ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 aprile 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20.55 GMT+2



17 settembre 2010

La Commissione Europea ha adottato una proposta di direttiva per migliorare i servizi ferroviari merci e passeggeri

Consiste - ha spiegato Bruxelles - nella semplificazione e nel consolidamento legislativo in un testo coerente delle tre direttive in vigore

inforMARE - Oggi la Commissione europea ha adottato una proposta di direttiva che contiene una serie di misure per migliorare i servizi ferroviari merci e passeggeri tramite una maggiore concorrenza nel mercato ferroviario, il rafforzamento del potere dei regolatori nazionali e il miglioramento del quadro relativo agli investimenti nel settore. La proposta - ha spiegato Bruxelles - istituisce uno spazio ferroviario unico e rappresenta un esercizio di semplificazione e consolidamento legislativo in un testo coerente con la fusione delle tre direttive in vigore e delle loro successive modifiche.

Nel contempo la Commissione ha adottato una comunicazione che definisce la strategia destinata a completare lo sviluppo dello spazio ferroviario europeo unico, sulla quale si terrà una consultazione, che presenta le iniziative aggiuntive suscettibili di essere varate dalla Commissione nei prossimi cinque anni.

«L'Europa - ha sottolineato Siim Kallas, vice presidente della Commissione Europea responsabile per i trasporti - è all'avanguardia nella tecnologia ferroviaria. Siamo ai primi posti per la modernità delle reti ferroviarie ma, ed è un “ma” di rilievo, l'Europa necessita e merita servizi ferroviari migliori. Dobbiamo offrire agli utenti dei servizi merci e passeggeri di maggiore qualità e affidabilità, più scelta e innovazione. E proprio questo è l'intento del pacchetto: il mio obiettivo precipuo è una maggiore concorrenza nei servizi merci e passeggeri, che apporterà vantaggi per entrambi i tipi di servizi, per i produttori di materiale rotabile di elevata qualità e anche per l'ambiente».

La proposta di direttiva mira a incrementare la concorrenza sul mercato ferroviario attraverso condizioni di accesso al mercato più trasparenti e più agevoli, quali per esempio: un accesso migliore, garantito in taluni casi, ai servizi ferroviari quali impianti di manutenzione, terminal, informazioni ai passeggeri e sistemi di biglietteria per gli utenti dei servizi merci e passeggeri; regole esplicite sul conflitto di interessi e sulle pratiche discriminatorie nel settore ferroviario; prospetti informativi della rete più dettagliati, ossia documenti a pubblicazione annuale che consentano ai potenziali nuovi soggetti del mercato di avere una visione chiara delle caratteristiche delle infrastrutture disponibili e delle relative condizioni di utilizzo.

Inoltre la proposta ha l'obiettivo di rafforzare il potere dei regolatori ferroviari nazionali con misure quali: l'ampliamento della competenza dei regolatori nazionali dei servizi del settore ferroviario; l'indipendenza dei regolatori ferroviari nazionali da altre autorità pubbliche; il rafforzamento dei poteri (in termini di poteri di sanzione, di audit, di procedure d'appello e d'indagine d'ufficio) dei regolatori ferroviari nazionali con l'imposizione a tali organismi dell'obbligo di collaborare con le rispettive controparti nelle questioni transfrontaliere.

Infine è previsto il rafforzamento del quadro relativo agli investimenti pubblici e privati. La nuova normativa sul finanziamento e l'imposizione di diritti per l'utilizzo delle infrastrutture mira a sviluppare una “architettura finanziaria” armonizzata in grado di favorire gli investimenti. Le misure proposte comprendono: strategie nazionali di lungo periodo e accordi contrattuali pluriennali fra lo Stato e i gestori delle infrastrutture in modo da collegare il finanziamento alle prestazioni e ai piani aziendali, per consentire agli attori del mercato una maggiore prevedibilità dello sviluppo delle infrastrutture e offrire ulteriori incentivi per migliorare le proprie prestazioni; norme di imposizione dei diritti per l'utilizzo delle infrastrutture più precise e adeguate; migliore applicazione dei principi in materia di imposizione contenuti nella legislazione esistente che deve condurre a diritti inferiori per l'accesso alle linee ferroviarie per gli operatori ferroviari di numerosi Stati membri. La nuova regolamentazione dei diritti, con l'introduzione della modulazione acustica in quanto equivalente ferroviario dei costi esterni del trasporto su strada e degli sconti per l'interoperabilità - ha evidenziato la Commissione - contribuirà a stimolare gli investimenti privati in tecnologie più verdi e interoperabili. (iM)

Bari Port Authority

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail