ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 settembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:32 GMT+2



30 settembre 2010

STX Europe “asiatizza” la propria attività più redditizia

Il gruppo navalmeccanico europeo, che appartiene alla sudoreana STX, trasferirà la proprietà della divisione Offshore & Specialized Vessels ad una controllata di Singapore e la quoterà al mercato SGX

inforMARE - Il gruppo navalmeccanico STX Europe ha annunciato oggi l'intenzione di quotare la propria divisione Offshore & Specialized Vessels (OSV) sul listino principale della Borsa di Singapore. Prima dell'ingresso sulla piazza azionaria di Singapore la proprietà di OSV sarà trasferita alla società integralmente controllata STX OSV Holdings Pte. Ltd. di Singapore, che sarà ribattezzata STX OSV Holdings Ltd.

STX Europe ha il proprio quartier generale ad Oslo, ma è interamente controllata dalla STX Business Group, società sudcoreana che nel 2007 ha acquisito una quota del 39,2% del gruppo navalmeccanico ( fino al novembre 2008 denominato Aker Yards, inforMARE del 23 ottobre 2007) e ha successivamente incrementato la propria partecipazione sino ad ottenere nel gennaio 2009 l'intera proprietà del gruppo attraverso la filiale STX Norway AS. Il 10 febbraio 2009 è stato l'ultimo giorno di presenza di STX Europe sul listino della Borsa di Oslo e in quei giorni la tipologia dell'azienda è stata trasformata da società in accomandita per azioni (public limited company) a società a responsabilità limitata (limited liability company).

OSV, che si occupa della realizzazione di unità offshore e speciali, sta diventando il ramo di business più redditizio di STX Europe. La divisione OSV ha chiuso il secondo trimestre di quest'anno con un margine operativo lordo record di 298 milioni di corone norvegesi (inforMARE del 31 agosto 2010). Più precaria la situazione economica della divisione Cruise & Ferries, l'altro principale comparto d'attività del gruppo, che ha fortemente accusato l'impatto della crisi economica globale e che ha archiviato il secondo trimestre 2010 con un margine operativo lordo negativo per 92 milioni di corone norvegesi.

Lo scorso anno la divisione OSV ha totalizzato ricavi per 12,5 miliardi di corone norvegesi, pari al 43% del volume d'affari complessivo del gruppo, mentre la divisione Cruise & Ferries ha registrato ricavi per 15,0 miliardi di corone norvegesi (51% del totale). Nel primo e secondo trimestre del 2010 i ricavi della divisione OSV hanno superato quelli generati dal settore Cruise & Ferries e nel trimestre aprile-giugno scorso la percentuale sul totale dei ricavi è stata rispettivamente del 56% e del 43%.

Attualmente STX Europe dispone di 15 cantieri navali in Finlandia, Francia, Norvegia, Romania, Brasile e Vietnam. Nel luglio 2009 il gruppo ha completato la cessione dei propri cantieri in Germania e Ucraina (inforMARE del 13 luglio 2009). Alla fine del 2009 l'azienda dava lavoro a circa 16.000 dipendenti. (iM)

PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail