ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 novembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 13.12 GMT+1



29 novembre 1999

L'Unione Europea mira a dare migliore trasparenza al settore del trasporto ferroviario

La Commissione ha adottato una serie di proposte di direttiva che rafforzano quelle precedenti

La Commissione Europea ha adottato una serie riveduta di proposte di direttiva sul trasporto ferroviario, rafforzanti le misure precedenti e tenendo in considerazione la dichiarazione degli Stati membri al Consiglio Trasporti dello scorso 6 ottobre e le proposte di emendamento del Parlamento europeo.

La serie sottoposta ad aggiornamento mira a realizzare un network ferroviario che possa garantire migliori servizi ai propri clienti. Inoltre propone delle misure per dare più chiarezza e trasparenza al settore ferroviario: migliore trasparenza dei costi, maggior efficacia ed accresciuta armonizzazione dei regolamenti e delle procedure a livello europeo, e un più alto grado di concorrenza nel settore. Con queste proposte, che verranno presentate al prossimo Consiglio dei Trasporti del 9 dicembre, il commissario De Palacio intende rendere il trasporto europeo merci più competitivo, mantenendo un alto livello di sicurezza.

Le nuove proposte presentano tre elementi significativi:

  • una definizione della rete transeuropea dei servizi merci che comprende tutti i corridoi ferroviari, porti e terminali ferroviari importanti. L'accesso alla rete sarà possibile a tutte le imprese ferroviarie autorizzate a fornire servizi internazionali merci.
  • come chiesto dal Parlamento europeo, una separazione chiara tra l'esercizio di servizi ferroviari e la gestione delle infrastrutture. La separazione è già stata attuata in qualche nazione europea.
  • esigenza di un più alto livello di sicurezza per il personale, il materiale viaggiante e l'organizzazione nel suo complesso.
La serie originale di progetti, adottata dalla Commissione il 22 luglio 1998, consisteva in tre proposte di direttiva che prevedevano non soltanto di completare il quadro giuridico comunitario esistente nel settore ferroviario, ma di stabilire un quadro chiaro di regole per l'organizzazione del diritto d'accesso e per promuovere l'efficace utilizzazione dell'infrastruttura.La prima proposta di direttiva modifica le disposizioni della direttiva 91/440/CEE sottolineando la separazione dei conti di gestione dell'infrastruttura e degli operatori del settore, prevedendo la separazione tra le operazioni di gestione e quelle d'infrastruttura.La seconda proposta di direttiva ampia il campo d'azione della direttiva 95/18/CE sull'autorizzazione alle imprese ferroviarie di includere tutte le imprese di dimensione significativa che operano nell'UE.La terza proposta di direttiva sostituisce la direttiva 95/19/CE sull'attribuzione della capacità d'infrastruttura e sulla tariffazione dell'infrastruttura. La proposta mira a impedire che vengano stabilite tariffe discriminatorie.

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail