ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 giugno 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 19:06 GMT+2



1 MAGGIO 1997

L'AUTORITA' PORTUALE DI SINGAPORE NELLA GESTIONE DEI CONTAINER TERMINAL DI FUZHOU

Ha creato una joint venture con l'autorità portuale dello scalo cinese della regione di Fuzhou. In combinazione con la Shanghai Commercial Warehousing and Transportation estende i suoi interessi alla rete logistica interna cinese.

Un consorzio guidato dalla Port of Singapore Authority (PSA) ha stipulato un contratto cinquantennale con la Fuzhou Port Authority (FPA) per la gestione dei container terminal Qingzhou e Daijiang del porto cinese, con l'aggiunta della costruzione e gestione di un altro terminal nello stesso porto, sul fiume Minjiang. Nella joint venture la FPA avrà il 51% mentre alla PSA andrà il rimanente 49%. Il consorzio singaporegno comprende la PSA con il 70% attraverso la sua sussidiaria Sealion Huanan Pte Ltd., mentre il 15% ciascuna andrà alle società Pacific Industries and Development di Hong Kong (gruppo Salim dell'imprenditore indonesiano Liem Sioe Liong) e Ranki Development di Hong Kong. (gruppo Henderson di Hong Kong).

L'accordo con il porto di Fuzhou - scrive "Shipping Times" - è la seconda joint venture del porto di Singapore in Cina. La prima è stata lo scorso anno la partecipazione nel Dalian Container Terminal. (La PSA ha anche interessi nei porti di Cigading nella parte occidentale dell'isola di Giava e ad Aden).

Il porto di Fuzhou, situato alla foce del fiume Minjiang (177.000 teu l'anno scorso e una previsione di mezzo milione nel 2000) serve le province di Fujian, Hunan, Jiangxi e Zhejiang. Negli scorsi anni il porto di Fuzhou e la regione di Fujian sono stati oggetto dell'interesse di investitori stranieri, in particolare taiwanesi e cinesi residenti all'estero. Il gruppo Salim, ad esempio, sta sviluppando un parco industriale insieme con il consorzio Singapore Pacific Management Services. Ma a parte la dirompente crescita economica che caratterizza il porto e che lo piazza fra i primi dieci scali marittimi della Cina continentale, Fuzhou sta assumendo anche grande importanza perché è uno dei porti hub nei collegamenti con Formosa, che sono ripresi da qualche giorno dopo quasi mezzo secolo di separazione 'marittima' fra le due Cine.

Ma la Port of Singapore Authority non è impegnata soltanto in gestioni portuali, e recentemente attraverso la sua International Business Division ha posto gli occhi sui centri logistici che sorgono nel paese ed ha fatto di Shanghai la sua base di partenza per penetrare nella rete logistica cinese e partecipare a varie iniziative. In alleanza con la China Merchant Holdings (CMH) del gruppo Ming Wah Universal (Bermuda) Co. Ltd - scrive "Shipping Times" -. all'inizio di quest'anno ha firmato un'intesa con la Shanghai Commercial Warehousing and Transportation (SCWT) per investire e sviluppare l'attività dei centri logistici all'interno e nell'area di Shanghai. La SCWT è il 'braccio logistico' del Shanghai First Departmental Group che controlla circa 300.000 metri quadrati di magazzini in Shanghai; questo gruppo impiega 5000 persone e fornisce servizi logistici a società locali e multinazionali. Tra i suoi clienti la Nestle.

Con queste alleanze l'autorità portuale di Singapore progetta di penetrare a fondo nella rete logistica cinese partecipando a nuove iniziative e portando le sue conoscenze tecnologiche al servizio dei trasporti.


ABB Marine Solutions
Evergreen Line
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail