ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

10 dicembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 04:49 GMT+1



8 novembre 2007

Le emissioni inquinanti delle navi sarebbero responsabili di decine di migliaia di morti all'anno

Nel 2002 avrebbero causato 60mila decessi. Per il 2012 è previsto un aumento del 40%

Secondo uno studio pubblicato dal giornale “Environmental Science & Technology” dell'American Chemical Society, un'organizzazione indipendente costituita dal professionisti del settore della chimica, nel 2002 le emissioni inquinanti delle navi avrebbero causato la morte di 60mila persone, una cifra destinata a crescere del 40% nel 2012.

Lo studio, dal titolo “Mortality from ship emissions: a global assessment”, è stato elaborato da un team di ricercatori statunitensi e tedeschi guidato da James Corbett dell'Università del Delaware e da James Winebrake del Rochester Institute of Tecnology ed è incentrato in particolare sull'impatto negativo delle concentrazioni di particolato sulla salute umana. Secondo gli autori, le emissioni delle navi sarebbero responsabili di circa 60mila decessi causati da problemi cardiopolmonari e da cancro ai polmoni.

L'Environmental Science & Technology ha riportato una dichiarazione di Janusz Cofala del centro di ricerca International Institute for Applied Systems Analysis, secondo cui lo studio «è piuttosto interessante e, nonostante alcuni dubbi sulle stime relative alle emissioni e su altre informazioni utilizzate nell'analisi, manda un segnale politico importante». Cofala, che è uno dei responsabili di una ricerca sugli effetti delle emissioni di solfato nel Mare del Nord svolta per conto della Commissione Europea, ha detto che, pur utilizzando basi di dati e modelli differenti, «le nostre risultanze sembrano essere compatibili» con quelle dello studio “Mortality from ship emissions: a global assessment”.

Tra i soggetti che hanno commissionato lo studio figurano le associazioni ambientaliste Clean Air Task Force e Friends of the Earth International che prendono parte alle discussioni sulle emissioni delle navi che si svolgono in seno all'International Maritime Organization (IMO).

ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail