il necessario flusso informativo.
L'impostazione, ancora generica nella presente fase, che si intende perseguire, assicura ed intende valorizzare i due nuclei fondamentali dell'azione dell'Ente:

  • quello della pianificazione dello sviluppo;
  • quello dell'amministrazione delle regole.
La pianificazione, elemento centrale della missione dell'Autorità Portuale, deve trovare logica soluzione organizzativa integrando in essa un complesso articolato di competenze indispensabili per quella fase di ricerca di miglioramento del complesso delle attività portuali al cui servizio vengono destinate importanti risorse pubbliche ed il cui ritorno socio-economico rappresenta la misura della capacità competitiva del nostro Porto.

Per tale obiettivo quindi, le competenze e le professionalità economiche, quelle finanziarie, quelle tecnico-urbanistiche e tecnologiche devono, in un modello di efficace e sicuro coordinamento, concorrere sia nella fase di studio ed analisi (anche integrandosi con le altre Istituzioni), sia in quella della definizione e della validazione dei piani e programmi di intervento sia, infine, in quella dell'esecuzione delle scelte e delle opere.

Le prassi in vigore, spesso dovute a logiche di comprensibile efficientismo per corrispondere ad aspetti di urgenza od esigenza che frequentemente il Porto ed i suoi Operatori rappresentano, non possono divenire profilo di riferimento in quanto orientate a dare soluzioni parziali ed utili nel breve periodo ma non produttive ove si voglia far diventare le poche risorse disponibili un mezzo decisivo per definire obiettivi di miglioramento stabile.

Il secondo nucleo, in considerazione anche del contesto normativo nel quale si opera, altro non può essere che quello delle regole. Le funzioni di amministrazione attiva, nel quadro di razionalità che ci è assegnato devono trovare, ed in alcuni casi già lo hanno, rilievo formale e rigoroso adempimento della normativa vigente opportunamente integrata con le necessarie regolamentazioni interne.

Tale nucleo quindi diviene la sede di tutte le attività contrattuali, concessorie, autorizzative, contabili, nonché di quelle legate alla gestione dei contratti di lavoro, attività da gestirsi nel pieno rispetto dei criteri procedimentali di correttezza, trasparenza ed economicità.

Le articolazioni funzionali nei due suddetti nuclei conseguono alle esigenze delle attività e del connesso livello di responsabilità, peraltro con l'obiettivo di pervenire ad una effettiva snellezza organizzativa con la conseguenza di una maggiore responsabilizzazione del personale ed in particolare delle posizioni dirigenziali il cui dimensionamento dovrà conseguire al modello organizzativo prefigurato.

Ovviamente tale modello trova sintesi decisiva e controllo formale nella figura del Segretario Generale al quale, oltre alle competenze assegnate dalla legge, verrà chiesto di garantire il raccordo ed il coordinamento di tutta l'attività operativa ed istituzionale, inserendo tali compiti nel contesto rappresentato dalle condizioni esterne di carattere generale e specifico, dal ruolo dell'Ente, dalle caratteristiche professionali dei dipendenti, dalla situazione socio-economico-produttiva del Porto, dagli indirizzi strategici definiti, dall'esigenza di un rigoroso controllo della spesa.

Occorre peraltro considerare che l'assetto organizzativo sinteticamente prefigurato nelle sue linee portanti, può non essere in grado di corrispondere adeguatamente alle molteplici esigenze del sistema produttivo portuale, in particolare nell'attuale fase economica caratterizzata ancora dalla globalizzazione degli scambi e dalla rilevanza del trasporto e per effetto dei molti condizionamenti e ritardi che ancora sussistono.

Per tale motivo l'Ente deve essere in grado di affrontare, con adattabilità, le molteplici e, spesso, mutevoli esigenze che emergono ed, in particolare, supportare l'attività portuale con specifiche e temporanee azioni volte soprattutto a dare valore aggiunto alla strategia di investimento che è alla base dell'azione pianificatoria.

La sicurezza, la formazione, l'integrazione tra le modalità di trasporto, l'informatizzazione, la semplificazione delle procedure, rappresentano altrettanti qualificati aspetti del ruolo dell'Ente e delle attività portuali cui, nell'attuale fase, occorre - tra l'altro - aggiungere una attenta e motivata analisi prestazionale delle diverse articolazioni portuali e del connesso proficuo utilizzo del limitato territorio a disposizione.

Deriva quindi l'opportunità di introdurre, ad integrazione anche temporanea della struttura fissa, un limitato sistema complementare flessibile che, in posizione di “staft”, provveda su temi specifici ma di indubbia utilità generale, integrando in esso sia professionalità interne sia contributi esterni a partire da quelli universitari.

Le modifiche tracciate per l'assetto organizzativo interno saranno implementate, per le occorrenti deliberazioni, in tempi assai contenuti attraverso anche un attento esame della consistenza dell'organico al fine di verificare le misure occorrenti per un ridimensionamento entro i limiti della consistenza organica e professionale che sarà indispensabile e le eventuali, oggettive, necessità di nuovi apporti specifici.


PIANO OPERATIVO TRIENNALE 2008 - 2010

INDICE





ABB Marine Solutions Consorzio ZAI


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date



Index Home Page Forum

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail