ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 luglio 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:20 GMT+2



18 luglio 2001

ITF chiama i sindacati europei ed extraeuropei ad un'azione congiunta contro la proposta di direttiva dell'UE sulla liberalizzazione dei servizi portuali

Proposto il rinvio del varo della direttiva fino al raggiungimento di un accordo consensuale tra tutti i soggetti dell'industria portuale

L'International Transport Workers' Federation (ITF) ha ammonito sulle conseguenze dell'eventuale applicazione della direttiva sulla liberalizzazione dei servizi portuali proposta dalla Commissione Europea (inforMARE del 6 aprile e dell'11 maggio 2001), ricordando che - se tutti gli appelli finali alle istituzioni dell'UE e ai governi nazionali dovessero fallire - la sezione Dockers dell'ITF ha deciso che chiederà ai sindacati affiliati di prepararsi ad azioni di portata europea.

La sezione dell'ITF ha approvato una risoluzione che propone un sistematico approccio da parte di tutti gli organismi affiliati nei confronti dei relativi governi, dell'UE e del Parlamento europeo, sollecitandoli affinché facciano sì che il varo e l'applicazione della direttiva europea sui servizi portuali venga rinviata fino a che non sarà raggiunto un accordo consensuale tra tutti i soggetti dell'industria portuale.

L'ITF ha inoltre proposto l'effettuazione di azioni contro la direttiva se questo tipo di approccio dovesse fallire ed ha chiesto agli organismi affiliati di realizzare queste dimostrazioni nello stesso giorno in tutta Europa.

La risoluzione della sezione Dockers chiede inoltre ai sindacati e alle organizzazioni dei portuali al di fuori dell'Unione Europea di sostenere, laddove possibile, l'azione dei portuali europei.

"I sindacati, i datori di lavoro e i gestori dei porti - ha spiegato Kees Marges, segretaria della sezione Dockers - hanno tutti espresso la loro incredulità riguardo al modo con il quale l'UE ha scelto di sconvolgerli con questo non voluto e non apprezzato pacchetto di misure. Sembra che le sole persone che non vogliano discutere su qualcosa che avrà conseguenze su così tante attività e vite in tutta Europa siano quelle della stessa Commissione Europea". "Alcuni affiliati, e tra questi i sindacati spagnoli - ha detto Kees Marges - avrebbero preferito una bocciatura in tronco e la cancellazione di questa proposta di direttiva, ma alla fine hanno accettato un testo congiunto e un'azione coordinata da ITF contro questa situazione".


Evergreen Line
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail