ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 marzo 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 13:30 GMT+1



11 luglio 2001

Il porto di Savona amplia gli spazi dedicati al traffico di prodotti forestali

Il Comitato Portuale ha approvato oggi una serie di interventi, riavviando tra l'altro la procedura per l'affidamento dei lavori di realizzazione della seconda fase del raccordo ferroviario dello scalo di Vado

Il Comitato Portuale di Savona ha ratificato oggi una modifica all'assetto delle concessioni delle aree alle spalle della zona 32 della Darsena Alti Fondali, nell'ottica di una riorganizzazione ottimale degli spazi di stoccaggio. Nella sostanza - spiega una nota dell'ente portuale ligure - è stata deliberata una riduzione dell'area attualmente in concessione a Savona Terminal Auto, per consentire la costruzione di un nuovo capannone da 5.900 metri quadrati e di una tettoia da 1.750 metri quadrati dedicati allo stoccaggio di cellulosa e legname.

Il progetto, del valore di 5 miliardi di lire, sarà finanziato dall'Autorità Portuale sui fondi stanziati dal ministero dei Trasporti con la legge 413/98, e consentirà di aumentare ulteriormente la competitività del porto di Savona in uno dei suoi storici settori di eccellenza, quello dei prodotti forestali.

Parallelamente, per soddisfare le esigenze di Savona Terminal Auto, l'ente portuale metterà a disposizione spazi alternativi per i crescenti traffici di auto, di cui Savona è uno dei centri di riferimento nel Mediterraneo.

A seguito della sigla di un protocollo di intesa tra authority portuale e Comune di Vado, il Comitato ha poi riavviato la procedura per l'affidamento entro l'anno dei lavori di realizzazione della seconda fase del raccordo ferroviario del porto di Vado, progetto che sarà finanziato dall'Autorità Portuale per circa 11 miliardi (su fondi CIPE) e per 5 miliardi dalla Regione Liguria.

L'intervento fa parte del programma di investimenti previsti dall'ente portuale per la realizzazione del sistema logistico integrato savonese e consentirà di migliorare l'accessibilità ferroviaria dello scalo, eliminando nel contempo ogni intersezione tra la linea e l'abitato di Vado.

Il Comitato ha anche approvato il programma di lavori di miglioramento degli impianti ferroviari e dei piani operativi attorno alla Darsena Nuova del bacino di Savona e gli interventi per la sistemazione in via di urgenza di alcune porzioni dei piazzali del bacino di Vado, in vista del traffico straordinario che interesserà lo scalo a seguito della temporanea chiusura del porto di Genova in occasione del prossimo vertice G8.

Procedendo all'affidamento delle indagini geognostiche, il Comitato Portuale ha inoltre posto l'ultimo tassello necessario per avviare i lavori di prolungamento degli accosti dedicati alle crociere e di costruzione della nuova stazione marittima nel porto di Savona, che avranno inizio entro l'anno.

Infine il Comitato ha deliberato un investimento di circa 160 milioni di lire per migliorare la funzionalità della rete telematica portuale, che interconnette tutti gli operatori del porto.


ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail