ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 marzo 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15:44 GMT+1



12 maggio 2009

Giovedì l'Autorità Portuale del Levante presenterà il progetto per un nuovo porto turistico a Bari

Assomarinas sottolinea come una sentenza della giustizia amministrativa siciliana stabilisca che lo Stato non avanzi più pretese sulle darsene private

Giovedì prossimo l'Autorità Portuale del Levante, con una conferenza stampa in programma alle ore 10,30 nella sede del CUS di Bari, nei pressi della Fiera del Levante, alla quale sono invitati gli operatori economici del settore nautico, i circoli nautici di Bari e provincia, cantieri navali e Assonautica, presenterà lo studio di fattibilità per l'individuazione di una nuova destinazione d'uso del Molo di San Cataldo finalizzata alla realizzazione di un nuovo approdo turistico.

L'Autorità Portuale ha spiegato che la propria idea progettuale sostiene, facendola propria, la programmazione strategica regionale in materia di approdi turistici: realizzare dei porti-pivot, scali dotati di servizi rispetto ai tanti approdi e ai ricoveri situati lungo gli 800 chilometri di costa. Servizi di manutenzione e rifornimento idrico ed elettrico, alaggi e una serie di servizi aggiunti di primo
livello, valore aggiunto alla sicurezza della navigazione ed offerta di qualità - ha precisato l'ente - che possono essere sviluppati dai porti-pivot in maniera tale da intercettare anche quel turismo di lusso dei mega yacht e delle navi da crociera di piccola e media stazza.

La Port Authority ha evidenziato come il Molo di San Cataldo costituisca una sede privilegiata e pregevole per l'approdo, sia per l'eleganza degli edifici prospicienti che per la vicinanza della Fiera
del Levante, elemento - quest'ultimo - che permetterà di utilizzare il nuovo spazio per organizzare a Bari una fiera nautica in grado di fare della città pugliese un punto di riferimento per l'intero Mezzogiorno per il diportismo e per tutte le attività correlate.

All'incontro di giovedì parteciperanno il presidente dell'Autorità Portuale, Francesco Mariani, il sindaco di Bari, Michele Emiliano, l'assessore al Turismo della Regione Puglia, Massimo Ostillio, l'assessore alle Attività produttive della Provincia di Bari, Gianna Mastrini, il presidente della Fiera del Levante, Cosimo Lacirignola e l'assessore alla Pianificazione strategica del Comune di Bari, ElioSannicandro. Introdurrà i lavori di presentazione dello studio di fattibilità, Mario Mega, dirigente del Servizio infrastrutture, innovazione tecnologica e pianificazione strategica dell'Autorità Portuale del Levante.

Nel corso dell'incontro sarà sottoscritto un protocollo d'intesa tra il Comune di Bari, l'Autorità Portuale del Levante e la Fiera del Levante per la realizzazione e gestione della darsena turistica presso il Molo di San Cataldo.

Sempre in tema di portualità turistica, Assomarinas (Associazione Italiana Porti Turistici) ha sottolineato come una recente sentenza dell'ultimo grado della giustizia amministrativa siciliana relativa alla proprietà di un porto turistico realizzato su area privata abbia sancito il mantenimento della proprietà privata della struttura stessa.

Per Assomarinas - ha dichiarato il presidente dell'associazione, Roberto Perocchio - è un'altra battaglia vinta, anzi, una guerra vinta dopo che, in collaborazione con UCINA , già nel 2003 avevamo ottenuto dal Consiglio di Stato con la sentenza 1601/2003 l'affermazione in termini generali di questo importante postulato giuridico necessario a garantire la prosecuzione degli investimenti nel settore delle darsene private per il diporto nautico». «In pratica la sentenza della giustizia amministrativa siciliana - ha spiegato - stabilisce che lo Stato non avanzi più pretese sulle darsene private».

Secondo Assomarinas, «una sentenza di questa portata che, in un centinaio di pagine, sviluppa tutte le argomentazioni a sostengo dell'affermazione privatistica, impone a Regioni e Comuni un'attenta rilettura delle proprie opportunità urbanistiche nella valorizzazione sostenibile di ambiti costieri anche degradati o in disuso, che, invece, potrebbero dimostrarsi una nuova riserva di opportunità economiche e di attrazione turistica per la crescita di competitività dell'intero Paese».

ABB Marine Solutions
Evergreen Line

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail