ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

17 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:05 GMT+1



18 giugno 2009

Alla Spezia verranno avviate le operazioni di rimozione del relitto dello yacht Maxime

Inizialmente verrà recuperata la prua dell'imbarcazione, lunga circa 15 metri

Domani alle ore 12.00, nelle acque antistanti il borgo di Cadimare (La Spezia), verranno avviate le operazioni di rimozione del relitto dello yacht Maxime, che giace semisommerso da sei anni. L'operazione sarà effettuata con l'utilizzo della gru Langer Heinrich, protagonista della “Festa della Marineria” tenutasi dall'11 al 16 giugno scorsi alla Spezia.

È stato ritenuto opportuno - ha spiegato l'Autorità Portuale della Spezia - tentare di compiere tale operazione, in modo da evitare di ricorrere ad ulteriori tagli del relitto (ciascuno dei quali richiede circa un mese di lavorazione) e procedere in un'unica soluzione all'operazione di sgombero auspicata dall'intera comunità spezzina.

Inizialmente verrà rimossa la prua dell'imbarcazione, lunga circa 15 metri. Entro fine giugno si tenterà di recuperare anche il restante ed imponente pezzo dello scafo, lungo circa 40 metri, che verrà saldato, messo in galleggiamento e trasferito, come la prua, all'Arsenale Militare Marittimo della Spezia.

Nel 2003 lo yacht, ormeggiato vicino agli ex cantieri Clemna per subire alcuni interventi di manutenzione dello scafo, si arenò a seguito di eventi meteo sfavorevoli. Dopo alterne vicende, a seguito di richieste pervenute da vari enti e dal ministero dell'Ambiente, l'Autorità Portuale della Spezia si è resa disponibile ad effettuare l'intervento di rimozione del Maxime a proprie spese.

PSA Genova Pra'
Logistics Solution

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail