ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 luglio 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 12:15 GMT+2



13 ottobre 2001

Il governo cinese ha ordinato 30 aerei Boeing 737

I velivoli, del valore complessivo di 1,6 miliardi di dollari, saranno utilizzati per rimpiazzare vecchie unità

Nei giorni scorsi la China Aviation Supplies Import & Export Corp. (CASC), che tratta cessioni e acquisizioni per l'industria aeronautica per conto del governo di Pechino, ha ordinato 30 aerei Boeing 737. I nuovi velivoli - ha detto il vicepresidente della cinese State Development Planning Commission, Zhang Guobao - rimpiazzeranno vecchi aerei della flotta nazionale.

L'ordinativo ha un valore di circa 1,6 miliardi di dollari. Gli aerei saranno consegnati nel quadriennio 2002-2005. Venti 737-800 saranno assegnati alla China Southern Airlines, quattro 737-700 alla China Eastern Airlines, tre 737-800 alla Hainan Airlines, mentre alla Shanghai Airlines sono destinati due aerei 737-800 ed un 737-700.

La statunitense Boeing prevede che nei prossimi vent'anni la Cina si doterà di 1.764 nuovi aerei, per un valore complessivo di 144 miliardi di dollari, e diventerà il secondo mercato per il settore aereo dopo gli Stati Uniti. Nel periodo - ritiene l'industria americana - il traffico aereo in Cina crescerà mediamente del 9,3% all'anno.

Con l'ultimo ordinativo sale a 40 il numero di velivoli che la Cina ha ordinato nel 2001 alla Boeing. Oltre ai 30 aerei che fanno parte dell'ultima commessa, Pechino ha infatti ordinato sei 737-700 per la Air China, due 747-400 cargo per la China Southern Airlines e due 757-200 per la Xiamen Airlines.


Evergreen Line
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail